Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 29/09/2017 da Direttore

Il 28.9.17 una chiusura prolungata del passaggio a livello, in orario di punta, che collega Strasatti e Petrosino, con una fila chilometrica di automobilisti dai due lati

Il
GASPARE BARRACO: " Il 28.9.17 una chiusura prolungata del passaggio a livello, in orario di punta, che collega Strasatti e Petrosino, con una fila chilometrica di automobilisti dai due lati.Soluzione: spostare gli incroci a Ramisella.

La risposta agli aerei (Ryanair ecc.) per i tragitti terreni italiani sono i treni ad alta velocità: Trapani-Messina e Reggio Calabria-Roma.

II 26.9.17 altro giorno di passione per i viaggiatori e per gli automobilisti dietro i passaggi a livello.con il treno 26625 causati dal sistema Ssc. I pendolari diminuiscono e ritardano a ritornare i Minuetto.Dal Prefetto avevo chiesto di sostituire il sistema SSC con il sistema Scmt. Saltato l´inizio dei lavori per la via Milo...Mai soppressione della Ferrovia, anche se il treno 26625 ci offre viaggi disastrosi, con cittadini dietro i passaggi a livello.Le soluzioni ci sono.

Intanto l´inizio dei lavori per il 18.9.17 per la via Milo non è iniziato per la sistemazione dei binari, bensì per sistemare alcuni marciapiedi e i fabbricati. Per i binari Rfi è ferma alla stesura del progetto per la successiva approvazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica,. Poi si deve approvare il progetto definitivo e poi quello esecutivo. Direi più viaggi in treno e meno viaggi in aereo: soluzione contro il riscaldamento del Pianeta".

Il 28.9.17 sono sceso dal treno proveniente da Trapani che faceva incrocio con il treno proveniente da Castelvetrano. Il treno proveniente da Trapani aveva avuto diversi episodi di blocco per il cattivo funzionamento del sistema di sicurezza SSC. Arrivati al passaggio a livello che collega Strasatti con Petrosino ho visto una fila di auto di circa un chilometro per i due lati e alcuni che mi conoscevano che mi hanno invitato a scrivere articoli per accusare questo disservizio.La soluzione è spostare gli incroci in zona Ramisella raddoppiando i passaggi a livello in quella zona. Giovedi scorso, invece, siamo arrivati a Marsala centro in orario (7,30), il dopo un disastro fino a Trapani. Considerato che i viaggiatori vedono in me un interlocutore valido con Trenitalia, mi hanno sollecitato a chiamare il Direttore regionale di Trenitalia, ingegnere Maurizio Mancarella. Il Direttore di Trenitalia,con cui ci diamo del TU,mi ha immediatamente risposto, come sempre, e cercato di sollecitare il DCO ( Dirigente della Centrale Operativa) di Palermo. Sono stato in contatto diretto con il Capotreno che, come gli altri, mi rispetta e risponde alle mie domande, come sempre. Mai era capitato che il treno viaggi con il sistema di sicurezza di "marcia a vista" fino a Trapani. In genere la "marcia a vista" è per tre passaggi a livello uniti con un solo comando e non per tutti. Alla fine il treno 26625 è arrivato a Trapani con ben 90 minuti di ritardo.A quanto pare il sistema di sicurezza della tratta segnalava il rischio nei passaggi a livello come fossero aperti, ma erano tutti chiusi.Il treno forse viaggiava a "marcia impedita".Il treno ha viaggiato per 30 chilometri con i rallentamenti per "marcia a vista" per ogni passaggio a livello. In ogni passaggio a livello vi erano file enormi di auto di gente disperata fuori dalle auto. Credo che occorra la mobilitazione di tutti i sindaci interessati alla Ferrovia e di tutta deputazione regionale e nazionale, magari, per una grande manifestazione, con la presenza di noi viaggiatori, che sappiamo quali sono i problemi e abbiamo delle proposte risolutive, per questo mezzo di trasporto sicuro ed ecologico. Da quanto formai il primo comitato pendolari in Italia, era il 1996, con autorevolezza e non autorità, son riuscito a farmi ascoltare dalla direzione delle Ferrovie, con incontri operativi, anche in una tavola rotonda anche a Palazzo dei Normanni con la deputazione regionale,invitato ufficialmente.Infiniti incontri, anche, nell´ Assessorato regionale ai Trasporti a Palermo, Essendo anche, e non guasta laureato in Ingegneria Civile della sezione Trasporti. Mi dispiace per i cittadini che perdono il loro tempo prezioso dietro i passaggi a livello: le soluzioni ci sono.Bruxelles aspetta i progetti per la Ferrovia.Mai chiedere la soppressione della Ferrovia. Facile sopprimere, difficile migliorare, un servizio.Mai togliere servizi!
Intanto l´inizio dei lavori per il 18.9.17 per la via Milo, chiusa nel mese di febbraio 2013, non è iniziato per la sistemazione dei binari, bensì per sistemare alcuni marciapiedi e i fabbricati. Per i binari Rfi è ferma alla stesura del progetto per la successiva approvazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica,. Poi si deve approvare il progetto definitivo e poi quello esecutivo. Direi più viaggi in treno e meno viaggi in aereo: soluzione contro il riscaldamento del Pianeta".
Il 26.9.17 altro giorno di passione per i viaggiatori e per gli automobilisti dietro i passaggi a livello.con il treno 26625 Castelvetrano-Trapani causati dal sistema SSC. I pendolari diminuiscono e ritardano a ritornare i Minuetto. Il sistema di sicurezza SSC ha bloccato il treno senza motivo più volte nella tratta Mazara Del Vallo-Trapani, lasciando i passaggi a livello chiusi per decine di minuti, il tutto in un orario di punta dalle 730 alle 9.00. Per questi 50 km ha accumulato un ritardo di 50 minuti. Ho informato il Direttore Regionale di Trenitalia Maurizio Mancarella che mi ha scritto:" Sole scusa.Non ci sono altre parole".

