Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 11/07/2016 da REDAZIONE REGIONALE

L’ANTICO CROCIFISSO DELLA TONNARA DI BONAGIA IN PROCESSIONE

L’ANTICO
Domenica 17 Luglio la comunità di Bonagia sarà in festa per celebrare la festa del Crocifisso. Il programma religioso avrà inizio ai vespri di giovedì 14 luglio mentre venerdì 15 alle ore 21.00 al Molo della Tonnara si terrà il quadro pirotecnico e il trasporto del simulacro del SS. Crocifisso con una fiaccolata. Dalla cappella della Tonnara, l’immagine del Crocifisso raggiungerà la chiesa parrocchiale dove si terrà la celebrazione della Santa Messa e la benedizione dei pani. Sabato 16 luglio in preghiera con la recita del Rosario e la Santa Messa ( ore 19.00). Domenica 17 luglio, al mattino, dopo il giro bandistico, si terrà la Senta Messa (ore 11.00). Celebrazione eucaristica anche alle ore 19.00. Subito dopo (ore 20.00 circa) si terrà la processione che si concluderà con il rientro dell’immagine del Crocifisso nella cappella della Tonnara. Alle ore 22.00 si terranno i giochi d’artificio.

La foto in allegato è di Lorenzo Gigante.



CENNI STORICI SUL SS. CROCIFISSO DI BONAGIA ( a cura del parroco don Nicola Rach e del Comitato per i festeggiamenti del SS. Crocifisso)

Il SS. Crocifisso venerato e portato in processione nel mese di Luglio è opera di un ignoto artigiano locale vissuto nel XVII secolo. Secondo il racconto di alcuni anziani del posto, nel XIX secolo il simulacro del Crocifisso veniva custodito in una edicola votiva nella contrada Loco Secco, ed aveva come unico e assiduo devoto un contadino, di nome Vito Iovino, detto “ u russu” ( il rosso ) a causa del colore dei suoi capelli, il quale non faceva mai mancare un lumino ed un fiore fresco ai piedi del Crocifisso, forse per una grazia ricevuta.
Un giorno a causa di un fortissimo temporale la cappella che custodiva il Crocifisso crollò e Vito Iovino preso da cristiana pietà, raccolse da terra il simulacro, lo pulì, lo asciugò per bene con uno straccio che teneva nella bisaccia e se lo portò a casa ed allestì un piccolo altare dove ripose il Crocifisso.
I vicini lo spiavano e si accorgevano quando Vito era a casa dal lumino acceso. Innalzava continue suppliche al Signore per il suo unico figlio a cui, per rispetto del defunto nonno, aveva dato il nome di Ciccio Paolo che voleva preservato dai pericoli soprattutto da quelli della prima guerra mondiale ( 1915-1918 ) da poco scoppiata.
Gli anni trascorsero, quando all’improvviso Ciccio Paolo si ammalò gravemente ed in seguito morì. Afflitto da profondo dolore per la morte immatura dell’amato figlio, Vito si convinse che la causa della sua disgrazia era il Cristo che custodiva nell’altare costruitogli anni prima , reo di avere lasciato inevase le sue quotidiane preghiere. In preda alla rabbia prese il Crocifisso, aprì la porta e violentemente (per fortuna senza danni) lo gettò fuori di casa. Sgomenta per l’accaduto la gente di Loco Secco informò subito Nino Iovino, fratello di Vito, che per riparare all’insano gesto del fratello raccolse dalla strada il Crocifisso e lo portò a piedi fino al baglio della Tonnara di Bonagia. Saroro Renda, l’anziano Rais ( capo dei tonnaroti ) prese in consegna il Crocifisso e lo adagiò dentro la cappella della Tonnara a fianco all’immagine di S. Antonino protettore dei tonnaroti , la cui statua è ancora conservata nella Cappella della Tonnara (veniva portata in processione durante la tredicina sulle barche, a mare, per propiziare una buona pesca).

