Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Economia il 20/04/2018 da Direttore

LA REGIONE SICILIA CALA LA SCURE SUI FONDI PER I TRASPORTI PUBBLICI. SICILIANI LASCIATI A TERRA DAL GOVERNO MUSUMECI

LA
Il Comitato di presidenza di Asstra Sicilia – Associazione Trasporti, nel corso di una
seduta di urgenza tenutasi a Palermo, ha analizzato la drammatica situazione che le
Aziende siciliane rischiano di subire a causa dei tagli alle risorse destinate al trasporto pubblico preannunciate dal Governo Musumeci.
Il taglio prevede di ridurre di oltre 23 milioni di Euro per l’anno in corso e di oltre 41milioni di Euro per il biennio 2019/2020 gli stanziamenti destinati all’espletamento del servizio di trasporto pubblico nelle città siciliane. Questa sarebbe la proposta del Governo Regionale – spiegano Claudio Iozzi (presidente di Asstra-Sicilia), Antonio Gristina (Presidente AMAT S.p.A. Palermo), Puccio La Rosa (Presidente di AMT Catania S.p.A.), Giovanni Foti (Presidente ATM –Messina), Massimo La Rocca (Amministratore Unico ATM S.p.A. Trapani), Vincenzo Asaro (Tua S.r.l. Trasporti Agrigento, gruppo Sais Trasporti) – determinando tagli superiori al 15% nell’anno in corso e di un ulteriore 11% nel prossimo biennio per un totale del 26% rischia in un sol colpo di cancellare il trasporto pubblico locale urbano ed extraurbano in Sicilia determinando inefficienze, diseconomie e sicuri licenziamenti per i lavoratori del comparto e pesanti ripercussioni sul servizio offerto ai cittadini. La proposta di riduzione degli stanziamenti contenuta nella legge di stabilità presentata dal Governo Musumeci – aggiungono i rappresentanti delle Aziende Siciliane che gestiscono il Trasporto pubblico locale – se attuata avrà, infatti, l’inevitabile effetto di determinare un forte squilibrio economico nei bilanci aziendali aprendo la strada a procedure di riduzione del personale impiegato.

“Proprio per questa ragione – proseguono – oltre a richiedere un urgente incontro con i
vertici della Regione Siciliana per affrontare la questione abbiamo deciso di convocare in
ogni azienda le organizzazioni sindacali per spiegare la drammaticità della questione e
valutare azioni comuni a difesa del TPL in Sicilia, delle aziende, dei lavoratori e dei
cittadini utenti. Quanto sta emergendo – concludono i componenti dell’Ufficio di
Presidenza di Asstra-Sicilia – rappresenta un evidente attacco al diritto al lavoro e alla
mobilità dei Siciliani ecco perché, in assenza di immediate e pronte rassicurazioni, siamo
pronti ad avviare ogni utile azione a tutela delle aziende e dei suoi lavoratori.
“Un segnale gravissimo e in totale controtendenza rispetto al resto del Paese. Dopo
la stabilizzazione del Fondo Nazionale Trasporti nessuna regione è mai intervenuta
per ridurre le risorse ai trasporti pubblici. Al contrario molte regioni anche al sud
hanno capito che il trasporto pubblico è un fattore di crescita per le collettività locali
oltre ad essere un collante sociale essenziale. Regioni come la Calabria e la Liguria,
che hanno molti meno abitanti della Sicilia, usufruiscono di fondi per il Trasporto
pubblico che superano di oltre il 50% l’ammontare delle risorse che la Sicilia
assegna al settore” Anche Massimo Roncucci, presidente dell’Asstra nazionale,
interviene a sostegno della tenuta del settore in una regione cruciale quale è la Sicilia.

"Dopo quanto accaduto nel triennio 2012-2015, con tagli del contributo regionale fino al 35%, rischiamo che una nuova batosta colpisca i servizi di trasporto pubblico urbani ed extra urbani.
Abbiamo appreso con grande stupore l´intenzione del governo Regionale di adottare, all´interno della legge di stabilità, una nuova politica di riduzione dei contributi del trasporto pubblico urbano ed extra urbano per il triennio 2018-2020.
Ciò comporterebbe, da una prima approfondita analisi, un taglio dei contributi del 15% per il 2018, un ulteriore 11% per il 2019 e 2020, che porterebbe nelle casse del Comune di Trapani e quindi di ATM Spa Trapani una riduzione di circa 1.000.000 € in 3 anni.
E´ ovvio che chi ne pagherà le spese, soprattutto, sarà l´utenza in quanto ATM Spa Trapani sarà costretta a rivedere e ripianificare il servizio offerto.
Ovviamente ci auguriamo che il governo Regionale torni indietro sui suoi passi, ma ad oggi non abbiamo buoni presagi.
ATM Spa Trapani farà di tutto insieme alle aziende del territorio siciliano e con il supporto di Asstra Sicilia (Associazione Trasporti) e Asstra Nazionale affinchè nulla accada e che il percorso di rinnovamento intrapreso dalla nostra azienda non subisca alcun fermo".

Ingegnere Massimo La Rocca, amministratore unico ATM SpA Trapani

 

ALTRE NOTIZIE

Corso sulla sicurezza sul posto di lavoro organizzato da ANAS
L´anas (Associazione Nazionale di Azione Sociale) regionale Lombardia, come è noto, ha organizzato  corsi di formazione sulla sicurezza d...
Leggi tutto
PANTELLERIA: UBRIACO ALLA GUIDA MINACCIA E OLTRAGGIA I CARABINIERI. ARRESTATO
Nella notte tra domenica e lunedì appena trascorsa i Carabinieri della Stazione di Pantelleria hanno tratto i...
Leggi tutto
MAZARA DEL VALLO: CONTROLLI A TAPPETO DEI CARABINIERI: 8 PERSONE DENUNCIATE E 4 SEGNALATE COME ASSUNTORI DI DROGA
Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio svolti negli ultimi giorni a Mazara Due e Salemi, i Carabinieri ...
Leggi tutto
Il lavoro è democrazia. Il PNRR occasione di sviluppo e di rilancio dell´economia del nostro Paese.
La recente manifestazione unitaria organizzata dai sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil tenutasi qualche giorno fa...
Leggi tutto
TRAPANI: NOTTE DI PASSIONE IN HOTEL SENZA PAGARE IL CONTO DENUNCIATA DAI CARABINIERI GIOVANE COPPIA
Nella giornata di ieri i Carabinieri della Sezione Radiomobile di Trapani hanno denunciato una giovane coppia, entra...
Leggi tutto
Cedimento sulla strada che porta alla stazione ferroviaria di Castellammare del Golfo. La frana dal costone tufaceo prima del bivio per la spiaggia Playa.
«In corso un sopralluogo sulla strada 187 che conduce alla stazione ferroviaria di Castellammare, poco prima del bivio nord per la spiaggia Playa, dov...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web