Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 31/03/2017 da Direttore

Il Centro Antiviolenza «Casa di Venere» aderisce alla petizione contro femminicidio e infanticidio

Il
Il Centro Antiviolenza "Casa di Venere" di Marsala, diretto da Francesca Parrinello, ha aderito alla petizione del Movimento V.I.V.I. (Vincere Insieme Violenza e Ingiustizia) fondato dalla dott.ssa Assunta Strano, per sottoporre alle massime autorità governative, alcune importanti modifiche normative per i reati riconducibili alla violenza di genere e all’infanticidio.
Tali modifiche di legge, richieste nella petizione, sono state elaborate dalle avvocate della Rete Centri antiviolenza di Siracusa, coordinate dalla penalista Loredana Battaglia e si articolano in sette punti.
Nella petizione, in particolare, si chiede di escludere l’applicazione del giudizio abbreviato per i procedimenti per i quali la legge prevede la pena dell’ergastolo
 (proposta di legge già approvata dalla Camera e ferma al Senato dal 2015) e chiede tale massima pena per chiunque commetta un “femminicidio” o “figlicidio".
Per i soggetti condannati per tali gravi delitti deve essere previsto il divieto di concessione dei benefici dell’assegnazione al lavoro all’esterno, dei permessi premio e delle misure alternative alla detenzione.
La petizione, inoltre, vuole estendere il reato di maltrattamenti in famiglia anche ai componenti che non sono conviventi e a tutti i membri della c.d. "famiglia allargata", con l´estensione anche delle aggravanti, così come contempla la Convenzione di Istanbul. Nonché la contestazione di tale reato anche in caso di cessata convivenza.
Per i reati riconducibili alla violenza di genere e all’infanticidio, la Procura dovrà dare la priorità assoluta al procedimento, attraverso un celere svolgimento delle indagini, che conducano nel minor tempo possibile al processo.
Per quel che concerne il ricorso agli arresti domiciliari, all’obbligo di dimora e all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, la petizione pur chiedendone la limitazione, nel caso in cui vengano concessi, propone che l’autore del reato li sconti in un luogo (paese, città) diverso da quello di residenza, domicilio o dimora della vittima e dei suoi familiari. E che le vittime siano informate sull’esatta località dove si trova l’indagato, imputato o condannato.
Nella petizione, infine, si chiede che sia fatto divieto all’autore del reato di femminicidio e/o figlicidio, di poter beneficiare dell’eredità della vittima, nonché della pensione di reversibilità, finché il procedimento penale a suo carico non
 sia concluso con sentenza di assoluzione irrevocabile. (una proposta di legge simile è già in Parlamento).
Questa importante petizione è presente sul web e chiunque può sottoscriverla cliccando su: https://firmiamo.it/v-i-v-i-vincere-iinsieme-la-violenza-e-l-ingiustizia.
Un´azione concreta, dunque, per dire basta alla violenza di genere e all’infanticidio, attraverso la richiesta di precise e più incisive norme penali, che tutelino le donne e i loro figli in modo concreto, stabilendo giuste pene per chi commette tali orrendi delitti

 

ALTRE NOTIZIE

Libri dell’altro mondo: quanto e cosa leggono gli italiani tra best-seller e traduzioni

Leggi tutto

Infiorata di Noto 2021, la scalinata di via Dante Alighieri “dedicata” al Paradiso
E’ cominciata la lunga settimana che ci porterà alla 42^ edizione dell’Infiorata di via Nicolaci. Come da tra...
Leggi tutto
Cuzzupi: la scuola deve ripartire con realismo e dai territori
Il Segretario Nazionale anticipa la presentazione di nuove proposte per la scuola L’UGL Scuola, ritenendo d’assoluta importanza il confronto e la pr...
Leggi tutto
Palermo, partono i lavori miglioramento per il Castello della Zisa, San Giovanni degli Eremiti e il Chiostro di Monreale
L´Assessore Samonà: ´´Opere che migliorano la funzionalità e la capacità di accogliere i visitatori´&acut...
Leggi tutto
Festa della Mamma, Associazione Nazionale di Azione Sociale: Partorire in tempo di pandemia, un make up per le mamme e una porzione di dolcezza ai bambini
Le donne che hanno partorito durante l’ultimo anno hanno risentito degli effetti della pandemia: da un lato per il timore di contrarre il virus in osp...
Leggi tutto
Festa della Mamma 2021, Associazione Nazionale di Azione Sociale: Un “Trucco per Stare Meglio”
Domenica, 9 Maggio 2021 sarà la festa della mamma, una ricorrenza laica diffusa in tutto il mondo, in quanto ...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web