Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 24/11/2018 da Direttore

Progetto CAMPER: la Questura di Trapani promuove una giornata sul tema della violenza di genere

Progetto
Se ti ricatta ... non è amore. Se minaccia te o i tuoi figli ... non è amore. Se ti isola, umilia, offende ...non è amore. Se ti perseguita con mail e sms ossessivi ....non è amore. Se ti prende con violenza quando non vuoi ... non è amore. Se ti chiede l´ultimo appuntamento ...non è amore. Se ti uccide...non è amore.

In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, che si celebrerà domenica 25 novembre 2018, la Polizia di Stato ha scelto di stare vicina alle donne con la campagna "QUESTO NON È AMORE" che prevede, in tutte le province italiane, camper, pullman, gazebo ed altri momenti d’incontro volti a rompere l’isolamento ed il dolore delle vittime di violenza di genere, offrendo il supporto di un’equipe di operatori specializzati, in prevalenza composta di donne e formata da personale di Polizia specializzato, da medici, psicologi e da rappresentanti dei Centri anti violenza.

Un’idea, quella del progetto CAMPER contro la violenza di genere che sin ora ha consentito di contattare oltre 20.200 persone, in maggioranza donne, diffondendo informazioni sugli strumenti di tutela e di intervento su situazioni di violenza e stalking, che diversamente sarebbero potute rimanere ingabbiate nel dolore delle mura domestiche. 

Anche la Questura di Trapani ha inteso, simbolicamente, dedicare questa giornata all’iniziativa. Nel corso della mattinata odierna, nello Slargo Nino Via, nei pressi dalla centralissima Via G.B. Fardella, è stato predisposto un presidio mobile, composto da un camper della Polizia di Stato, che ha accolto tutti coloro i quali hanno inteso acquisire informazioni sul tema della violenza di genere. La cittadinanza ha avuto, in particolare, la possibilità di confrontarsi con un’equipe di operatori specializzati, composta in prevalenza da donne, e formata da personale della Polizia di Stato specializzato, da psicologi e da rappresentanti dell’Associazione CO.TU.LE.VI (Contro Tutte Le Violenze).

La flessione negli ultimi tre anni dei delitti tipici (dai femminicidi, alle violenze sessuali, dai maltrattamenti in famiglia agli atti persecutori) non ferma l’impegno di prevenzione: non solo perché il numero assoluto delle vittime continua ad essere inaccettabile, ma perché l’esperienza di polizia e delle associazioni, da tanti anni impegnate su questi temi, mostra l’esistenza di un "sommerso" che troppo spesso non si traduce in denuncia.

Un quotidiano fatto di attenzioni morbose, di comportamenti aggressivi e intimidatori che vengono letti come espressione di un amore appassionato e di una gelosia innocua, anche da madri, sorelle e amiche, ma che è spesso il triste copione di un crescendo di violenza che si alimenta con l´isolamento.

Oltre alla tutela offerta dalla legge, che va dagli strumenti dell’ammonimento al divieto di avvicinamento fino ai domiciliari e al carcere per i casi più gravi, la battaglia più importante si gioca sul campo della prevenzione in cui la Polizia di Stato è impegnata, non solo nel contribuire attraverso l’informazione al superamento di una mentalità di sopraffazione, ma a fare da sentinella per intercettare prima possibile comportamenti violenti e intimidatori.

In questa prospettiva si muove l’adozione dall’inizio dell’anno del protocollo E.V.A. (Esame delle Violenze Agite) da parte di tutte le Questure d’Italia. Procedura che consente agli equipaggi di Polizia, chiamati dalle Sale operative ad intervenire su casi di violenza domestica, di sapere se ci siano stati altri episodi in passato nello stesso ambito familiare. Tutto questo attraverso una procedura che prevede la compilazione di checklist che, anche in assenza di formali denunce, spesso impedite dalla paura di ancor più gravi ritorsioni, consentono di tracciare situazioni di disagio con l’obiettivo di tenerle costantemente sotto controllo e procedere all´arresto nei casi di violenza reiterate.

Trapani, 24 novembre 2018

 

ALTRE NOTIZIE

Pallacanestro Trapani, al via il campionato Under 18
Dopo la partenza delle scorse settimane dei campionati Under 15 Eccellenza e Under 16 Eccellenza e successivamente di quello Under 20, inizia anche il...
Leggi tutto
Nasce a Trapani il Tavolo tecnico della Salute
Nasce a Trapani il Tavolo tecnico della Salute. A siglare l’intesa stamani con l’Azienda sanitaria provinciale 9, sono stati i sindacati confederali C...
Leggi tutto
Sul rinnovo green della flotta e sui porti Assarmatori incontra la Vice Ministra Bellanova
Il rilancio del trasporto marittimo e i progetti per rinnovare e rendere più efficiente il sistema portuale i...
Leggi tutto
TRAPANI. I CARABINIERI IDENTIFICANO L’AUTORE DI UN FURTO CON STRAPPO: DENUNCIATO UN 34ENNE
I Carabinieri della Stazione di Trapani, al termine di una attività di indagine, hanno denunciato R.F., cl.87, gravato da precedenti di polizia...
Leggi tutto
Decarbonizzazione delle isole minori della Sicilia, Sea Favignana annuncia la partecipazione al progetto
Una lettera all´ assessorato all´ Energia della Regione Siciliana per manifestare pieno sostegno alla proposta di pr...
Leggi tutto
Trapani, Inaugurato l´abbeveratoio di via Pepoli
Ieri sera, alla presenza di numerose autorità civili, militari e religiose nonché di diversi cittadini trapanesi, è stato inaugur...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web