Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 14/07/2016 da REDAZIONE REGIONALE

SEGESTA DIONISIACHE - MUSICA, TRAGEDIA, SPETTACOLO E POI UN TUFFO NELLA CALATAFIMI DEL‘900

SEGESTA
Dopo lo splendido concerto di ieri sera con l’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo, protagonista della serata assieme al trombettista sardo Paolo Fresu e al pianoforte, Roberto Cipelli; il Teatro Antico di Segesta continua ad offrirsi a quanti hanno il desiderio di vivere una esperienza sensoriale fuori dal comune.

In programma per domani 15 Luglio alle 19,30 ancora al Teatro Antico
Il CONCERTO - Duo di chitarre con Paolo Alongi e Angelo Bartolotta
Solisti dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “A.Toscanini”

Sabato 16 luglio debutta al Teatro Antico di Segesta invece la prima Tragedia nel Cartellone di questa edizione del “Calatafimi Segesta Festival – Dionisiache 2016”. Iniziano gli allievi dell’INDA di Siracusa che insieme al regista toscano di fama internazionale, Paolo Magelli, hanno preparato “Elettra” di Euripide, lavorando su una traduzione del testo classico di Magelli. L’inizio della rappresentazione è prevista per le 19,30.


Domenica 17 luglio ancora alle 19,30 di scena invece “IL CIRCO MAGICO” lo spettacolo proposto dalla Società catanese amici della musica. Si tratta dell’ultima produzione del compositore catanese Matteo Musumeci (figlio di Tuccio Musumeci), opera da camera in un atto su libretto di Gianni Clementi, l’ensemble strumentale è invece diretta da Antonino Manuli.

Ancora un appuntamento domenica 17 luglio a partire dalle 8.30, ma questa volta nelle campagne dell’agro di Calatafimi Segesta - con “Il Sorriso di Demetra”.
Il turista che sceglierà di trascorrere questa domenica tra le ridenti campagne di Calatafimi, sarà guidato in una dimensione senza tempo, attraverso l’esperienza della mietitura di un campo di grano antico, il trasporto dei covoni mediante un carro trainato dai buoi verso lo storico mulino ad acqua “Arciprete”, e tutto questo, lungo un suggestivo percorso naturalistico. Sarà come fare un tuffo nella Calatafimi dei primi del ‘900. Si potrà assistere alla “cacciata”, la “spagghiata” e la lenta molitura delle spighe che diventeranno presto farina per poi diventare pane, pasta e dolci.
Coloro i quali vorranno partecipare a questa esperienza contadina del passato ormai, si ritroveranno immersi in una poesia di colori e sapori, al ritmo di antiche litanie e inni a Demetra (la madre Terra) e il mito prenderà vita nei ricordi, in un percorso culturale/enogastronomico che racconta la ricchezza di Calatafimi e della nostra Sicilia.
Per Info e prenotazioni – Pro Loco di Calatafimi Segesta mobile - 371 1225722- 3339245687 – 3338299233 -mail: prolococalatafimisegesta@gmail.com


Gli appuntamenti nel dettaglio con le note -

Al Teatro Antico 16 luglio, ore 19.30
ELETTRA di Euripide, Regia: PAOLO MAGELLI
Con: Virginia La Tella, Alessandro Burzotta, Corrado Drago,Andrea Cannata,Alice Fusaro, Valerio Aulicino,Desirée Giarratana,Francesco Torre, Marcello Gravina, Giulia Valentini, Carla Cintolo,Riccardo Masi,Cinzia Coniglione,
Musiche: Arturo Annecchino, Cura dei movimenti: Dario La Ferla, Cura dei Cori: SimonetteCartia,Flavia Giovannelli, Assistente alla Regia: Giuseppe Coniglio
Scene e Costumi: Laboratorio Scenotecnico Inda Compagnia Caso 19 Teatro


