Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 29/08/2018 da Direttore

Basi navali Polizia Penitenziaria

Basi
Riceviamo da parte della UILPA - Polizia Penitenziaria la sottostante lettera inviata al Ministero della Giustizia:


Prot. 8763 Roma, 29 agosto 2018

- On. Alfonso Bonafede
Ministro della Giustizia
R O M A
- On. Vittorio Ferraresi
Sottosegretario di Stato alla Giustizia
Ministero della Giustizia
R O M A 
- On. Jacopo Morrone
Sottosegretario di Stato alla Giustizia
Ministero della Giustizia
R O M A 
E,p.c.
Pres. Francesco Basentini
Capo del DAP
R O M A

OGGETTO: servizio navale Polizia Penitenziaria.

Come è noto il D. Lgs 10/8/2016 n.177, noto ai più come decreto di razionalizzazione delle funzioni di polizia, ha riorganizzato i servizi navali affidandoli alla Guardia di Finanza e ha contemporaneamente soppresso quello svolto dal Corpo di Polizia Penitenziaria, fatta eccezione per i siti presenti a Venezia e Livorno.
Alla Guardia di Finanza, tra l’altro, affida il compito di supportare la Polizia Penitenziaria per le attività connesse con l’assolvimento dei propri compiti istituzionali, secondo modalità da stabilire con appositi protocolli adottati d’intesa tra i due diversi Corpi, che per il servizio navale non risultano noti.
In ragione di ciò, evidentemente, l’Amministrazione Penitenziaria ha avviato le procedure per la soppressione del servizio presso le sedi di Favignana, Porto Azzurro, Nisida e per la ricollocazione in altri istituti penitenziari del personale interessato.
Noi siamo ovviamente consapevoli del fatto che una normativa dello Stato debba essere applicata, anche se non condivisa, ma siamo altrettanto convinti che se solo ci fosse la volontà di farlo sarebbe possibile per il Governo approvarne una nuova che sani una vera e propria incomprensibile ingiustizia.
Non si capisce, infatti, quale sia la logica che ha determinato la soppressione parziale di un servizio identico in tutti i siti navali della Polizia Penitenziaria, come se il mare e le traduzioni dei detenuti a Livorno e Venezia siano diversi da quello delle altre sedi.
Diciamo questo in ragione del fatto che quel servizio a nostro avviso, doveva rimanere nelle competenze della Polizia Penitenziaria proprio per la una specificità riconducibile prevalentemente al supporto del servizio di traduzione dei detenuti. 
A ciò si aggiunga che la soppressione dei predetti siti navali non è nemmeno certo che procurerà alcun vantaggio economico, in quanto le barche siano esse della Guardia di Finanza o della Polizia Penitenziaria comunque dovranno esserci, così come l’equipaggio e le scorte, anzi queste ultime non potranno più essere ridotte approfittando del fatto che i colleghi presenti su di essa potevano essere considerati, in parte, componenti della scorta.
E se, come sembra, invece che con il supporto della Guardia di Finanza le traduzioni verranno effettuate sui traghetti di linea a risentirne saranno principalmente la sicurezza del servizio e dei cittadini che si trovano sui natanti, ma anche i tempi d’impiego con i relativi costi.
In questi casi tuttavia più dell’aspetto economico dovrebbe prevalere quello della sicurezza, “cavallo di battaglia” di questo Governo al punto che loro esponenti (M5S), prima delle elezioni, hanno paradossalmente presentato specifiche interrogazioni parlamentari chiedendo la modifica della normativa ora contestata.
Ciò che chiediamo oggi è solo e soltanto coerenza rispetto alle cose da voi dette e fatte perché altrimenti, come operatori della sicurezza, ma anche e soprattutto come cittadini, non potremmo che indignarci nei confronti di una classe politica che di nuovo avrebbe soltanto i nomi o i simboli.
Sulla base di queste analisi l’auspicio è quello che i destinatari della presente valutino l’opportunità di far sospendere le procedure in atto e contemporaneamente realizzare le condizioni per modificare rapidamente una normativa tanto ingiusta quanto incomprensibile, un provvedimento che in verità non razionalizza nulla, ma anzi genera una inopportuna sovrapposizione di competenze.
Distinti saluti.

Il Segretario Generale - Angelo Urso


 

ALTRE NOTIZIE

CASTELVETRANO: DENUNCIATO L’AUTISTA DEL PULLMAN RIMASTO INCASTRATO TRA LA SBARRE DEL PASSAGGIO A LIVELLO
È stato denunciato dai Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Castelvetrano, per danneggiamento e interruzione di pubblico servizio,...
Leggi tutto
PANTELLERIA: MAXI SEQUESTRO DI HASHISH. TRE ARRESTI DEI CARABINIERI. C’E’ ANCHE UNA DONNA
I Carabinieri della Stazione di Pantelleria, nel fine settimana appena trascorso, hanno sequestrato 138 Kilogrammi di hashish, suddivisi in oltre 1.30...
Leggi tutto
MAZARA DEL VALLO. CONTROLLI A TAPPETO DEI CARABINIERI
I Carabinieri della Compagnia di Mazara del Vallo, nei giorni scorsi, hanno svolto una serie di controlli del territorio incentrati principalmente sul...
Leggi tutto
Termini Imerese. A tavola con i Legumi: presentazione libro, conversazione, cena
Organizzato da BCsicilia, in collaborazione l’Associazione “Legumi siciliani” e la rivista “Sicilia Agricoltura” si terrà venerdì 10 dic...
Leggi tutto
Difendiamo il Terzo Settore che è un Patrimonio Sociale insostituibile Con ANAS
La  presidenza della Rete ANAS (Associazione Nazionale di Azione Sociale) dove avere appreso della conversione del Decreto legge fiscale, al Senato, c...
Leggi tutto
Sicurezza Alimentare pediatrica con ANAS Lazio
A Roma, nella sala convegni della sede operativa di Anas Lazio, unitamente a Anas Torrevecchia, cardiores, pane sociale e Ale for life si continuano l...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web