Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Tempo libero il 21/04/2017 da Direttore

LA SECONDA GIORNATA DELLA FIERA DELLA BIODIVERSITA ALIMENTARE DEL MEDITERRANO: IL PROGRAMMA DI VENERDI’ 21APRILE.

LA
Venerdì 21 aprile, ore 9,30, apertura al pubblico dell’area espositiva della Fiera della Biodiversità Alimentare Mediterranea all’Orto Botanico di Palermo. Per l’occasione saranno previste numerose attività nel corso della giornata: al mattino appuntamento con il convegno “La biodiversità alimentare del mediterraneo tra terra e mare” a Palazzo Comitini (Sala Martorana); a seguire laboratori “del Gusto”, esposizioni artistiche e dalle ore 19, spazio ai giovani con musica, balli e sfilate interculturali per la “Festa Delle Culture Mediterranee”.

Palermo, 21 aprile 2017 – La seconda giornata della Fiera della Biodiversità Alimentare Mediterranea, offre un ricco programma di eventi tra la sede dell’Orto Botanico di Palermo, con l’apertura della Area Espositiva, con oltre 40 produttori, ed il convegno sullo “stato di salute” della biodiversità marina e costiera.
L’appuntamento in Fiera prenderà il via alle ore 09,30 con l’apertura al pubblico degli stand espositivi delle aziende agroalimentari aderenti e provenienti da ogni provincia siciliana. Dalle specialità dolciarie “Monrealesi” alle conserve ed i rosoli di Calatafimi-Segesta, passando per le confetture di Paternò (Ct), i legumi di Ragusa alle delizie da forno della Valle del Belice sono solo alcune delle eccellenze alimentari che sarà possibile provare e acquistare direttamente in Fiera “dal produttore al consumatore”. Durante il corso della giornata all’Orto Botanico si alterneranno i laboratori ludico-ricreativi dedicati ai più piccoli ed inseriti nell’evento “Le Magie del Cibo” a cura di Giba e Mimì (in Fiera sino a Sabato 22 aprile). Inoltre, saranno messe in mostra, per tutta la durata della Fiera, le opere pittoriche di Antonio Nicchita dal titolo “Pescheria”: una selezione di dipinti ad olio raffiguranti i banchi delle nostre pescherie.
Alle ore 10,00 la prima tavola rotonda della giornata presso Palazzo Comitini (“Sala Martorana”) organizzata dalla Citta Metropolitana di Palermo e da IDIMED, che sarà incentrata sul tema della biodiversità marino-costiera e che vedrà anche un approfondimento sulla “Sicurezza Alimentare”, sempre più al centro della pubblica attenzione, soprattutto con riferimento alla tutela dei consumatori. In particolare il convegno “Biodiversità Alimentare del Mediterraneo” intende approfondire i temi dell’identità biologica, botanica, delle cultivar nostrane e delle tipicità mediterranee da salvaguardare. Introduce i lavori Sergio Marino, Assessore Igiene e sanità – Comune di Palermo, seguono gli interventi istituzionali di Dario Cartabellotta, Dirigente Generale Dipartimento Regionale Pesca Mediterranea, Rosario Schicchi, Direttore Orto Botanico – Unipa, Salvatore Fiore, Direttore Dottori Agronomi e Forestali di Palermo, Vincenzo Cusumano, Direttore Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia, Gaspare Marano, Dirigente IPSSEOA “P. Piazza” di Palermo e Giuseppe Carruba, presidente IDIMED. Modera le attività Paola Inglese. Molti, inoltre, gli interventi qualificati da parte di professionisti di settore, come Federico Butera, Professore Emerito del Politecnico di Milano, Giovanni Tumbiolo, Presidente del Distretto Produttivo della Pesca – Cosvap, Baldassare Portolano, Università degli Studi di Palermo, Francesco Sottile, Slow Food International e Sandro Dernini, Segretario Generale IFMED (Fondazione Internazionale della Dieta Mediterranea). Conclude i lavori il Vice Presidente di Anci Sicilia, Paolo Amenta.
“La giornata di domani segna un momento di continuità con quanto fatto nelle precedenti edizioni e che stiamo continuando a portare avanti nel quotidiano insieme al Comune di Palermo anche sul tema della sicurezza alimentare a livello europeo - commenta Bartolo Fazio, Presidente del Comitato Organizzatore della Fiera – intendiamo infatti costruire nuove strategie di promozione ed educazione ai corretti stili di vita attraverso l’incontro delle aree interne e rurali con quelle urbane e cittadine e i loro piani strategici. Soltanto con l’unione di tutte le migliori risorse ed energie – conclude Fazio – è possibile gettare le basi per una rinnovata cultura mediterranea con al centro, proprio la città di Palermo”. Dello stesso avviso Filippo Spallina, Dirigente Responsabile dell’Area Metropolitana di Palermo: “Oggi è necessario costruire alleanze di produzione e consumo per creare sviluppo sostenibile per tutti e garantire salute, sicurezza e benessere alla cittadinanza”.
La Fiera della Biodiversità continua alle ore 13,30 con la Degustazione “La Biodiversità Mediterranea a Tavola” a cura dell’Associazione Provinciale Cuochi e Pasticceri di Palermo e degli istituti alberghieri “P. Piazza”, “Mandralisca” e “Danilo Dolci”.
Durante il pomeriggio, invece, a partire dalle ore 16,00 e sino alle 17,30 spazio ai “Laboratori del Gusto” a bordo del motopeschereccio “Alba Mediterranea” ormeggiata al molo di Palermo (Piazza Capitaneria di porto): evento in collaborazione con il Dipartimento Regionale della Pesca Mediterranea, Irvo, Enohobby club panormita e l’associazione “Amici della Terra”. Partecipano Ignazio Cammaleri, Francesca Cerami, Alfonso Milano, Dario Di Bernardi e Leonardo Catagnano.
Per concludere, a partire dalle ore 18,30 e sino alle 23,00, spazio alla “Festa delle Culture” un appuntamento unico in cui sarà possibile assaggiare vini, birre e alcune delle eccellenze agroalimentari più ricercate ascoltando buona musica dal vivo ed assistendo all’imperdibile sfilata ispirata all’itinerario arabo-normanno. A sfilare le ragazze dell’associazione “Flowerful Embrace” con costumi tradizionali e balli dei loro paesi di provenienza, un’anteprima della giornata mondiale della diversità culturale in scena a Palermo il prossimo 18 maggio. Ricco anche il parterre di artisti e musicisti che si alterneranno dal palco allestito tra i viali del museo all’aperto dell’Orto Botanico: ad iniziare il gruppo “Time Travel Gang” composto da Giuseppe Lo Piparo (voce), Fabio Di Carlo (basso), Mauro Di Pasquale (chitarra acustica) e Gaetano Ducato (cajòn); a seguire i “Portolatino”, trio acustico composto da Gianni Mazzola (chitarra), Guido Iraci (contrabasso), Peter Contini (percussioni).

