Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Sport il 27/08/2018 da Direttore

Marsala Calcio: Sancataldese - Marsala 4-5 (d.c.r.)

Marsala
Dopo i cinque “sorrisi” di pre-campionato negli allenamenti congiunti, arriva la prima gioia azzurra della stagione. Al termine di una partita pazza, come solo quelle di agosto sanno essere, il Marsala batte a domicilio la Sancataldese 4-5 dopo i calci di rigore (2-2 dopo i tempi regolamentari) nel Turno Preliminare di Coppa Italia di Serie D 2018/2019, approdando così al Primo Turno, in programma domenica 2 settembre 2018 al “Tupparello” di Acireale (Ct) proprio contro i granata acesi, sempre in gara unica (orario da definire).

LA CRONACA:
Al “Valentino Mazzola” i nisseni del neo-tecnico Giuseppe Mascara per la prima stagionale si presentano con un sornione 4-3-3, con Calabrese in cabina di regia e la “stella” Ficarotta all´ala destra; il confermato mister Ignazio Chianetta, schiera la sua neo-promossa con l´ormai consueto 4-3-3, in maniera quindi speculare. A riposo precauzionale Barraco (affaticamento a un polpaccio), con l´ultimo arrivato Tripoli ancora a corto di condizione (lasciato inizialmente in panchina), mister Chianetta deve far fronte anche alla defezione del vice-capitano Giardina nel riscaldamento (problemi alla schiena), gettando quindi nella mischia l´ex di turno Fragapane (osannato da un´ovazione dalla sua vecchia curva rossoverde), con Giappone in porta, Giuffrida terzino destro, Lo Nigro playmaker, capitan Sekkoum mezzala destra e Balistreri perno d´attacco. 
L´avvio è dei locali con Calabrese che al 4´ approfitta di un pallone perso da Lo Nigro e spara verso la porta azzurra, col pallone che impatta l´esatto incrocio dei pali. Al 10´ si accende l´estro di Ficarotta: Galfano gli lascia 60 centimetri di spazio, tanti bastano per farlo girare in un attimo e calciare violentemente di sinistro, cogliendo la seconda traversa di squadra in dieci minuti. Al 15´ è lampo azzurro: punizione dai venti metri, ci pensa il solito capitano Nagib Sekkoum a siglare il primo gol stagionale, sorprendendo un incerto Cilmi per lo 0-1. Prima dell´intervallo, altra palla-gol azzurra con Giannusa che salta Maimone e calcia fuori di un soffio.
Lo 0-1 all´intervallo scuote il quotato undici nisseno, che al 46´ sfiora il pareggio con Bruno e Ficarotta che triangolano in un metro e quest´ultimo che scaglia il pallone sul terzo legno di giornata. I due tecnici aprono la solita girandola di cambi, ma l´equilibrio viene spezzato dal Sig. Dario Madonia della Sezione A.I.A di Palermo che al 75´ concede la massima punizione ai locali dopo un leggero contatto in area fra Galfano e Ficarotta. Dagli undici metri Maimone non sbaglia, siglnado l´1-1. Al 77´ il neo-entrato Manfrè fallisce il più facile dei gol: Cilmi gli regala letteralmente palla sui piedi, l´ariete azzurro ha fretta e calcia di prima sull´esterno della rete con tutto lo specchio della porta avversaria a disposizione. Gli azzurri, però, trovano il nuovo vantaggio all´80´ quando Lo Nigro taglia perfettamente una punizione, trovando il calcio di sinistro in area proprio di Fragapane, che sigla l´1-2 in un match che non doveva nemmeno disputare, proprio sotto la sua ex-curva pronta a tributarlo poco prima. Partita finita? Assolutamente no: deve accadere ancora di tutto. All´83´ Ficarotta crossa dalla destra ed il neo-entrato Ouattara svetta su Fragapane di testa, battendo Giappone per il 2-2. Nel secondo dei cinque minuti di recupero concessi dal direttore di gara, quest´ultimo concede il secondo rigore di giornata ai padroni di casa: Parisi spizza con la spalla in area un innocuo pallone, per Madonia non ci sono dubbi e sembra calare il sipario al “Mazzola”, ma proprio Ficarotta spara alle stelle la consueta migliore occasione del gioco del calcio.
Si va´ dunque alla lotteria dal dischetto, comincia la Sancataldese con Di Stefano: Giappone para ma il pallone tocca la traversa e batte dentro la linea di porta, prima di uscire di nuovo, gol giustamente convalidato; per il Marsala va´ Manfrè ma il centravanti protagonista della promozione conclude la sua giornata ´no´ provando un cucchiaio che finisce fra i guantoni di un attonito Cilmi. Con la Sancataldese in vantaggio, è Maimone a non ripetere quanto fatto in partita, con Giappone bravo a neutralizzare; per il Marsala, invece, Maraucci spiazza il giovane portiere nisseno riequilibrando il punteggio. Al terzo giro, è ancora super Giappone, disinnescando il rigore di Zappalà; per il Marsala è freddo a dovere Prezzabile. Quarto rigore: Ouattara è chirurgico per la Sancataldese, Tripoli lo stesso per i lilibetani. Ultimo rigore della serie iniziale: Giappone cala il tris parando il tiro di Costanzo e spedendo così il Marsala al turno successivo.
Gli allenamenti degli azzurri riprenderanno martedì pomeriggio, mentre giovedì mattina gli azzurri prepareranno la sfida del “Tupparello” tramite un´amichevole con il Palermo Primavera a Carini (Pa).

