Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 25/05/2016 da REDAZIONE REGIONALE

MARSALA - UNA CASA VIOLA ACCOGLIE LE DONNE VITTIME DI VIOLENZA

MARSALA
È stato un momento importante e colmo di significato quello vissuto a Marsala nel corso dell´incontro sul tema “L’uso sociale dei beni confiscati alla mafia”. Alla presenza del prefetto Leopoldo Falco e del giudice Piero Grillo, il sindaco Alberto Di Girolamo ha consegnato le chiavi di “Casa Viola” alla dott.ssa Maria De Vita, presidente della coop. PEGA, capofila di un Raggruppamento di Imprese che operano nel sociale e che gestirà l´immobile. “Questo è stato sottratto alla mafia per essere restituito ai cittadini , ha affermato il sindaco nel corso del suo intervento di apertura del convegno. Ci siamo adoperati per il suo utilizzo a fini sociali, e lo scopo cui è destinato rientra in quel programma di tutela delle categorie più indifese che per questa Amministrazione è una priorità. Stiamo facendo tanto anche per incidere sulla cultura della non violenza in genere, partendo dalle scuole e finanziando diversi progetti sociali” . Del suo impegno affinchè si giungesse all´uso dei beni confiscati e alla loro oculata gestione ha parlato l´assessore Clara Ruggieri, sottolinenando altresì che finora “sono 19 gli immobili passati dalle mani mafiose a quelle dei cittadini” . L´assessore Anna Maria Angileri ha evidenziato il buon lavoro di squadra (“un grazie anche al funzionario regionale Piero Fina per il prezioso contributo”) che ha consentito di raggiungere questo obiettivo dove “un dibattito vivace e costruttivo ha messo in campo sinergie positive”. “Una vittoria che appartiene a tanti - ha pure sottolineato l´on. Antonella Milazzo – e che dimostra quanto alta sia l´attenzione delle Istituzioni su temi di così rilevante interesse sociale, dove la Sicilia ha fatto notevoli passi avanti negli ultimi 25 anni” . La giornalista Antonella Lusseri, che ha moderato l´incontro, ha dato la parola al prefetto di Trapani. “Il fatto che un bene continui a vivere nel solco della legalità è una vittoria di tutti , ha affermato Leopoldo Falco. Ne sono stati tolti tanti alla criminalità organizzata, il problema è amministrarli, renderli produttivi. Resta tanto da fare , ma i risultati sono straordinari” . Sull´evoluzione legislativa dell´uso sociale dei beni confiscati alla mafia si è in particolare soffermato Piero Grillo, magistrato responsabile delle misure di prevenzione del Tribunale di Trapani. “La legge Rognoni-La Torre è stata la svolta in questo delicato settore, facendo capire chiaramente che non si può essere ripagati da un atto criminale, anzi, chi possiede beni di provenienza illecita li deve restituire , ha affermato il giudice. Poi, parlando di procedure, Grillo ha sottolineato i tempi lunghi per la confisca (“anche sette anni” ), l´importanza dei PON sicurezza per i finanziamenti e le difficoltà che presentano taluni beni confiscati (fondi rustici). Per LIBERA è intervenuto il coordinatore provinciale Salvatore Inguì. “La confisca dei beni è solo una parte della lotta alla mafia, che necessita di azioni di prevenzione e sensibilizzazione. La nostra associazione, che ha promosso l´uso sociale delle confische, non gestisce alcun bene , ha detto Inguì; quello lo fanno le cooperative che confluiscono in Libera Terra” . Lo stesso Inguì, infine, ha chiuso con una riflessione polemica sull´attività antimafia (“molti attacchi a Libera creano disinformazione o sono in malafede” ), ricevendo subito dopo solidarietà da parte del prefetto Falco: “l´attacco a Libera è un attacco all´antimafia, quindi allo Stato ”. Gli ultimi due interventi che hanno chiuso l´incontro sono stati di Maria De Vita - cui è stata affidata la nuova struttura per le donne vittime di violenza - e di Anna Maria Bonafede, presidente della Commissione Pari Opportunità. “Non mi sento sola, così come sole non saranno le donne che ci chiederanno aiuto , ha detto De Vita. “Ringrazio il sindaco per la consegna delle chiavi di Casa Viola, una struttura che chiede alla comunità di appoggiarla nell´affermare la cultura della non violenza”. Sulla stessa lunghezza d´onda la Bonafede, per la quale “continuiamo un lavoro dal basso che ci vede in prima linea, dove mettiamo assieme saperi comuni per tenere alta la guardia su tematiche sociali così importanti” . La “Casa Viola” è un appartamento arredato con sei posti letto e costituisce il centro di prima accoglienza per donne che subiscono maltrattamenti. Segnalata la violenza da parte delle Forze dell´Ordine o dai Servizi sociali, le donne avranno adeguata accoglienza nella struttura, con adeguato supporto psicologico e professionale. Si tratta dell´unico centro di prima accoglienza in provincia di Trapani e - assieme allo Sportello Antiviolenza, già attivo nel territorio - rappresenta un ulteriore passo avanti nel programma delle pari opportunità che l´Amministrazione Di Girolamo persegue sin dal suo insediamento.

 

ALTRE NOTIZIE

Orlandina Basket Vs 2B Control Trapani: 83-86
Capo d’Orlando. Nell’ultima amichevole stagionale, la 2B Control Trapani conquista un’altra vittoria nel derby. Il finale dice 83-86 per i granata seb...
Leggi tutto
Nel parco di “Villa Maddalena”, inaugurazione del Panathlon Club Arenzano
Nel parco di “Villa Maddalena”, alla presenza della Dott.sa Giovanna Damonte, Assessore delegata del Sindaco, del Dott.Davide Ulivieri, Assessore allo...
Leggi tutto
Il diciottenne Christian Lanciano sul podio nei campionati mondiali di Karate in Romani
Si sono appena svolti in Romania dal 23 al 26 settembre, nella città di Cluj Napoca (capoluogo della Transilvania), i Campionati mondiali di Ka...
Leggi tutto
in Messina, il Comandante Interregionale Carabinieri “Culqualber”, Generale di Corpo d’Armata Gianfranco Cavallo, ha rivolto un saluto di benvenuto ai nuovi Comandanti provinciali di Sicilia e Calabria
Presso la Caserma “Bonsignore” in Messina, il Comandante Interregionale Carabinieri “Culqualber”, Generale di Corpo d’Armata Gianfranco Cavallo, ha ri...
Leggi tutto
Spara contro la casa del fratello. Carabinieri sequestrano un arsenale di armi clandestine. In carcere un cinquantaquattrenne
Ieri mattina i Carabinieri di Partanna hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del T...
Leggi tutto
TRAPANI: FAST & FURIOUS IN VIA FARDELLA DENUNCIATI 2 GIOVANI DAI CARABINIERI
Nel corso della notte di ieri sono i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Trapani hanno denunciato due giovani intenti a gareggiar...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web