Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 12/12/2018 da Direttore

Convegno di studi sul ´decennio inglese´´ in Sicilia

Convegno
La Fondazione Whitaker ancora protagonista nel calendario di eventi di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018
Venerdì 14 e sabato 15 dicembre convegno di studi sul “decennio inglese” 
in Sicilia. A Villa Malfitano un convegno internazionale.

Week end di studi e approfondimenti. Full Immersion nelle relazioni di valenti studiosi provenienti da tutta Europa. Si inizia venerdì mattina con “Il Mediterraneo e il decennio inglese, in Sicilia 1806-1815”. Le conclusioni sabato mattina affidate a Gaetano Armao


Un week end di approfondimenti scientifici a Villa Malfitano per chiudere le manifestazioni che inserite nell’ambito di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018 si sono svolte a Villa Malfitano dal 17 novembre scorso, portando nuova luce sui Whitaker e sul costume della Palermo fin de siècle 
A scendere in campo studiosi e docenti universitari provenienti dagli atenei italiani ed europei. 
Venerdì 14 dicembre a partire dalle 9 a Villa Malfitano approfondimenti sul tema: “Il Mediterraneo e il decennio Inglese in Sicilia 1806-1815”. I relatori saranno: Luigi Mascilli Migliorini, Università di Napoli l’Orientale; Michela D’Angelo, Università di Messina; Antonino De Francesco, Università di Milano; Renata De Lorenzo, Università di Napoli Federico II; John Davis, University of Connecticut: Gerassimos Pagratis, Università di Atene; Chiara Pulvirenti Università di Catania. Nella prima sessione pomeridiana, a partire dalle 15 approfondimenti sul tema: “La Sicilia nel decennio inglese 1806-1815”. Ad intervenire Marcello Saija, Università di Palermo; Rosario Lentini, Palermo; Maria Teresa Di Paola, Università di Messina; Massimo Lo Curzio, Università di Reggio Calabria; Claudio Paterna, dell’istituto per la storia del Risorgimento di Palermo. Nella seconda sessione pomeridiana, a partire dalle 17,45: “Gli Inglesi in Sicilia nell’ottocento”, interverranno: Giuseppe Barone dell’Università di Catania, Angelo Granata dell’Università di Catania, Alessia Facineroso, Università di Catania.
Sabato 15 dicembre nell’unica sessione mattutina, a partire dalle 9: “Il costituzionalismo inglese in Sicilia e il contesto europeo”. Interverranno Wanda Mastor, Universite di Toulose; Werner Daum, Fern Universitat in Hagen; Carlo Ricotti, Università di Roma La Sapienza; Daniela Novarese, Università di Messina; Giorgio Scichilone, Università di Palermo. A concludere la mattinata e gli eventi di Villa Malfitano sarà Gaetano Armao dell’Università di Palermo che parlerà dei valori costituzionali in Sicilia:1812, 1848,1946.
“Abbiamo voluto dedicare questo convegno internazionale al cosiddetto decennio inglese di Sicilia (1805 – 1815)- spiega Marcello Saija, presidente del comitato scientifico del convegno- perché esso rappresenta per l’Isola un importante momento di transizione dall’Ancien Regime alla modernità. Vengono, infatti, alla luce le spinte riformiste maturate nel periodo caraccioliano e del vicerè Caramanico, interrotte con gli eventi giacobini di fine del XVIII secolo ma riprese nel primo quindicennio del secolo successivo. Così, mentre il Mezzogiorno continentale vive l’esperienza murattiana che liquida la feudalità con il tentativo di costruire l’amministrazione di uno Stato, la Sicilia, nel 1812, con una Costituzione, vive il compromesso tra il ceto aristocratico e la monarchia borbonica che avrà conseguenze notevolissime sulla storia isolana per tutto l’Ottocento e per buona parte del ‘900”. 
Villa Malfitano, per oltre un mese, si è trasformata in palcoscenico, in teatro, in sede di eventi culturali di mostre, sfilate in costumi d’epoca e concerti. 
La rassegna fa parte degli eventi finanziati da “Palermo Capitale italiana della Cultura 2018”. Grazie al protocollo di intesa tra la Regione Siciliana, l’Assessorato Regionale al Turismo, il Comune di Palermo e la Fondazione Sant’Elia, nella splendida cornice di Villa Malfitano a Palermo, gestita dalla Fondazione Whitaker, si è svolto un fitto calendario d’eventi, atti a celebrare, non solo l’immenso patrimonio culturale che la Villa e il suo parco rappresentano per la città di Palermo e l’intero territorio regionale, ma anche e soprattutto per sottolineare l’importante traccia lasciata alla fine dell’800 da alcune importanti famiglie inglesi sul nostro territorio. Venerdì e sabato la conclusione.

Palermo 12/12/2018 

 

ALTRE NOTIZIE

Pallacanestro Trapani, al via il campionato Under 18
Dopo la partenza delle scorse settimane dei campionati Under 15 Eccellenza e Under 16 Eccellenza e successivamente di quello Under 20, inizia anche il...
Leggi tutto
Nasce a Trapani il Tavolo tecnico della Salute
Nasce a Trapani il Tavolo tecnico della Salute. A siglare l’intesa stamani con l’Azienda sanitaria provinciale 9, sono stati i sindacati confederali C...
Leggi tutto
Sul rinnovo green della flotta e sui porti Assarmatori incontra la Vice Ministra Bellanova
Il rilancio del trasporto marittimo e i progetti per rinnovare e rendere più efficiente il sistema portuale i...
Leggi tutto
TRAPANI. I CARABINIERI IDENTIFICANO L’AUTORE DI UN FURTO CON STRAPPO: DENUNCIATO UN 34ENNE
I Carabinieri della Stazione di Trapani, al termine di una attività di indagine, hanno denunciato R.F., cl.87, gravato da precedenti di polizia...
Leggi tutto
Decarbonizzazione delle isole minori della Sicilia, Sea Favignana annuncia la partecipazione al progetto
Una lettera all´ assessorato all´ Energia della Regione Siciliana per manifestare pieno sostegno alla proposta di pr...
Leggi tutto
Trapani, Inaugurato l´abbeveratoio di via Pepoli
Ieri sera, alla presenza di numerose autorità civili, militari e religiose nonché di diversi cittadini trapanesi, è stato inaugur...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIŮ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web