L’attuale Cappella della tonnara è stata edificata nel 1749 dall’architetto Biagio Amico al cui, Antonio Stella, Marchese di Montagna Grande e Barone di Bonagia diede l’incarico di costruire. All’immagine del Crocifisso, Bonagia dedicò un culto tutto particolare fino a farlo diventare il Santo Patrono della contrada. L’anziano Rais chiese a mastru Sarino Polizzi allora “mastro marina” (colui che costruiva le barche) di realizzare una vara per trasportare il Crocifisso in processione: era circa l’anno 1940. Ogni anno, il giorno dell’Ascensione, Bonagia si vestiva a festa: era consuetudine per uomini e animali, fare un bagno rituale, perché si credeva che in quel giorno le acque del mare erano benedette da Dio e avessero la virtù di preservare e guarire dalle malattie.
La giornata era poi dedicata ai divertimenti si portava il Crocifisso in processione e si tenevano i giochi classici “a cursa u saccu“ (la corsa con i sacchi) e “u jocu antinna“, una sorta di palo della cuccagna ma posto in orizzontale su una barca di tonnara abbondantemente cosparso di sapone molle che si doveva percorrere a piedi nudi per prendere la bandiera all’estremità.
Dal 1985 al 1994 il SS. Crocifisso venne accolto nella Parrocchia di S. Alberto, a causa dei restauri dell’antico baglio e della Cappella. A partire dal 1986, per volontà del Vescovo di Trapani Mons. Emanuele Romano, la processione ebbe luogo la terza Domenica di Luglio. Nella processione del 1994 il SS. Crocifisso uscì dalla Parrocchia di S. Alberto per rientrare definitivamente nella cappella ristrutturata della Tonnara.
Per incrementare il culto a Gesù Crocifisso, il Sac. Nicola Rach Parroco di Bonagia insieme al Comitato per i festeggiamenti, promosse che, dal tardo pomeriggio di Venerdì 19 Luglio 2002 e per tutti i Venerdì precedenti la III Domenica di Luglio fosse effettuato il 1° trasporto del Simulacro dalla Cappella della Tonnara alla Parrocchia di S. Alberto per rimanervi fino alla conclusione della S. Messa vespertina di Domenica 21 Luglio 2002 ( III Domenica di Luglio ) seguita da una lunga e partecipata processione fino alla Cappella della Tonnara. Da Venerdì 15 Luglio 2005 la processione è accompagnata anche da una fiaccolata di devoti locali e turisti.


 

ALTRE NOTIZIE

Green Valley pop-fest: i multiplatino Merk & Kremont si aggiungono alla Line-up.
Il duo di producers multiplatino Merk & Kremont, formato da Federico Mercuri e Giordano Cremona, con più di tre milioni di ascoltatori ...
Leggi tutto
Petrosino. Sorpreso ad asportare rame dalla rete pubblica: arrestato.
I Carabinieri della Stazione di Petrosino hanno arrestato, ieri, un pluripregiudicato 40enne per tentato furto aggravato. I militari dell’Arma, in ser...
Leggi tutto
Il 14 giungo si terrà a Partinico il convegno "In principio erano i pomodori. Storia di diritti, doveri e nuova cittadinanza"
Il 14 giugno alle ore 17.00 presso l’atrio del Palazzo dei Carmelitani a Partinico in c/so Dei Mille 252 si terrà il convegno: “IN PRINCIPIO ER...
Leggi tutto
A Scopello, la due giorni di degustazioni "Tastavino"
Una due giorni di degustazioni, attività e musica: al via oggi, venerdì 31 maggio, nella piazza del borgo di Scopello, la prima edizione...
Leggi tutto
Erice. Commemorato il 32° anniversario della morte del Carabiniere Gennaro Esposito
E´ stato celebrato questa mattina il 32° anniversario della morte del Carabiniere Gennaro Esposito, avvenuta nel 1992 -durante il servizio nottu...
Leggi tutto
Favignana. Vietato circolare in costume da bagno in centro.
Con ordinanza sindacale, in vigore dalll´1 giugno, è stato disposto dal primo cittadino, il divieto di circolazione in costume e a torso ...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web