Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 15/12/2017 da Direttore

Marsala, all’I.C. “S. Pellegrino” la II edizione del convegno “Ho giurato di non stare mai in silenzio”: danza, cinema e testimonianze di esperti per formare giovani e adulti alla parità di genere

Marsala,
“La violenza contro le donne è forse la più vergognosa violazione dei diritti umani. Non conosce confini né geografia, cultura o ricchezza. Fintanto che continuerà non potremo pretendere di aver compiuto dei reali progressi verso l’uguaglianza, lo sviluppo e la pace”.

Le parole di Kofi Annan hanno aperto la II edizione del convegno “Ho giurato di non stare mai in silenzio” organizzato dall’Istituto comprensivo “Stefano Pellegrino” di Marsala già dallo scorso anno “presidio territoriale contro la violenza sulle donne” grazie alla collaborazione con: Comune, consorzio Solidalia e associazione Metamorfosi.

A aprire la II edizione sono stati i ballerini Giovanna Panicola e Giovanni Paladino (campioni italiani di ballo, in quanto terzi classificati alle competizioni di Rimini) che hanno danzato rappresentando la violenza e la pacificazione di una coppia. Poi, a fare gli onori di casa è stata la dirigente scolastica Nicoletta Drago: “i ragazzi saranno i nostri paladini – ha detto la preside –, porteranno fuori da qui questo messaggio per educare alla parità dei generi a partire dagli strumenti normativi, primo fra tutti l’ Art. 3 della nostra Costituzione”. Infatti proprio due alunne hanno preso la parola sottolineando la necessità di fare rete, di creare legali per rompere le violenze silenziose che si nutrono dell’indifferenza del mondo, Il dibattito non ha puntato sulle forme di violenza, ma anche su altre disparità nel mondo del lavoro.

A parlarne è stata il giudice Caterina Greco: “Già l’articolo 37 della Costituzione dice che la donna lavoratrice ha gli stessi diritti dell’uomo. Il Costituente aveva già capito nel 1948 la difficoltà di conciliare i tempi tra casa e lavoro. Tuttavia le prime leggi a tutela della maternità arrivano 30 anni dopo, nel 71 e nel 77, ma ancora non si parla di azioni positive per ridurre la differenza di genere. La prima legge in questo senso arriva negli anni 90 per una maggiore condivisione di entrambi i sessi della cura della famiglia e degli anziani. Al sud infatti c’è un modello di società mediterraneo. I soggetti deboli sono a carico della famiglia e cioè a carico della donna. Se questo non viene risolto la parità non si potrà mai realizzare. In Italia la parità di genere è lontana, e deve essere ribadito che sul lavoro, in caso di atti discriminatori (anche le molestie lo sono) giudice può intervenire direttamente”.

Un messaggio forte di speranza è stato lanciato dall’avvocato Manuela Linares, da anni impegnata nell’azione di mediazione familiare: “Oggi io sono strumento di una voce: quella di una donna di Castelvetrano che si è sottratta alle violenza del marito. Il centro Le Onde di Palermo ha segnalato lei tra 6 che a Roma sono state accolte dal presidente Mattarella e dalla Boldrini”. Manuela Linares ha letto la lettera scritta dalla donna: “Dopo la nascita dei primi tre figli le violenze da psicologiche sono diventate fisiche. Ho avuto timore di perdere i figli più grandi. Poi sono scappata e sono andata in ospedale col mio figlio piccolo. Dopo un mese ho denunciato cominciando un calvario di processi. Dopo 9 anni lui è stato condannato, ma è ancora libero. I miei figli non hanno accettato la mia decisione di andare via. Ma l’ho scampata. Morirò di morte naturale, non tra le mani di un orco. Però nella causa civile hanno deciso che i figli dovevano stare col padre. La giustizia non è stata completata. Sono una mamma spezzata”.

Purtroppo anche tra gli immigrati si registrano episodi di violenza incredibili: “Una ragazza figlia di immigrati – ha continuato l’avvocato – ha subito dal fratello violenze sessuali fin da piccola, ma ha trovato il coraggio di denunciarlo quando l’uomo ha ripetuto questi atti contro la sorellina di otto anni. Poi ha confessato, ma ha detto che non si è pentito. Ora ci sarà l’appello”. A rappresentare il Comune di Marsala è intervenuta la consigliera Linda Licari: “Ogni giorno noi donne combattiamo piccole battaglie. Siamo travolte dal fatto di essere donne e doverci imporre e spesso diamo fastidio se ci mostriamo teste pensanti. Eventi come questo sono fondamentali per la formazione di una società che sia pari”.

