Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 06/07/2018 da Direttore

Marsala - IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA ALTRI TRE DEBITI FUORI BILANCIO E DISCUTE SULLA PERDITA DELL’AUTONOMIA SCOLASTICA DELLA SCUOLA DI RANNA

Marsala
La seduta di Consiglio comunale di ieri pomeriggio è stata caratterizzata dall’approvazione di tre debiti fuori bilancio per complessivi 15 mila euro e da una articolata discussione sulla perdita dell’autonomia scolastica dell’Istituto Comprensivo “Giovanni Paolo II” che, verosimilmente potrà venire accorpato con un altra scuola. Nel corso dei lavori il Presidente ha anche fatto presente che a partire dal prossimo 10 luglio, e per complessive 4 sedute, il Consiglio comunale si riunirà per l’esame delle delibere propedeutiche alla trattazione del Bilancio di Previsione 2018. 

Questo in sintesi il resoconto della seduta, precisando che si può rivedere e riascoltare in maniera i lavori d’aula di ieri pomeriggio collegandosi con:
https://www.youtube.com/watch?v=dr0Ms-I2PgU (2^ parte)

Inizio seduta ore 17,15 - Presenti 19/30

Il Presidente Enzo Sturiano comunica che è stata assegnata la gestione del Palazzetto dello Sport e si augura, a tal riguardo, che tutte le criticità sollevate dai consiglieri nella precedente seduta siano state superate. Precisa che sono state contestate le condizioni previste nel bando che definisce penalizzanti per lo sport marsalese. Sottolinea ancora che l’Istituto comprensivo di Ranna, il “Giovanni Paolo II”, ha perso l’autonomia scolastica. Si rammarica di avere appreso a cose fatte della decisione sulla scuola di Ranna. Si sarebbe augurato di venire a conoscenza della questione a tempo debito. Critica l’azione di due dirigenti scolastici. Precisa che farà di tutto per vedere se vi sono ancora margini d’azione per evitare l’accorpamento con altri Istituti e quindi la perdita dell’autonomia scolastica della “Giovanni Paolo II”.

Il consigliere Giovanni Sinacori fa presente che l’Assessore Angileri le ha preannunciato una inchiesta per capire come è maturata la decisione. Precisa che l’Istituto comprensivo di Ranna gestisce 6 plessi per una consistente utenza. Rileva che vi sono dubbi e interrogativi che vanno chiariti. Non si può “perdere” un istituto per la mancanza di una classe o di pochi alunni. Ne va anche del prestigio della zona. Precisa che si tratta di un evento infausto.
Il consigliere Mario Rodriquez si trova d’accordo con gli interventi del Presidente e del consigliere Sinacori. 

L’Assessore Anna Maria Angileri precisa che gli istituti scolastici perdono l’autonomia se scendono sotto i 600 alunni. Fa presente di avere parlato con il provveditore, con il dottor Altomonte e con i sindacati, Precisa che la causa della perdita dell’autonomia è dovuta al trend discendente di alunni. L’ultimo dato è stato di 584 alunni. L’A.C. un anno addietro ha scritto alla ex provincia chiedendo di 

mantenere salve tutte le autonomie scolastiche marsalesi anche attraverso un riequilibrio delle classi dei vari Istituti. Precisa che vi è un andazzo che porta le famiglie a iscrivere i loro figli nelle scuole del centro e che depaupera quelle della periferia. In atto oltre alla “Giovanni Paolo II” rischiano anche la “Stefano Pellegrino”, la “Mario Nuccio” e la “Sirtori”. Per Ranna si prospetta la perdita del dirigente scolastico che verrà trasferito in altra sede. Informa, quindi, l’aula che è stata avviata un’azione con i Sindacati per razionalizzare la situazione. Le leggi purtroppo però non lasciano grandi spazi di manovra. Quando una scuola, infatti, va sotto i 600 alunni finisce con l’essere accorpata con un altro Istituto. Forse se si riesce a recuperare la popolazione scolastica e Ranna e si riesce a superare quota 600 studenti si potrebbe tentare di riottenere l’autonomia scolastica.
Il Vice Presidente Arturo Galfano lamenta che la politica sapeva dello status quo dell’Istituto “Giovanni Paolo II” e non lo ha fatto sapere al Consiglio comunale.

L’Assessore Angileri rigetta le accuse e ribadisce che l’A.C. ha fatto di tutto per salvare l’autonomia della scuola di Ranna. Nessuno si aspettava che la scuola andasse “sotto” i 600 alunni. 

