Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 23/08/2018 da Direttore

Germania a Selinunte

Germania
Selinunte sempre più amata dai tedeschi.
Questa sera in scena in anteprima europea una grande cooproduzione italo - tedesca realizzata dalla tedesca Ringparabel Opera e dall’italiana Mda Produzioni
Insieme le tre religioni abramitiche: Ebraismo, Cristianesimo ed Islam

Caruso: “La coerenza del nostro palinsesto procede verso l´unitarietà delle arti - dall´archeologia alla scultura, dalla pittura alla danza e alla recitazione e trova Selinunte interessata ad offrire un programma, un progetto formativo di vasta estensione indispensabile per la crescita culturale del distretto della Sicilia Occidentale in cui la colonia greca si trova inserita”.

Bruni: “Dopo Selinunte in tournèe in Italia ed in Germania”. 

Oggi con l’artista tedesca Gloria Bruni, l’anteprima Europea di “Ringparabel – la Parabola dei Tre Anelli”opera per musica, coro, danza e attore, opera inedita. Ore 21 e 15 – Tempio di Hera – Selinunte.

“Per la prima volta, portiamo al Parco Archeologico di Selinunte questa coproduzione italo – tedesca. Il progetto nasce dalla collaborazione con il regista italiano Aurelio Gatti e vede il sostegno economico e distributivo di Ringparabel Opera e Mda Produzioni: La produzione che viene presentata in prima nazionale ed europea al Parco Archeologico di Selinunte, da novembre ad aprile sarà in tournée in Italia e Germania. Le piazze italiane ad oggi previste sono Torino, Forli, Livorno”. Lo ha annunciato la compositrice tedesca Gloria Bruni. Dalla Scala di Milano al Regio di Parma, dal San Carlo di Napoli, ai palcoscenici internazionali ed ancora dalle esibizioni come violinista nella "Camerata Accademica" e con l´orchestra del Mozarteum di Salisburgo, ai tour alla Carnegie Hall di New York ed al Kennedy Center di Washington, ma anche come cantante, si è esibita al Puccini Festival di Torre del Lago e alla La Scala di Milano, con i Mozart Players di Londra presso la Dresda Semper Opera House e il Gewandhaus di Leipzig. L’artista tedesca è nota anchde per avere composto "Requiem a Roma", per coro e orchestra eseguito a Roma nel novembre 2000 e che è stata successivamente eseguita in Italia, Polonia, Germania, Austria e Israele, il musical "Uccelli di rovo” che ha debuttato nel 2009 in Galles, l’opera "Pinocchio” che ha debuttato ad Amburgo nel 2008 e che ha avuto due importanti produzioni italiane per il Teatro San Carlo (2013) e per il Teatro Regio di Parma (2015), la “Sinfonia n. 1 - Ringparabel” per coro e orchestra che, dopo il debutto amburghese (2012), è stata rappresentata con successo a Istanbul (2013) e a Minsk (2015).

Attualmente è impegnata nella composizione dell´opera "The Creation", a cui attualmente lavora con il designer di Amburgo Peter Schmidt e che vedrà, presumibilmente, la luce nel 2018.

Ora Gloria Bruni ha scelto lo scenario del Parco Archeologico di Selinunte per l’anteprima europea di Ringparabel – la Parabola dei Tre Anelli”opera per musica, coro, danza e attore. E c’è attesa per l’evento in programma questa sera alle ore 21 e 15 dinanzi al Tempio di Hera, al Parco Archeologico di Selinunte. Un motivo ben preciso c’è:
“Dalla fine del 2017 abbiamo lavorato molto sull´idea significativa del coniugare le differenze culturali tra i popoli di diversa origine, coinvolgendole e indirizzandole verso l´inclusione e verso l´uguaglianza, la fratellanza e la tolleranza, manifestata per prima attraverso l´istallazione video-art del "Ratto di Europa", visibile presso il museo di Baglio Florio – ha affermato Enrico Caruso, Direttore del Parco Archeologico di Selinunte - proseguita poi con il "Padiglione delle religioni perdute" in seno alla BIAS, Biennale Internazionale di Arte Sacra, e che adesso si conclude con lo spettacolo della "Parabola dei tre anelli" inserita nell´ambito delle rappresentazioni teatrali dei "Teatri di Pietra" a Selinunte, giunta ormai alla decima edizione, la cui trama si basa sulle differenze, o meglio sui punti di convergenza, sulle radici univoche delle tre religioni abramitiche, Ebraismo, Cristianesimo ed Islam.

