Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 02/06/2016 da REDAZIONE REGIONALE

INTERROGAZIONE PARLAMENTARE DI ´POSSIBILE´ SUL RISCHIO CHIUSURA ALCUNE SEDI SICILIANE DI AGENZIA DELLE ENTRATE

INTERROGAZIONE
L’accorpamento comporterebbe gravi disagi: il caso di Noto

Sulla ventilata ipotesi di chiusura di 8 sedi territoriali di Agenzia delle Entrate in Sicilia la pattuglia parlamentare di Possibile, con primo firmatario l’onorevole Andrea Maestri, ha presentato in data 1° giugno 2016 un’interrogazione al Ministro dell’Economia.

Le sedi a rischio azzeramento sono Canicattì, Taormina, Gela, Milazzo, Patti, Modica, Castelvetrano e Noto. Il piano di ridimensionamento, presentato dalla stessa Agenzia in ossequio ai principi della spending review, risale ad ottobre 2015 e prevedeva la soppressione di 53 uffici periferici in tutta Italia.

Le forti proteste di sindacati e forze politiche hanno portato allo slittamento di queste misure annunciato dal Governo a gennaio. Come si legge nell’interrogazione “nonostante la notizia diffusa, il 25 gennaio è stato soppresso l´ufficio territoriale di Milazzo in provincia di Messina, per le sue "sfavorevoli condizioni di funzionalità operativa e carichi di lavoro esigui, tali da non giustificare gli oneri connessi al suo funzionamento". La chiusura non ha tenuto conto dei quasi due terzi degli abitanti della provincia (quasi 400.000 dei 650.000 circa) che si troverebbero costretti a rivolgersi al già sofferente ufficio territoriale di Messina”.

Analoga sorte pende quindi sulle altre sedi siciliane interessate dalla riorganizzazione, senza tener conto della specificità territoriali. La chiusura dell´ufficio territoriale di Noto, ad esempio, comporterebbe disagi enormi, dato che la sua sede serve l´intera zona sud della provincia. In caso di chiusura, gli utenti sarebbero costretti a percorrere altri 40 chilometri per raggiungere il servizio centralizzato a Siracusa. La sua sostituzione poi con un semplice sportello di ricezione degli atti, avvilirebbe il territorio e i cittadini netini poiché ogni tipo di contestazione e chiarimento su notifiche o cartelle fiscali andrebbe comunque discussa presso la sede provinciale di Siracusa.

Nell’interrogazione si afferma che “la spending review applicata in questo ambito, oltre a rappresentare un risparmio irrisorio, provocherebbe l´abbandono del territorio e l´indebolimento della lotta all´evasione, oltre che pesanti ricadute sui dipendenti e i cittadini”. I parlamentari ricordano le parole pronunciate da presidente della Corte dei Conti nella sua relazione annuale a febbraio 2016, dove affermava che è stata finora "un parziale insuccesso", con ricadute negative per i servizi ai cittadini, che il taglio della spesa "non è più solo riconducibile a effettivi interventi di razionalizzazione e di efficientamento di strutture e servizi, quanto piuttosto a operazioni assai meno mirate di contrazione, se non di soppressione, di prestazioni rese alla collettività".

L’interrogazione si chiude con l’invito al Governo a valutare di intervenire per interrompere il piano di tagli previsto da Agenzia delle Entrate su questo versante.

 

ALTRE NOTIZIE

Erice: è tempo di Festa FedEricina dal 24 al 26 settembre 2021 Torri del Balio
Prenderà il via venerdì 24 settembre la settima edizione della Festa FedEricina, la manifesta...
Leggi tutto
Castellammare del Golfo: il sindaco, Nicolò Rizzo, assolto nel processo "Cutrara"
"L´affermazione della verità e della giustizia nella quale ho sempre riposto piena fiducia. Ho sempre agito con trasparenza per il bene c...
Leggi tutto
Palermo, dal Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio una donazione alla Missione “Speranza e Carità” di Biagio Conte
Sua Altezza Reale la Principessa Beatrice di Borbone delle Due Sicilie, Gran Prefetto Costantiniano, ha donato due tonnellate di pasta alla Missione "...
Leggi tutto
Palermo, successo per la RestArt con quasi 19 mila visitatori e 30 siti aperti anche nelle ore serali
Successo per la seconda edizione di Restart Palermo, con quasi 19 mila presenze e un incremento di circa il 30% risp...
Leggi tutto
Nasce Sostenabitaly, la community che accompagna persone, imprese e organizzazioni verso la sostenibilità integrale
Un tour per lanciare il progetto.
I Two Twins viaggeranno per l’It...
Leggi tutto
Water Fire Triathlon Etna: Luca Mancuso un uomo solo al comando
Vale la pena di scomodare Paolo Alberati per raccontare l’impresa unica al mondo di Luca Mancuso, 45 anni, agente di...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web