La consigliera Letizia Arcara definisce l’Amministrazione “salottiera”. Dice che il caso è clamoroso. Critica l’operato dell’esecutivo che non affronta i temi importanti quali il ridimensionamento dell’aeroporto di Birgi, la chiusura della Casa di Riposo “Giovanni XXIII” e adesso anche la perdita dell’autonomia dell’Istituto comprensivo “Giovanni Paolo II”. L’A.C. non è capace di confrontarsi con il Consiglio. Chiede che venga convocato in Consiglio comunale il Dirigente dell’Istituto Comprensivo “Giovanni Paolo II”. 

Il consigliere Flavio Coppola lamenta che le leggi guardano solo ai numeri e non alla funzionalità della struttura. Non basta che l’A.C. faccia la nota. Il Sindaco o chi per lui avrebbe dovuto chiamare i dirigenti delle scuole a “rischio” e portare a conoscenza del Consiglio della delicata situazione. 

Il consigliere Aldo Rodriquez sottolinea che è da un anno che l’Assessore Angileri sapeva del dimensionamento di Ranna. Precisa che in precedenza ha perso l’autonomia la scuola Asta. 

Il consigliere Calogero Ferreri chiede se è vero che i genitori desiderano iscrivere i loro figli nelle scuole del centro e che cosa comporta tutto questo, considerato anche che c’è una certa denatalità. 

La consigliera Ginetta Ingrassia precisa che si sta parlando di dimensionamento scolastico che è gestito da una normativa assai complessa. Dichiara che della situazione sarà discusso in Commissione. Sottolinea che ogni anno emergono queste problematiche e che prima di tutto è importante dare scuole sicure e funzionali all’utenza e quindi ai giovani. 

Il vice presidente Galfano lamenta lo stato di degrado per le deiezioni dei cani in cui versa la via XI Maggio e le strade del centro storico dove la pulizia non è ottimale. Fa presente che i lavori a Palazzo VII Aprile forse sarebbe stato meglio iniziarli in un altro periodo.

Il consigliere Calogero Ferreri precisa che la qualità della vernice con cui si stanno facendo e/o rifacendo le strisce pedonali è pessima visto che dopo alcune ore, al transito delle auto, esse scompaiono. 

Il consigliere Aldo Rodriquez precisa che gli abitanti di Birgi Sotano lamentano la mancata pulizia della spiaggia e lo stato di degrado e abbandono del parcheggio realizzato solo qualche anno fa. 
Il consigliere Antonio Vinci chiede se è vero che è stata abrogata la legge per la stabilizzazione dei precari. E in caso positivo cosa succederà. 

Il vice Segretario e direttore del personale Nicola Fiocca fa presente che non vi è nessun provvedimento ufficiale ma solo una richiesta di chiarimento del Governo nazionale a quello regionale. Le operazioni di stabilizzazione al Comune di Marsala, continuano. 

I lavori d’aula vengono quindi sospesi per dieci minuti onde concordare sul come procedere. 
Alla ripresa il consigliere Michele Gandolfo precisa all’aula che ha avuto notizia che vi è stata una diffida per l’approvazione del Bilancio entro il 30 giugno. Chiede se è vero e come l’A.c. intende fronteggiare il debito fuori bilancio di quasi tre milioni di euro. Chiede se è vero che è arrivato all’Ufficio di Presidenza l’emendamento tecnico al Piano triennale delle Opere Pubbliche. 

Il Direttore Nicola Fiocca nel confermare che l’emendamento al Piano Triennale delle OO.PP. è già stato presentato all’Ufficio di Presidenza del C.C. precisa anche che è al vaglio dei Revisori l’emendamento tecnico al Bilancio e che domani (oggi per chi legge) sarà anche presentato al Consiglio. 

Il vice Presidente Arturo Galfano propone il prelievo dei punti 20, 21 e 22.
Il Consiglio approva con 24 voti favorevoli e 1 contrario

PUNTO 20
Relaziona il consigliere Giovanni Sinacori – Debito di 970,00 euro 
Votazione 23 favorevoli e 3 astenuti – Approvato
PUNTO 21
Relaziona il Consigliere Giovanni Sinacori – Debito di 6354,00 euro
Votazione 19 favorevoli e 2 astenuti - Approvato
PUNTO 22
Relaziona il Consigliere Giovanni Sinacori – Debito di euro 7616,00
Votazione 22 favorevoli e 3 astenuti - Approvato

Il Presidente Enzo Sturiano comunica che convocherà altre quattro sedute nei giorni 10, 12, 16 e 18 luglio per l’esame delle delibere propedeutiche al Bilancio. 

