Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 30/09/2018 da Direttore

Fioretto versus sciabola.

Fioretto
Riceviamo e pubblichiamo:


Difficile schermare di fioretto se l’avversario impugna una sciabola.
Con la preferenza unica, i candidati eletti in Consiglio Comunale, sia quelli che si districano in lavori d’aula sia quelli che battono il territorio, si sono emancipati dalle dinamiche di partito.
Con la elezione diretta, il Sindaco si è smarcato dal civico consesso.
Negli Enti locali, il braccio di ferro tra organo di governo e organo di indirizzo (e controllo) si gioca tutto qua. Se Primo Cittadino e Giunta lavorano bene o (si) spacciano (per) bene hanno dalla loro la città. Se i singoli consiglieri o - persino - l’intero Consiglio danno il massimo ... ciò non importa nulla - quasi - a nessuno. Anzitutto, perché non vi sono partiti, movimenti, liste che fanno da cassa di risonanza e/o megafono e/o cuscinetto. Il massino non si misura in prestazioni di quantità.
La partita tra Cateno De Luca e i consiglieri è riconducibile a ad una battuta del film western “Per un pugno di dollari” in cui il personaggio Ramón Rojo interpretato da Gian Maria Volonte’ insegna a Clint Eastwood un vecchio proverbio messicano ... “Quando un uomo con la pistola incontra un uomo col fucile, quello con la pistola è un uomo morto».
Indovinate chi abbraccia il fucile senza temere il rinculo?
Al netto delle questioni di merito, due grossolani errori di impostazione sono stati commessi in questi mesi.
Il Sindaco on. Cateno De Luca, è stato messo in condizione dai colleghi deputati regionali e dalle forze politiche, di darsi tempo nella opzione tra il prendere e il lasciare. Pertanto, può cinguettare con l’amico dott. Danilo Lo Giudice sul momento di quest’ultimo dell’ingresso in ARS in sua sostituzione.
Il Sindaco on. De Luca, è stato messo in condizione da giornalisti e commentatori di predicare che il ruolo del Consigliere Comunale è un “mestiere”. Questo concetto, sarà pagato amaramente dalla città perché nelle prossime elezioni si potranno permettere il lusso di cimentarsi al “concorso” elettorale solo impiegati, sfaccendati e disoccupati. Questione che trovo antipatica da approfondire. D’altronde la qualità nelle Istituzioni non interessa più (quasi) a nessuno.
Infine, a cosa assisteremo nei prossimi anni?
Gli elettori si distinguono in tre grandi categorie.
La prima. Coloro che guardano a sviluppo, risveglio, riscatto, rinascita, volano socio-economico. Nella categoria rientrano professionisti, intellettuali, utopisti, imprenditori.
La seconda. Coloro che - disincantati dalle questioni macro - si accontentano di strade pulite, cassonetti svuotati, impianti di illuminazione efficienti. In una nicchia specializzata coloro che si servono dei mezzi pubblici (extra comunitari, pensionati, impenitenti radical chic). Gli studenti, quelli residui e residuati, mi sembrano piuttosto organizzati tra genitori tassisti, motorini, “macchinette”. Chi ricorda negli anni ottanta le fermate da sud del 2, 4, 5, 7, 7 rosso, sette sbarrato?).
La terza. Coloro che demonizzano ogni esperienza da patentati sfascisti, fanculisti, dietrologisti del “a sciarra è ‘ppa cutra”.
Ormai, tutti, in tutte le categorie, sembrano arrendersi a tasse da deficit imprescindibile.
A proposito. Si ricomincia con la litania del dissesto.
Non si vuole capire che è strumento di estrema ratio amministrativa.
Se c’è ... non si può non dichiarare. Se non c’è ... non si può dichiarare. La materia è sottratta a ogni laica interpretazione.
Al liceo, trentacinque anni fa, trentacinque chili fa, trentacinquemila capelli fa, dei candidati sfrontati osarono sfidare compagni di scuola già “politicamente impegnati” (ricordo tra gli altri Giampiero D’Alia, Dario Caroniti, Nicola Bozzo) al motto “se vengo eletto mi dimetto”. Presero molti voti ma pochi li presero sul serio. Oggi, la “minaccia” delle dimissioni del Sindaco sembra essere presa sul serio da un lato da chi teme il Commissariamento e dall’altro da chi teme che in primavera possa totalizzare un risultato anche per il Consiglio Comunale. Diciamo che la dimissione non è una carta da gioco di società tra il “vicolo corto” del Consiglio Comunale e il “Parco delle Vittorie” di De Luca.
Ah ... E Forza Italia? Babbía.
Emilio Fragale


 

ALTRE NOTIZIE

TRAPANI E MAZARA: VIOLANO GLI OBBLIGHI DELLA SORVEGLIANZA DI P.S. ARRESTATI DAI CARABINIERI
Nel fine settimana appena trascorso i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Trapani hanno tratto ...
Leggi tutto
Ospedale di Alcamo. Palmeri (Verdi Europa Verde) chiede audizione in Commissione sanità ARS
“Riguardo l’Ospedale di Alcamo ho chiesto una nuova audizione presso la
commi...
Leggi tutto
Mercoledì 27 ottobre, il Principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie, riceverà la cittadinanza onoraria del comune di Monreale
Sua Altezza Reale il Principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie, Duca di Castro e Capo della Real Casa, si...
Leggi tutto
Alcamo: tunisino ricercato in Francia arrestato dalla Polizia di Stato
Era ricercato dalle autorità francesi, il cittadino straniero arrestato venerdì, dagli operatori della Polizia di Stato della Questura d...
Leggi tutto
Tra inclusione sociale e sostenibilità ambientale progetto ANAS
A seguito della riunione del tavolo di concertazione  è stato confermato anche la calendarizzazione dei programmi per il mese di novembre per q...
Leggi tutto
Fiumara d´arte: natura e cultura insieme per il futuro dei Nebrodi. Siglato un protocollo d´intesa con il parco dei Nebrodi
La Fiumara d’arte e il suo percorso si arricchiscono di un nuovo tassello. Con il presupposto di tutelare la bellezz...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web