 

ALTRE NOTIZIE

Visita ai Castelli delle Madonie promossa da BCsicilia e Università Popolare
Promossa da BCsicilia e dall’Università Popolare Termini Imerese, nell’ambito del Corso di Archeologia Medievale si terrà domenica 5 feb...
Leggi tutto
Radio Empire, un’emittente in grande salute, vera e propria risorsa di un intero territorio, oggi la più seguita a Taormina e nell’intero comprensorio jonico.
In programma un nuovo corso per addetti all’uso della motosega e del decespugliatore organizzato da ANAS Collesano
Sono aperte le iscrizioni per l’anno 2023 al corso per addetto all’uso della motosega e del decespugliatore. Il corso, riconosciuto ai sensi degli Art...
Leggi tutto
Vujadin Boškov e il Potere: “Rigore è quando arbitro fischia”.
Palermo, doppia visita il fine settimana alle ville Adriana e Resuttano promossa da BCsicilia
Nell’ambito degli eventi dedicati alle ville settecentesche della Piana dei Colli, doppio appuntamento sabato e domenica promosso dalla Sede di Palerm...
Leggi tutto
CBD, droga o sostanza benefica? Ecco cosa dicono le normative
Sul tema Cannabis nel corso degli anni sono nate tantissime discussioni, soprattutto in merito all’eventuale legalità o illegalità di qu...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIŮ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web