Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 31/05/2016 da REDAZIONE REGIONALE

LEGAMBIENTE - A FAVIGNANA TAGLIO DEI COMBUSTIBILI FOSSILI

LEGAMBIENTE
Dagli articoli di stampa usciti in questi giorni si legge che Favignana farà a meno dei combustibili fossili. Apprendiamo con favore questo annuncio perché Legambiente è da tempo in prima linea nella battaglia per lo sviluppo della produzione di energia da fonti rinnovabili.
Nel repentino cambiamento della strategia comunicativa ed energetica della SEA si intravedono alcuni elementi di forte criticità, tra cui:
- Lo sfregio paesaggistico, con la permanenza della localizzazione della nuova centrale a 350 metri da Cala Azzurra
- Il tentativo di un neonato greenwashing, valutata la possibilità che sia una riedizione solo apparentemente ‘verde’ del precedente progetto, vecchio e impresentabile per come era concepito e, alla luce della logica che muoverà il prossimo decreto del Ministero dello sviluppo energetico, non più utile per la ricezione dei rimborsi, di cui le imprese elettriche sulle isole minori hanno fin qui goduto.
- La millantata collaborazione tra società elettrica e cittadini, con un inverosimile cambiamento di opinione di questi ultimi e dell’Amministrazione comunale rispetto al gradimento del “nuovo” progetto, considerato che non risulta avviato alcun processo di partecipazione e ascolto pubblico.
In un momento in cui si decide l’indirizzo della politica energetica di un territorio ad alto valore aggiunto, come quello dell’isola di Favignana, non può bastare solamente un cambiamento della strategia comunicativa per determinare una effettiva, radicale riconversione nella tipologia di produzione energetica. Siamo abituati alle politiche dell’annuncio (‘Favignana isola a zero emissioni’) cosa diversa è l’attuazione di queste politiche. Aggiungiamo che azioni per una riconversione a sistemi di produzione più sostenibili sono state messe in campo negli anni passati dall’amministrazione del comune di Favignana con il progetto ‘Egadi, sole e stelle’. Peccato che SEA non abbia minimamente aderito allora alle possibilità che venivano offerte alle aziende produttrici di energia. Ma se tutte queste azioni riguardano le intenzioni future, è chiaro che nel breve periodo ciò che accadrà sarà la collocazione di un sito industriale alimentato a gasolio, ad impatto ambientale fortissimo, in un’area ad alto valore paesaggistico. Tanto rumore per nulla, verrebbe da dire, leggendo i grossi titoli che i nuovo addetti alla comunicazione della SEA propongono ai mass media. A parte la copertura di pannelli fotovoltaici sulla nuova centrale, tutta da verificare per i vincoli che la soprintendenza prevede, il resto rimane invariato.
Legambiente intende seguire con estrema attenzione gli indirizzi politici e le conseguenti azioni dell’Amministrazione comunale, nonché i passi che la SEA intende compiere in questa fase. Guarderemo oltre gli annunci e i proclami perché occorrono idee strategiche coraggiose e una visione etica che va ben oltre i titoli sui giornali, per garantire una reale trasformazione nella politica energetica del territorio delle isole Egadi. L’inaugurazione dell’elettrodotto che collega la Sicilia e la Calabria da parte del presidente del consiglio, Matteo Renzi, e l’annuncio di un risparmio di ben 600 milioni di euro all’anno grazie all’interconnessione mettono in campo prospettive molto incoraggianti anche per l’isola di Favignana, dove i meccanismi di utilità pubblica, l’economicità degli investimenti e l’abbattimento delle emissioni possono dare corpo a nuove soluzioni da prendere in considerazione.
Ricordiamo infine che, per aumentare la quota di energia rinnovabile e portare davvero ad un futuro a zero emissioni, la soluzione che prevede la stesura del cavo tra Favignana, Levanzo e Marsala potrebbe produrre un incremento di questa quota, in particolare grazie agli interventi privati, come dimostrato dai dati del Ministero su realtà interconnesse e non interconnesse.

Commenti
01/06/2016 - La soluzione più semplice, più economica e più logica è il cavidotto sottomarino tra Marsala e Favignana; ogni anno alla SEA vengono integrati 6,5 milioni di euro, ossia quanto costerebbe il cavo sottomarino; significa che con i soldi risparmiati si potrebbero incentivare i privati a fare impianti fotovoltaici; qualsiasi soluzione che mantiene in piedi una centrale a gasolio serve solo a buttare denaro, quando ormai è stato accertato che esiste l´alternativa dell´interconnessione (rosy)
01/06/2016 - per favore ingrandite le immagini che se no non si condividono su facebook (peppe)
01/06/2016 - Il sindaco e la Giunta si oppongono solo per una questione politica, a loro non interessa dello sviluppo delle rinnovabili, vogliono soltanto stare attaccati alle poltrone il più allungo possibile nascondendosi dietro una facciata ambientalista. Lo prova il fatto che non hanno mai preso un tecnico di parte per confutare la strategia della SEA per paura che il tecnico analizzando dati alla mano possa legittimare la linea che la società vuole coraggiosamente intraprendere (Vincenzo)

 

ALTRE NOTIZIE

Il fascino delle candele profumate
Spesso, pensando ad una casa, non si rimane solamente colpiti dalla sua struttura degli spazi, o dalla disposizione ...
Leggi tutto
Trapaniok cerca giovani disoccupati desiderosi di intraprendere l’attività giornalistica
Trapaniok cerca giovani disoccupati che vogliano intraprendere l’attività giornalistica o che sappiano gestire una redazione o l’aspetto relat...
Leggi tutto
Apertura nuovo anno scolastico: la lettera dell´Amministrazione comunale di Erice
Apertura nuovo anno scolastico
La lette...
Leggi tutto
Oltre 546 mila visitatori nel mese di agosto nei luoghi della cultura in Sicilia, con un incremento di quasi 65 mila presenze rispetto al 2020
L’Assessore Samonà: 
“Raccogliamo i frutti di un lavo...
Leggi tutto
Cantiere aperto per il restauro delle pale raffiguranti San Francesco D’Assisi e San Pietro che si trovano al Museo Pepoli di Trapani
L’Assessore Alberto Samonà
“Opportunità per seguire un ...
Leggi tutto
Pallacanestro Trapani, si ferma Simone Tomasini
La Pallacanestro Trapani comunica che il proprio atleta Simone Tomasini, a causa del problema alla caviglia sinistra...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web