“Una ragazza che scappa dal suo paese perché subisce violenza vive due violenze, e spesso incontro ragazze che hanno avuto l’illusione di liberarsi, ma poi qui sono state costrette a prostituirsi dietro minaccia che, se si fossero rifiutate, le loro famiglie sarebbero state uccise – ha ribadito Maria De Vita, psicologa e presidente del Consorzio Solidalia -. Soffrono il distacco dalle loro famiglie sapendo di essere tacciate come donne che si prostituiscono. A Paceco però le suore ultra ottantenni le hanno accolte. E ora una ragazza lavora in una parrucchiera importante a Trapani, lei ce l’ha fatta. Una cliente si è però lamentata, diceva che faceva puzza, il titolare l’ha invitata a scegliere un’altra parrucchieria”. All’incontro ha preso parte anche la tenente dei carabinieri Virginia Coni, comandante del Nucleo Operativo Radiomobile di Marsala, giovane donna che ha portato il saluto dell’arma e ha invitato a rivolgersi ai carabinieri per denunciare le violenze di genere.

“Il lavoro del centro antiviolenza del Comune – ha detto Anna Maria Bonafede, presidente dell’associazione Metamorfosi che a breve riprenderà i laboratori di sensibilizzazione nell’I.C. “Pellegrino” – è quello di sensibilizzare e stilare un protocollo condiviso per aiutare le donne. Per comprendere come stanno le cose abbiamo somministrato un questionario a 100 donne in tutta Marsala. Ebbene, per le donne marsalesi il fenomeno della violenza non esiste. Registriamo un’omertà profonda. Noi mamme di figli maschi dobbiamo fare un lavoro su di loro. È faticoso trovare il tempo. Ma il tempo speso per i bambini non è mai vano. Ecco perché siamo qui: il tempo speso nelle scuole è un investimento grande.

L’anno scorso nei plessi Gabelli e Bufalata abbiamo lavorato sugli stereotipi che vanno spezzati per parlare seriamente di parità. Anche quest’anno i laboratori si terranno in questa scuola”. A chiudere l’incontro è stato Massimo Licari, presidente dell’associazione Skenè e regista del film “Mai più Veronica”: “È una storia vera avvenuta nella nostra città circa 50 anni fa. Una bambina di 16 anni ricevette le avance da un mafioso fu rapita e violentata. Il padre non accettò il matrimonio riparatore, ma accettò di mandarla fuori dal paese. Io ho interpretato il padre e mia figlia ha interpretato la figlia e ho pianto. Mi sono sentito guidato. Ma sento di dire che l’omertà c’è ancora”. Accorato l’appello del l’attrice Eleonora Bongiorno: “Dobbiamo saper ascoltare il silenzio delle nostre bambine. È più rumoroso del baccano”. L’evento è stato moderato da Chiara Putaggio.

 

ALTRE NOTIZIE

Il direttore generale Areu, incontra il Presidente ANAS Lombardia e il Presidente della consulta Nazionale per definirà l´offerta formativa sanità 2024
In data odierna il Presidente ANAS Lombardia nella persona della Dott.ssa Anna Lo Bosco e il Presidente della consulta nazionale Giuseppe Coniglio, so...
Leggi tutto
A.N.A.S Nazionale e FITA Sicilia vi invitano all´evento conclusivo del progetto "Fuori dagli Schermi"
Giovedì 16 maggio presso i Teatro Savio di Palermo, a partire dalle ore 10:30,  si terrà l´evento conclusivo del progetto "Fuori d...
Leggi tutto
Cefra: la presidenza regionale Lombardia convoca le associate ANAS
Il presidente ANAS Regionale Lombardia ha convocato  per oggi alle ore 16:00 un´assemblea, alla quale parteciperanno tutte le associate, per pre...
Leggi tutto
Bagheria, Conferenza: Di “donne” e di “miti”. Una storia per immagini
Si terrà sabato 16 marzo 2024 alle ore 17,30 presso la Sede di BCsicilia – Dimora Storica Mineo – Cirrincione in Via Sant’Elia, 5 a Bagheria la...
Leggi tutto
Ecco “Pedagogia Interiore” il rivoluzionario metodo educativo per una scuola nuova, il nuovo libro della prof.ssa Mariangela di Pasquale
“Dicono che il primo amore non si scorda mai. Credo che sia così anche per un insegnante appassionato che conosce la sua prima classe. E&...
Leggi tutto
Parte da Napoli la prima data dello spettacolo “L’infinito dei campi di Grano” di Roberto Michelangelo Giordi, con la regia di Giancarlo Moretti
È edito da Mariù edizioni, il libro scritto da Roberto Michelangelo Giordi da cui è tratto lo spettacolo “L’infinito dei campi di grano”...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web