I TABELLINI: 
Sancataldese: Cilmi (´00), Florio (´00), Maimone, Calabrese, Di Marco (K), Zappalà, Condorelli (´99) (66´ Ouattara (´98) ), Di Stefano (´99), Bruno, Ficarotta, Costanzo. A disposizione: Franza, Lo Giudice, Mosca (´00), Longo (´99), Manno R., Giarrusso (´98), Leonardi (´01), Manno L.
Allenatore: Giuseppe Mascara.
Marsala: Giappone (´01), Giuffrida (´99), Galfano (´99), Sekkoum (K), Maraucci, Fragapane, Giannusa (72´ Tripoli), Lo Nigro (85´ Corsino), Balistreri (72´ Manfrè), Prezzabile (´98), Candiano (85´ Parisi). A disposizione: Serenari (´98), Giardina, Benivegna (´00), Ciancimino (´99), Velardi (´00).
Allenatore: Ignazio Chianetta.
Arbitro ed Assistenti: Sig. Dario Madonia; Sigg. Manuele Gargano e Santino Spina, tutta la terna proveniente dalla Sezione A.I.A di Palermo.
Reti: 15´ Sekkoum (M), 75´ Maimone (S) (Rig.), 80´ Fragapane (M), 83´ Ouattara (S).
Ammonizioni: Maimone e Ficarotta (S); Giannusa, Balistreri, Maraucci, Prezzabile, Giappone e Galfano (M).
Espulsi: /
Recuperi: 0´ p.t e 5´ s.t.
Note: Al 90´ + 3´ Ficarotta (S) calcia alto un calcio di rigore.
Sequenza tiri di rigore: Di Stefano (S): gol, Manfrè (M): parato; Maimone (S): parato, Maraucci (M): gol; Zappalà (S): parato, Prezzabile (M): gol; Ouattara (S): gol; Tripoli (M): gol; Costanzo (S): parato.
Spettatori: 400 circa.

Marsala, 27/08/2018

 

ALTRE NOTIZIE

Oggi 12 giugno Giornata mondiale contro il lavoro minorile: le parole di Salvatore Nasca, Il Consorzio per l’Italia

Leggi tutto

Il Comune di Casteldaccia avvia i progetti di utilità collettiva (Reddito di cittadinanza)
Lunedì 14 giugno verrà avviato uno dei progetti di utilità collettiva PUC, "Mi prendo cura dell...
Leggi tutto
Abbattimento delle barriere architettoniche, alla scoperta dell’Isola che non c’è. Ma l’isola c’è o non c’è?

Leggi tutto

Nasce Sicily Music Conference | Meeting & Festival
Sicily Music Conference | Meeting & Festival la prima conferenza internazionale in Sicilia che nella primavera 2022 ospiterà una serie di i...
Leggi tutto
Trapani, sopralluogo in via D´Annunzio, a breve il ritorno alla normalità
Stamani, sopralluogo in via Gabriele D´Annunzio al quartiere Sant´Alberto dove in seguito ai lavori volti al ripristino dell´asfalto...
Leggi tutto
Palazzolo Acreide, si presenta il dipinto: "Martirio di S. Sebastiano"
Promosso dalla sezione di BCsicilia di Palazzolo Acreide e dalla Basilica di S. Sebastiano, verrà presentato venerdì 11 giugno 2021 alle...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web