Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 13/02/2018 da Direttore

GRAN GALA’ DEL FOLKLORE CON BRASILE - CALABRIA E SICILIA

GRAN
Bello, coinvolgente e colorato il Festival Internazionale del Folklore abbinato al 60° Carnevale di Castrovillari, manifestazione organizzata dalla Pro Loco cittadina. L’epilogo si è avuto con il “ Gran Galà” presso il Teatro Sybaris con la manifestazione presentata da Carlo Catucci affiancato da Georgia Nicoletti. Negli anni, tanti sono stati i gruppi folclorici che hanno preso parte alla manifestazione, gruppi nazionali ed esteri. Usi, costumi, tradizioni, saperi e sapori si sono intrecciati a coreografie attraverso canti e balli tipici, delle tradizioni culturali ed etniche del proprio Paese di origine. Il sipario si è aperto con l’esibizione degli “Sbandieratori di Vicari”. Il rullio dei tamburi e lo squillo delle clarine, hanno portato il popolo del carnevale in un contesto storico, creando l’atmosfera d’altri tempi. Poi suoni magici, movimenti armoniosi ed eleganti, ritmo crescente, hanno reso lo spettatore veramente partecipe con le antiche note dei balli brasiliani e i movimenti di Samba del Gruppo “CORES E MAGIA BRASIL” . A seguire il gruppo ospitante la kermesse: “I Piccoli e i Grandi” del Gruppo Folklorico della Pro Loco. Di scena quadri della tradizione popolare con uno spettacolo improntato sui giochi che si facevano in occasione delle feste da ballo rigorosamente a tempo di tarantella. Un colpo d’occhio non indifferente. Sul palco ad esibirsi tra danze e canti, oltre 100 ballerini. Ad introdurli, il direttore artistico Gerardo Bonifati grande culture delle tradizioni popolari. Tradizioni che sono poi seguite con l’esposizione della maschera che ha accompagnato questa edizione, ovvero Organtino, che trae le sue origini dalla farsa dialettale di Cesare Quintana e che fa salire le origini del Carnevale di Castrovillari al 1635. Le maschere rigorosamente in cartapesta che sono state indossate per la rappresentazione teatrale della dall’Associazione Culturale “Aprustum”, sono state realizzate dai professori Mimmo Martire e Maura Bianchini, i costumi da Francesca Tocci la realizzazione dalla Sartoria “ Conte di Marene”. E dalla Calabria alla Sicilia, la regione a cui quest’anno il Focus è dedicato. Sul palco del Sybaris, il gruppo “Taratatà” Castel Termini di Agrigento. Il nome onomatopeico, deriva dal suono ritmato di uno dei più grossi tamburi arabi che comandano la danza delle spade legata alla “Festa di santa Croce”. Poi di scena la bellezza e la briosità dei canti e dei balli del Gruppo Folklorico “Città di Castrovillari” diretto da Antonio Notaro direttore artistico dell’Estate Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino”. Su alcuni versi del poeta castrovillarese, Luigi Russo un tributo alla bellezza e all’amore. Ed ancora amore per la propria terra con il gruppo “ I piccoli del Mandorlo” direttamente dalla Valle dei Templi di Agrigento. Una nuova realtà nel panorama del folk siciliano e della scuola di folklore “Fiori del Mandorlo”; questo fiore che ha visto nascere non solo miti e leggende, come quella di Fillide ed Acamante, ma anche la manifestazione conosciuta in tutto il mondo e che quest’anno compie 73 anni. A chiudere la serata “ I Castruviddari”, gruppo che nasce nel 2003 in seno all’Associazione Culturale “Aldo Schettini” compianto padre del folklore castrovillarese. L’intento è quello di stimolare attraverso il passato, le nuove generazioni al fini di comprendere le proprie radici e costruire un futuro migliore. Presente alla serata, il gota della FITP (federazione italiana tradizioni popolari) e dello IOV Italia. A portare i saluti dell’amministrazione, il presidente del consiglio comunale di Castrovillari, Piero Vico; per il Parco del Pollino presente il neo direttore Giuseppe Melfi. Più che soddisfatto per la riuscita della serata, il presidente della Pro Loco, Eugenio Iannelli. Prima di far calare il sipario sul “Gran Galà del Folklore”, è stato premiato il gruppo vincitore delle serenate tradizionali, intitolate al compianto Gianni Francomano. A premiare il gruppo “Sister Pac” ( gruppo che si è rifatto alle più famose Sister Act) Fernando Loricchio, uno degli organizzatori, insieme a Giovanni De Santo, della “Sirinata d’a savuzizza” che riprende l’antico rituale carnascialesco castrovillarese delle “Mascherate” e che ha coinvolto in tre serate, attraverso canti e balli il rione “Pantaniddo” invaso da oltre 4 mila visitatori

 

ALTRE NOTIZIE

Questomondodimax e degli inseparabili Ciuk, Ciarlino Gustavo e Dari, le scatole del PD
La satire è sempre stata segno ironia e di libertà sia per l’autore che per la società. Le vignette non solo sono satira ma sono ...
Leggi tutto
Sabotaggio al Nord Stream 1 e 2: un pizzino alla Germania...
Volontari per Soccorritore di animali saranno formati a Torino dalla rete ANAS
Il 15 e 16 ottobre nella sede territoriale della rete ANAS (Associazione Nazionale di Azione Sociale) Piemonte sito a Druento (TO) in strada la rubbia...
Leggi tutto
Un duro colpo al territorio Iblea salta la fiera agroalimentare
Era divenuta fiore all´occhiello della provincia iblea e, potremmo dire anche della Sicilia e del Sud Italia. “Semplicemente clamoroso. La Fiera...
Leggi tutto
a Torino nella sede ANAS sarà Presentato il romanzo sotto le stelle di Fred
Sabato 16 ottobre alle ore 16.00  l´U.N.A.D.A.V (Unione Nazionale Associazioni di Volontariato e Protezione Civile), affiliata ANAS, organizza p...
Leggi tutto
A Collesano tutti insieme per l´acquisto di un mezzo per disabili con sport e musica
Il mese di ottobre per la rete associativa Anas  (Associazione Nazionale di Azione Sociale) inizia con una serie di manifestazione su tutto il territo...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web