Il consigliere Antonio Vinci chiede il prelievo del punto 31. 

Il consigliere Giovanni Sinacori concorda con la richiesta del consiglieri Vinci. 

Votazione prelievo punto 31 
Il Consiglio approva con 15 favorevoli e 2 astenuti





Il consigliere Antonio Vinci illustra la mozione evidenziando l’utilità della sistemazione (bitumare) di questo pezzo di strada lungo 600 metri, ricadente nel territorio di Petrosino, che consentirebbe di alleggerire in particolare il traffico dei mezzi pesanti sulla vie Sucalora e Fornara. La sistemazione sarebbe possibile in convenzione con il Comune di Petrosino. 

Il consigliere Arturo Galfano chiede di sapere se la strada ricadente nel territorio di Marsala o di Petrosino. 

Il consigliere Antonio Vinci chiarisce che si tratta di un tratto di strada ricadente nel tratto di Petrosino. 

Il consigliere Giovanni Sinacori ravvisa che il tratto di strada è di grande valenza viaria ed anche economica. Chiede che il Comune di Petrosino sia compartecipe delle spese di bitumazione. Pur lodando l’iniziativa, desidera però capire prima di votare la mozione che cosa intende fare l’A.C. con la manutenzione delle strade. 

Il consigliere Antonio Vinci precisa che della questione si stava occupando l’ex Provincia prima dello scioglimento. Si rammarica che la sistemazione della strada non sia stata oggetto delle precedenti convenzioni stipulate con il Comune di Marsala. Chiarisce che si tratta di una semplice mozione per stimolare l’A.C.. Chiede che la mozione venga votata. 

La consigliera Ginetta Ingrassia precisa che di strade da sistemare ve ne sono tante e parla di “forzatura” qualora venisse approvata la mozione in esame. Chiede una pianificazione dell’azione di manutenzione generale delle strade. 

Il Presidente chiarisce il senso della mozione dicendo che essa, peraltro, non prevede alcun impegno di spesa. Chiude, quindi, la seduta – sono le ore 20,10.


 

ALTRE NOTIZIE

IL QUESTORE DELLA PROVINCIA DI TRAPANI, SALVATORE LA ROSA, RICEVUTO AL PALAZZO MUNICIPALE DAL SINDACO MASSIMO GRILLO
In visita istituzionale oggi al Comune di Marsala il Questore della Provincia di Trapani Salvatore La Rosa. Accompagnato dal Dirigente della Polstato ...
Leggi tutto
IL QUESTORE DELLA PROVINCIA DI TRAPANI, SALVATORE LA ROSA, RICEVUTO AL PALAZZO MUNICIPALE DAL SINDACO MASSIMO GRILLO
In visita istituzionale oggi al Comune di Marsala il Questore della Provincia di Trapani Salvatore La Rosa. Accompagnato dal Dirigente della Polstato ...
Leggi tutto
TRAPANI. SPACCIA MENTRE SI TROVA AGLI ARRESTI DOMICILIARI: I CARABINIERI ARRESTANO UNO SPACCIATORE PER LA SECONDA VOLTA
Nella giornata di mercoledì 2 dicembre, i Carabinieri della Stazione di Erice, con l’ausilio di personale del Nucleo Cinofili di Palermo Villag...
Leggi tutto
Smettere di fumare aiuta anche a risparmiare: ecco perché
Nel nostro Paese, il costo medio di un pacchetto di sigarette è di 5 euro. Se si pensa che ogni fumato...
Leggi tutto
Tavolo di concertazione del terzo settore per sostenere chi è in difficoltà a Carugate
la Presidenza della RETE ANAS (Associazione Nazionale di Azione Scoiale) Lombardia ha convocato il tavolo di concertazione, per il prossimo 4 dicembre...
Leggi tutto
FAVIGNANA: ALTRI 2 ARRESTI DEI CARABINIERI PER LA RAPINA IN VILLA DEL MAGGIO SCORSO
All’alba di mercoledì 2 dicembre, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Trapani e della Stazione di Favignana, coadiuvati nella f...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web