La coerenza di questo palinsesto che procede verso l´unitarietà delle arti - dall´archeologia alla scultura, dalla pittura alla danza e alla recitazione - trova Selinunte interessata ad offrire al vasto pubblico non solo un prodotto culturale basato sull´archeologia e sul paesaggio antico siceliota ma, soprattutto, un programma, un progetto formativo di vasta estensione indispensabile per la crescita culturale del distretto della Sicilia Occidentale in cui la colonia greca si trova inserita”.

All´ombra del Tempio di Hera, a Selinunte, nel più grande parco archeoleogico del Mediterraneo, debutta dunque l’opera composta da Gloria Bruni ed orchestrata da Lauro Ferrarini, ispirata alla celebre parabola dell’anello, da “Nathan il Saggio” di Lessing e dal Decameron di Giovanni Boccaccio.

La composizione, rappresentata in forma di concerto alla Laeiszhalle di Amburgo e successivamente a Istanbul e a Minsk, diventa danza-teatro nel nuovo allestimento a firma di Aurelio Gatti, quasi ad aderire alla scelta di "leggerezza" di Lessing, che, per veicolare idee molto complesse, si era affidato al teatro per affrontare il mistero insondabile della fede . 

L´attualità del tema, il dialogo e lo scontro di religione, è il tema centrale della parabola che in Nathan il Saggio si sviluppa intorno all´idea dell´assenza di primato tra le tre religioni monoteiste - Ebraismo, Cristianesimo, Islamismo, per giungere ad una spassionata esortazione alla tolleranza, alla convivenza pacifica nel segno della fratellanza. 

La storia dall´anello autentico - confuso tra copie fatte forgiare da un buon padre per non mortificare nessuno dei tre figli, ugualmente amati, suscita una unica evidenza: è impossibile distinguere il gioiello originale e quindi vano aspirare ad una legittimità "superiore" da parte dei contendenti ... È il ´vuoto´ di certezza che, sospendendo la pretesa di un´origine esclusiva, ricorda alle religioni - e non solo - la vanità di ogni chiusura e intolleranza. Al centro dell´anello c´è comunque il vuoto. Ed è con quel vuoto, con quell´ignoto, che ciascuna coscienza deve fare i conti.

Protagonista di questa messinscena il fabbro - mastro di metallurgia- a cui è dato il compito di forgiare i tre anelli identici: a questa figura arcaica è assegnato il compito di "ricordare " la parabola e il suo significato, di guidare l´ensemble dei danzatori e il pubblico attraverso l´ignoto per un viatico di conoscenza.

Al celebre attore catanese Sebastiano Tringali è affidato il ruolo del forgiatore, continuamente alle prese con il fuoco-danzatrice: “Di un anello la richiesta, una semplice fascia di metallo, una corona circolare delimitata da due circonferenze, con la sua forma senza inizio né fine ….Un anello è privo di inizio e di fine, ininterrotto e immutabile, immagine dell’infinito. E nel contempo, la sua forma chiusa, sottintende completezza, contenimento, stabilità….ed ecco il suono cupo dell´incudine echeggiare fortemente e il gran vento dai mantici soffiato e il pesante ansimare dei Ciclòpi.”

Ispirandosi nella sua drammaturgia ai versi di Ovidio e dei grandi della letteratura classica, Aurelio Gatti propone una nuova versione della Parabola dei Tre Anelli con la sua danza-teatro, evidenziando la condizione di vuoto e smarrimento e la tensione per una esistenza di tolleranza e l’umanità, valori che Gloria Bruni mette a fuoco attraverso il potere universale della musica.

Lo spettacolo, vedrà in scena, insieme a Tringali, sette danzatori: Carlotta Bruni, Valeria Busdraghi, Matteo Gentiluomo, Rosa Merlino, Camilla Perciavalle, Luca Piomponi, Paola Saribas. I costumi di Marina Sciarelli Genovese e il disegno luci di Stefano Stacchini.

Dopo la prima di Selinunte, prevista giovedì 23 agosto alle 21.15, le rappresentazioni avranno luogo in altri siti del circuito Teatri di Pietra Sicilia. 


