Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 30/09/2017 da Direttore

M5S: " I contadini profeti vengono derisi e criminalizzati. Combatteremo battaglia di tutela attraverso tutti i livelli istituzionali, fino alla fine, al fianco del movimento contadino Simenza, che raggruppa i produttori dei grani antichi siciliani"

M5S:
I grani antichi siciliani sono sotto attacco. Essi rappresentano un’eccellenza che tutto il mondo ci invidia per le straordinarie proprietà nutritive. Oggi in Sicilia risultano seminati a grano duro circa 290.000 ettari, ma di questi solo 3.000 sono coltivati a “grani antichi”. In appena un secolo, almeno un centinaio di grani antichi sono spariti dal paesaggio siciliano. Oggi ne sono sopravvissuti 52, grazie al lavoro lungimirante di pochi contadini-profeti, per decenni isolati, derisi quando non criminalizzati. Ma di recente è successo un fatto che definire assurdo è poco". E´ quanto dichiara l´europarlamentare del Movimento 5 Stelle Ignazio Corrao, autore di strenue battaglie parlamentari a tutela delle eccellenze agroalimentari del territorio. "Un attacco volgare e che potremmo definire quasi blasfemo - spiega Corrao -. La società «Terre e Tradizioni», con sede in Verona ha fatto recapitare a tutte le aziende siciliane, le quali commerciano prodotti contenenti il grano «Timilia», una lettera di diffida al fine di segnalare che la denominazione TIMILIA è un marchio registrato e invitare le aziende a cessare con effetto immediato l’utilizzo del nome Timilia. Nella seconda metà del secolo scorso il Timilia era giunto quasi alla totale estinzione, a causa della diffusione delle colture di massa con varietà limitate e di gran resa; oggi molti agricoltori siciliani, grazie alla maggiore sensibilità verso la coltivazioni più naturali e i prodotti biologici, hanno deciso di riprendere a coltivarlo, ricavando una farina naturale che ne fa un prodotto raro e pregiato. Il Timilia è oggi coltivato soprattutto da piccole aziende che producono prodotti tipici della tradizione siciliana. Il Timilia è menzionato, come frumento tipico siciliano, nella pubblicazione n. 9 del 1942, della Stazione Sperimentale di Granicoltura della Sicilia, dal titolo «I frumenti siciliani». Non solo! La società veronese si è impossessata anche dell’utilizzo privatistico delle storiche denominazioni degli “ANTICHI GRANI SICILIANI” (Timilia, Maiorca, Russello…) e della stessa definizione generale di “ANTICHI GRANI SICILIANI”, tutti “marchi registrati” – dal 2013. Per questo motivo, al fine di evitare un danno economico gravissimo, insostenibile, per tutte le aziende siciliane che commerciano prodotti contenenti il grano siciliano Timilia, abbiamo chiesto alla Commissione un parere rispetto a questa ignobile pretesa e come intendesse tutelare i produttori siciliani della Timilia. La risposta - sottolinea l´europarlamentare Corrao - della Commissione, per bocca del Commissario Vytenis Andriukaitis, è chiara: “un marchio d´impresa registrato può essere dichiarato nullo se esso è composto esclusivamente da segni o indicazioni che nel commercio possono servire a designare la specie, la provenienza geografica, o altre caratteristiche del prodotto. I produttori siciliani sono pertanto liberi di richiedere una dichiarazione di nullità del marchio in questione secondo le norme italiane in materia di diritto dei marchi”. Questo riconoscimento è sicuramente un passo in avanti significativo, ma è solo l’inizio. Poco importa se nel frattempo la società veronese ha rinunciato alla titolarità dei marchi proponendone la cessione “a un centesimo” alla Stazione sperimentale di granicoltura di Caltagirone (struttura della Regione Siciliana). Siamo alla follia. Vendere ai siciliani ciò che è già dei siciliani! Combatteremo questa battaglia attraverso tutti i livelli istituzionali, fino alla fine, al fianco del movimento contadino Simenza, che raggruppa i produttori dei grani antichi siciliani. L’obiettivo - conclude l´eurodeputato alcamese - è non solo la cancellazione dei marchi che rubano la nostra storia, ma anche una decisa politica di slancio e promozione della produzione dei grani antichi una volta al governo della Sicilia".

 

ALTRE NOTIZIE

CASTELVETRANO: DENUNCIATO L’AUTISTA DEL PULLMAN RIMASTO INCASTRATO TRA LA SBARRE DEL PASSAGGIO A LIVELLO
È stato denunciato dai Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Castelvetrano, per danneggiamento e interruzione di pubblico servizio,...
Leggi tutto
PANTELLERIA: MAXI SEQUESTRO DI HASHISH. TRE ARRESTI DEI CARABINIERI. C’E’ ANCHE UNA DONNA
I Carabinieri della Stazione di Pantelleria, nel fine settimana appena trascorso, hanno sequestrato 138 Kilogrammi di hashish, suddivisi in oltre 1.30...
Leggi tutto
MAZARA DEL VALLO. CONTROLLI A TAPPETO DEI CARABINIERI
I Carabinieri della Compagnia di Mazara del Vallo, nei giorni scorsi, hanno svolto una serie di controlli del territorio incentrati principalmente sul...
Leggi tutto
Termini Imerese. A tavola con i Legumi: presentazione libro, conversazione, cena
Organizzato da BCsicilia, in collaborazione l’Associazione “Legumi siciliani” e la rivista “Sicilia Agricoltura” si terrà venerdì 10 dic...
Leggi tutto
Difendiamo il Terzo Settore che è un Patrimonio Sociale insostituibile Con ANAS
La  presidenza della Rete ANAS (Associazione Nazionale di Azione Sociale) dove avere appreso della conversione del Decreto legge fiscale, al Senato, c...
Leggi tutto
Sicurezza Alimentare pediatrica con ANAS Lazio
A Roma, nella sala convegni della sede operativa di Anas Lazio, unitamente a Anas Torrevecchia, cardiores, pane sociale e Ale for life si continuano l...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web