Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 14/02/2017 da Direttore

Trapani ancora protagonista dell’Arte Contemporanea - FRANCESCO ARECCO Il privilegio del fulmine

Trapani
Nel corso del 2017 il Museo San Rocco ospiterà un ciclo di quattro mostre i cui
protagonisti saranno giovani artisti contemporanei di fama internazionale. L’iniziativa
fa parte del progetto Giovani Autori del Territorio (GAT) finanziato dal Dipartimento
della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei
Ministri e promosso dal Museo San Rocco in collaborazione con l’associazione Strada
del Vino Erice DOC. Quest’ultimo nasce per coinvolgere un team di giovani
professionisti under 35 incaricati di valorizzare lo spazio espositivo attraverso
l’organizzazione di eventi che, interagendo con le realtà culturali del territorio,
avranno come obiettivo quello di sensibilizzare ed educare all’Arte Contemporanea un
pubblico quanto più ampio possibile.
Il tema scelto per le mostre è Poiema dal greco “poieo = fare” e “poiesis = azione/
poesia” che, come spiega il direttore del museo Liborio Palmeri, trae la sua origine
dall’idea di artista demiurgo (creatore/artigiano) e semanticamente rimanda sia al
concetto stesso di creazione che a quello di poesia come motivo di ispirazione
artistica.
La prima mostra in programma è quella di Francesco Arecco, scultore piemontese che
nel 2013 ha dato avvio, insieme alla critica Ilaria Bignotti, al Movimento di Resilienza
italiana.
Il forte interesse per la conoscenza dell’uomo e delle dinamiche della sua esistenza
che muove la ricerca dell’artista trova spazio nelle sale del San Rocco, luogo di
sperimentazione artistica che al suo interno racchiude una forte connotazione storico -
religiosa. Qui, l’elemento naturalistico proprio della produzione di Francesco Arecco si
fonde con le suggestioni architettoniche del Museo, attraverso installazioni dal
linguaggio essenziale che con l’uso di materiali come il legno e la pietra alludono alla
funzione presente e passata dell’edificio.
Ad eccezione di due, le venti sculture in mostra sono pensate e create appositamente
per il luogo ospitante (site specific).
La mostra inizia nei locali espositivi al piano terra e si apre con un breve video
realizzato dal filmmaker Alessio Genovese che vuole rendere presente l’artista e
introdurne il pensiero.
Si intraprende poi un cammino volto alla conoscenza della poetica di Francesco
Arecco, dalle Casse di Vento ai Trittici, da Il Meccanismo dell’Amore a Le Briciole
(Opera esposta al Chiostro del Bramante all´Università Cattolica del Sacro Cuore di
Milano e nel Padiglione Vaticano in Expo 2015) che raccontano di esperienze comuni
e pregresse ma anche di influenze e suggerimenti tratti dal contesto che hanno dato
vita ad opere come: Tabernacolo, Limosina, Noè.
La mostra termina con un’installazione sonora che accompagna il visitatore lungo le
scale che portano al solaio, dove sarà collocata l’opera In campana - Nascondimento.
___________________________

La mostra di Francesco Arecco “Il privilegio del fulmine” sarà inaugurata il 25 febbraio
2017 alle ore 19.30, presso le sale del Museo d’Arte Contemporanea Oratorio San
Rocco alla presenza di autore e curatori.
____________________________________________

Le parole del curatore:
“Sono felice che si realizzi il progetto della mostra di Francesco Arecco. In realtà avevamo
pensato a lui per il San Rocco già quattro anni fa, quando del suo lavoro ci aveva parlato il
nostro amico Andrea Dall´Asta. Francesco aveva da poco vinto il premio Rigamonti San Fedele
di Milano; da allora di strada ne ha fatta. Nel momento in cui è andato in porto il progetto
GAT pensavamo che fosse ormai difficile farlo venire in Sicilia e invece ha accolto con
entusiasmo la nostra proposta.
Parte con lui POIEMA, serie di quattro mostre che si propongono di indagare sul processo
creativo dell´artista.
E per il "San Rocco" Francesco Arecco costruisce delle opere quasi tutte realizzate
nell´occasione della mostra; esse ci danno la possibilità di conoscere meglio la sua poetica. Ma
già forse il titolo che lui ha scelto, Il privilegio del fulmine, apre uno “squarcio” sul suo modo
di concepire se stesso di fronte al suo lavoro. Noi pensiamo che il “fulmine” sia proprio il
processo mentale che porta l´artista a costruire la potenza espressiva delle sue opere per
l´imprevedibile connessione di diverse situazioni, così come il fulmine scarica la sua potenza,
suo malgrado, per il modo in cui forze elettriche dell´atmosfera lo generano e lo lanciano con
la sua energia. Il privilegio di essere artista nasce da quell´atto creativo, leggero e potente, che
gli permette di guardare dentro la realtà delle cose allo stesso modo del fulmine che, come
dice lo stesso artista, può «vedere dentro agli alberi come è il legno come nessuno lo vedrà
mai - aperto di fresco. Né ossidato (legna da ardere) né mummificato (legno d’opera), ma
carne viva degli alberi». Siamo convinti che il lavoro di Francesco sarà per noi come il suo
fulmine, capace di farci guardare la carne viva di quello che siamo, con immediata semplicità,
senza sovrastrutture".

 

ALTRE NOTIZIE

Sabato giornata Plastic Free: il bilancio della pulizia del bosco di Erice
Un’altra giornata “Plastic Free”, sabato scorso, ad Erice. L’omonima associazione, infatti, con la collaborazione de...
Leggi tutto
Anniversario Guardia di Finanza, Sottosegretario Pucciarelli (Difesa): 247 anni di impegno economico-finanziario e non solo
“Dal 1774 il Corpo della Guardia di Finanza rivendica con orgoglio la propria appartenenza alla grande famiglia mili...
Leggi tutto
Accordo tra Unione Maestranze e Comune di Trapani: i locali dell´ex cartoleria Pons adibiti a nuova sede dell´Unione
Nuova sede per l’Unione Maestranze. Stamani il presidente dell’Unione Maestranze Giuseppe Sebastiano Lantillo e la dirigente del Comune di Trapani, Ar...
Leggi tutto
Rubrica: Ricordi di Sicilia “Amori Proibiti: La Fuitina… la fuga d’amore in Sicilia”
Accurrìti amici, accurrìti cummàri, vinìtimi, vinìtimi a cunfurtàri, nca a scialaràta ri ma fì...
Leggi tutto
Rubrica dell´Accademia: Ridiamoci sopra.., venerdì 18 giugno 2021
Lo sappiamo bene è lo dicono da sempre anche i maggiori esperti: ridere fa bene. E non solo, essere di buon umore ci consente di affrontare al ...
Leggi tutto
Sigel Marsala, l’opposto dalla mano pesante in dote a coach Delmati è l’americana Akuabata Okenwa
Rinforzo nel ruolo di opposto per la Sigel Marsala del nuovo corso Delmati! Akuabata Felisa Okenwa, opposto californiana alla primissima esperienza eu...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web