Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Gusto il 13/12/2016 da REDAZIONE REGIONALE

GRANDE SUCCESSO PER “CHOCOMODICA 2016” E PER I VINI MARSALESI UFFICIALIZZATO IL GEMELLAGGIO CON MODICA – SI AGGIUNGE ANCHE MALTA

GRANDE
Un binomio vincente quello fra il Vino di Marsala e il Cioccolato di Modica. E’ quanto si evince dalla quattro giorni modicana in cui le due Città, attraverso le loro eccellenze si sono gemellate. Ma c’è di più. Nel gemellaggio è stata coinvolta Malta che, peraltro, vanta legami sia con il vino marsalese molto apprezzato nell’isola, ex colonia inglese, nell’800 e nel ‘900 e con il cioccolato modicano.
“E’ stata un’esperienza molto positiva – dichiara il Sindaco Alberto Di Girolamo. In questo fine settimana abbiamo avuto conferma delle potenzialità del binomio “Vino di Marsala-Cioccolato di Modica”. I due territori, che hanno certificato la loro unione nel gemellaggio, potranno puntare alla valorizzzione dei rispettivi prodotti e fungere da driver in un distretto più vasto che potrebbe coinvolgere l’intera isola a partire da un percorso tematico costiero legato ai due prodotti e alle risorse storiche, architettoniche, ambientali, paesaggistiche, agricole e, naturalmente, enogastronomiche. Mi corre l’obbligo, oltre che il piacere, di ringraziare per la loro straordinaria accoglienza il mio collega Ignazio Abbate, il Presidente e il Direttore del Consorzio per la tutela del Cioccolato di Modica, Nino Scivoletto e Salvo Peluso, e gli operatori vinicoli marsalesi che hanno aderito all’iniziativa. La ciliegina in più è stato il coinvolgimento di Malta che - sono certo - aumenterà ancor più la consistenza di questo gemellaggio”.
Soddisfatto anche il Sindaco di Modica, Ignazio Abbate, che ha subito creduto in questa simbiosi fra le due città, proposta da Andreana Patti e Enrico Gugliotta, e che si è adoperato non poco perché Marsala fosse protagonista a “ChocoModica 2016”.
“Con gli amici marsalesi è stato subito feeling – precisa il primo cittadino modicano. Siamo stati subito affascinati dall’idea di unire il vino marsalese e il nostro cioccolato. E i primi risultati sono senza dubbio confortanti. Gli imprenditori e gli artigiani coinvolti, con il supporto gestionale delle nostre Amministrazioni locali e accedendo a fonti nazionali o comunitarie, possono costruire nuove opportunità di sviluppo turistico e commerciale. In questo percorso che abbiamo intrapreso abbiamo anche inserito Malta, un’isola dalle poliedriche caratteristiche, che potrà ancor più aumentare le potenzialità del gemellaggio”.
Un ruolo fondamentale a Modica è stato svolto dalle ditte vinicole ospitate nella storica cornice del palazzo della Cultura, il cui ingresso presentava una gigantografia della Porta di Mare lilibetana e ciò a simboleggiare l’ingresso nella parte più antica della città marsalese.
“La qualità dei nostri vini e le bontà del cioccolato modicano sono stati i protagonisti di questo primo momento del gemellaggio – rileva l’Assessore Rino Passalacqua che ha fatto parte della delegazione di Marsala a Modica. Adesso occorre lavorare intensamente per fare in modo che anche “ChocoMarsala”, in programma per la fine di aprile 2017, sia un altro eccezionale momento di promozione dei due territori gemellati. A Marsala, peraltro, ci proponiamo di coinvolgere anche le altre eccellenze culturali ed enogastronomiche dei due territori. In tal senso stiamo anche pensando ad un gemellaggio fra i due Istituti alberghieri”.
Le ditte marsalesi che hanno partecipato a “ChocoModica 2016” sono state le Cantine Martinez, Curatolo e Arini Vini, Cantine Vigna Foderà, Arini Giuseppe casa Vinicola, Distillati Bianchi-Mirabella, Vinci vini, Marco De Bartoli & C., Cantine Pellegrino, Fina Vini, Francesco Intorcia & Figli, Cantine Birgi e Alcesti Vini.
A seguito di questo atto importante, siglato dai due sindaci citati, domenica 11 dicembre, una delegazione marsalese, composta da circa 60 persone e capeggiata dai consiglieri comunali Calogero Ferreri (Partito Democratico) e Ivan Gerardi (Sicilia Futura), sono stati ricevuti dal Sindaco Ignazio Abbate e dall´assessore del Comune di Modica Giorgio Belluardo. Quest’ultimo, ha fatto gli onori di casa guidando la numerosa rappresentanza marsalese per ammirare le bellezze barocche, il buon cioccolato modicano, la casa di Salvatore Quasimodo, il Duomo di San Giorgio (bene dell’Umanità dell’Unesco) e gli spazi occupati dalle aziende marsalesi del vino Marsala nella città ragusana.

 

ALTRE NOTIZIE

CBD, droga o sostanza benefica? Ecco cosa dicono le normative
Sul tema Cannabis nel corso degli anni sono nate tantissime discussioni, soprattutto in merito all’eventuale legalità o illegalità di qu...
Leggi tutto
Raccolta di beneficenza per le famiglie bisognose organizzata da A.N.A.S
Sabato 28 Gennaio si terrà presso dei terreni siti a Villagrazia di Palermo, esattamente in Via Starrabba, un evento benefico dedicato alla r...
Leggi tutto
Al via alla formazione generale per i volontari del Servizio Civile Universale presso le sedi A.N.A.S.
Il 19 gennaio ha avuto inizio il percorso formativo generale per i volontari vincitori del Servizio Civile in Digital Generation ed Educare Digitale. ...
Leggi tutto
La guerra ai…”castelli di sabbia".
Abuso d’ufficio? A pensar male…
Questomondodimax e degli inseparabili Ciuk, Ciarlino Gustavo e Dari:
La satira è sempre stata segno di ironia e di libertà sia per l’autore che per la società. Le vignette non solo sono satira ma so...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web