Note:
Nella campagna desolata di Argo, accompagnati dal suono stridulo e ossessivo delle cicale, assistiamo alla desolante storia di Elettra, figlia di Agamennone, re degli Argivi, il quale,tornato da Troia, ha trovato la morte per mano della moglie, Clitemnestra.
Elettra ha un fratello, Oreste, allontanato dalla patria quando era ancora un bambino, perché si salvasse dalla scellerata mano di Egisto, amante della regina e suo complice nell’assassinio del re. Oreste, lontano ed esule, nutre la speranza di una vendetta, ed è di questa stessa speranza di cuipure Elettra si fa forte, alimentando giorno dopo giorno il suo odio verso Egisto il quale, togliendole ogni dignità, l’ha ridotta a una serva dandola in moglie a un misero contadino. Questi, povero ma di nobili origini, è in realtà un uomo puro, dall’animo semplice e buono:assistendo impotente e in disparte allo svolgersi delle vicende,ama Elettra al punto da rinunciare al letto nuziale, lasciandola vergine.
La città di Argo non è che un regno di inganni, di omicidio e orrori: la scena si apre su una città che ormai tramonta e volge verso la fine., in cui il meccanismo della tragedia è già scattato.
Elettra, come dotata di un istinto animale, sente per prima che il cambiamento è ormai nell’aria:Oreste, in effetti è tornato in patria, mosso dall’amore per una sorella di cui si ricorda a malapena e da una necessità di vendetta che si rivelerà a lui estranea. Oreste infatti è semplicemente un figlio che spera nell’amore della madre, un fratello che, nella disperata ricerca di un contatto con la sorella, arriva anche a macchiarsi le mani col sangue di Egisto, sangue che lei sola ha veramente voluto. Eppure Oreste non è un assassino, è solo un fantoccio in balia degli eventi. Lo accompagna un necessario Pilade che, chiusosi in un volontario silenzio, è, nei fatti,il vero braccio armato dell’azione: è lui che, insieme con Elettra, tira i fili di Oreste spingendolo alla vendetta.
Euripide predica contro una società malata che è destinata a scomparire se non riuscirà a cambiarsi da sola, una società debole il cui controllo sarà preso a forza dai vari Pilade che facilmente – e forse giustamente – la colonizzeranno.


Teatro Antico – 17 luglio, ore 19.30

IL CIRCO MAGICO
Di Matteo Musumeci

Libretto di GIANNI CLEMENTI
Voci recitanti:CARLO FERRERI, EVELYN FAMÀ
Esecutori della Società catanese “Amici della musica”:
Vito Imperato(violino), Giuseppe Giacalone (contrabasso), Giuseppe Casano(clarinetto e clarinetto basso), Angelo Valastro (fagotto), Gioacchino Giuliano (tromba), Vincenzo Paratore (trombone), Ivan Minuta(percussioni)
Direttore: ANTONINO MANULI

Note:
Un bastimento, diretto verso il Sud America, diventa il luogo in cui gli artisti di uno strambo circo in cerca di fortuna, raccontano i loro tormenti insieme alla grande speranza che nutrono per ciò che li attende al di là dell’oceano. È un circo povero ma straordinario, composto da scugnizzi cresciuti in fretta, da donne Mangiafuoco, da maldestri lanciatori di coltelli, da desolate colombe della pace, da equilibristi in cerca del loro cuore; ecco,Il Circo magico è soprattutto un circo di cuore: chi ne fa parte lo ama, lo sente come una casa, come un piccolo microcosmo di cui prendersi cura ed essere orgogliosi. Sì, perché per il circo non lavorano semplici artisti, no! Quelli che lavorano e vivono in un circo ne fanno parte fino in fondo, come in una simbiosi:respirano ogni mattina la puzza di merda del cammello cieco, strigliano il cavalluccio, scambiano due parole con il pappagallo pettegolo e con il pagliaccio, scrutano l’orizzonte pensando a nuovi numeri e a nuove fortune in una Buenos Aires che si avvicina.


 

ALTRE NOTIZIE

PANTELLERIA: STALKING, IN MANETTE UN 35ENNE ISOLANO
I Carabinieri della Stazione di Pantelleria hanno tratto in arresto, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione di misura cautelare degli arresti d...
Leggi tutto
MAZARA DEL VALLO: CONTROLLI AI CANTIERI EDILI. DENUNCE E SANZIONI DEI CARABINIERI
I Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Trapani, unitamente ai colleghi della Stazione di Mazara del Vallo, nell’ambito della campagna cong...
Leggi tutto
Partinico, nell’ambito dell’iniziativa il "Maggio dei libri" percorso letterario siciliano: da Verga a Danilo Dolci
Il "Maggio dei libri", è la campagna nazionale nata nel 2011 per avvicinare al mondo dei libri e della lettura, in quanto strumenti di crescita...
Leggi tutto
Al via la Fiera del Fumetto a Palermo, inaugurata Expo Comics & Games, giochi e divertimento fino a domenica
Un’esplosione di energia e colori a Palermo. E’ stata inaugurata la fiera del fumetto “Expo Comics & Games”. Grande affluenza da subito, tantissim...
Leggi tutto
FAVIGNANA: PENE DEFINITIVE DA SCONTARE. IN CARCERE 2 SOGGETTI
I Carabinieri della Stazione di Favignana hanno tratto in arresto due soggetti che devono scontare la pena in un istituto penitenziario per reati comm...
Leggi tutto
CASTELVETRANO: AUTO VA A FUOCO MA ERA SOTTO SEQUESTRO. DENUNCIATO IL PROPRIETARIO CHE CONTINUAVA AD USARLA
Nella giornata di ieri i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Castelvetrano sono intervenuti, unitamente a personale dei Vigili de...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web