Ho chiesto nella riunione dal Prefetto con i dirigenti di Trenitalia e Rfi, un anno addietro, di sostituire il sistema di sicurezza SSC con sistema SCMT. Infine la risposta agli aerei (Ryanair ecc.) per i tragitti terreni italiani sono i treni ad alta velocità: Trapani-Messina e Reggio Calabria-Roma. La speranza è l´ultima a morire.

 

ALTRE NOTIZIE

CASTELVETRANO: DENUNCIATO L’AUTISTA DEL PULLMAN RIMASTO INCASTRATO TRA LA SBARRE DEL PASSAGGIO A LIVELLO
È stato denunciato dai Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Castelvetrano, per danneggiamento e interruzione di pubblico servizio,...
Leggi tutto
PANTELLERIA: MAXI SEQUESTRO DI HASHISH. TRE ARRESTI DEI CARABINIERI. C’E’ ANCHE UNA DONNA
I Carabinieri della Stazione di Pantelleria, nel fine settimana appena trascorso, hanno sequestrato 138 Kilogrammi di hashish, suddivisi in oltre 1.30...
Leggi tutto
MAZARA DEL VALLO. CONTROLLI A TAPPETO DEI CARABINIERI
I Carabinieri della Compagnia di Mazara del Vallo, nei giorni scorsi, hanno svolto una serie di controlli del territorio incentrati principalmente sul...
Leggi tutto
Termini Imerese. A tavola con i Legumi: presentazione libro, conversazione, cena
Organizzato da BCsicilia, in collaborazione l’Associazione “Legumi siciliani” e la rivista “Sicilia Agricoltura” si terrà venerdì 10 dic...
Leggi tutto
Difendiamo il Terzo Settore che è un Patrimonio Sociale insostituibile Con ANAS
La  presidenza della Rete ANAS (Associazione Nazionale di Azione Sociale) dove avere appreso della conversione del Decreto legge fiscale, al Senato, c...
Leggi tutto
Sicurezza Alimentare pediatrica con ANAS Lazio
A Roma, nella sala convegni della sede operativa di Anas Lazio, unitamente a Anas Torrevecchia, cardiores, pane sociale e Ale for life si continuano l...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web