GLORIA BRUNI - NOTE BIOGRAFICHE
Bruni, compositrice e cantante è nata a Oschersleben / Bode in Harz, in Germania. Il padre era fisico e nel 1963 la famiglia si trasferì ad Amburgo per motivi professionali.

La passione per la musica si manifesta prestissimo: già durante il periodo scolastico inizia a comporre e a cantare fino ad essere notata da un insegnante di musica per le sue naturali doti di canto, che la incoraggia e la spinge ad un impegno maggiore.

La musica diventa così il centro della sua vita: inizia a studiare composizione con Dieter de la Motte e canto con Naan Pöld ad Amburgo, perfezionando gli studi prima a Monaco, poi a Milano.

Oltre al necessario studio del pianoforte Gloria ha anche studiato e suonato violino esibendosi come violinista nella "Camerata Accademica" e con l´orchestra del Mozarteum di Salisburgo, ha partecipato a diversi tour in parte e ha suonato tra gli altri, alla Carnegie Hall di New York e il Kennedy Center di Washington.

Come cantante, si è esibita al Puccini Festival di Torre del Lago e alla La Scala di Milano, con i Mozart Players di Londra presso la Dresda Semper Opera House e il Gewandhaus di Leipzig.

Risultati immagini per requiem a roma gloria bruniLa musica in tutte le sue espressioni diventa per Gloria Bruni un linguaggio universale, aperto a tutti e che da tutti può essere compreso ed rielaborato: l’essere umano, con i suoi sentimenti, la sua fede, le sue speranze è sempre il centro del suo universo.

Gloria Bruni inizia a farsi conoscere negli anni sempre di più come compositrice esplorando formati musicali molto diversi e sviluppando i temi a lei più cari, quello della musica religiosa e quello dell’infanzia, in ognuno dei quali si riconosce come un sigillo la sua scrittura caratteristica e la sua versatilità stilistica.

Compone così "Requiem a Roma", per coro e orchestra eseguito a Roma nel novembre 2000 e che è stata successivamente eseguita in Italia, Polonia, Germania, Austria e Israele, il musical "Uccelli di rovo” che ha debuttato nel 2009 in Galles, l’opera "Pinocchio” che ha debuttato ad Amburgo nel 2008 e che ha avuto due importanti produzioni italiane per il Teatro San Carlo (2013) e per il Teatro Regio di Parma (2015), la “Sinfonia n. 1 - Ringparabel” per coro e orchestra che, dopo il debutto amburghese (2012), è stata rappresentata con successo a Istanbul (2013) e a Minsk (2015).

Attualmente è impegnata nella composizione dell´opera "The Creation", a cui attualmente lavora con il designer di Amburgo Peter Schmidt e che vedrà, presumibilmente, la luce nel 2018.





















 

ALTRE NOTIZIE

Trapani. Rimosso un residuato bellico dagli artificieri su richiesta della prefettura.
Rinvenuto sulla spiaggia innanzi alle mura di Tramontana a Trapani, il residuato bellico è stato sottoposto immediatamente ad area interdetta -...
Leggi tutto
Strage di Capaci: ricorre oggi il 32° anniversario. La dedica della Fondazione Falcone alle vittime della strage di Casteldaccia.
Oggi 23 Maggio 2024, a 32 anni dalla strage di Capaci in cui morirono Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre poliziotti della scorta (Vi...
Leggi tutto
Trapani calcio. Caduta la imbattibilità stagionale (contro Cavese).
La terza giornata del triangolare della Poule Scudetto - serie D ha visto di fronte al Provinciale Trapani e Cavese. I risultati delle prime due gio...
Leggi tutto
Conclusa importante esercitazione della protezione civile. Tra i partecipanti anche l´affiliata ANAS "S.P.C.S"
Non vi preoccupate ci stiamo esercitando! Così comincia l’esercitazione “Salomone 2024” svoltasi dal 17 al 19 maggio. I volontari della Prote...
Leggi tutto
Borghi dei Tesori Roots Festival. Tre weekend dal 10 al 26 Maggio.
Borghi dei Tesori Roots Festival è parte quest’anno del progetto Italea Sicilia, che sceglie come testimonial uno dei volti più amati tr...
Leggi tutto
"Trapani Arabian Horse Cup" al via il 18 Maggio.
Al via, domani 18 Maggio, la “Trapani Arabian Horse Cup”. L’evento equestre, col patrocinio del Comune di Trapani, è stato organizzato dal Nuov...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web