Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 18/05/2016 da REDAZIONE REGIONALE

SICILIANTICA - GIORNATA DI STUDI SULLA SICILIA NELL’ETÀ DEL BRONZO

SICILIANTICA
Una giornata dedicata alle recenti scoperte archeologiche sulla Sicilia nell’età del Bronzo. L’incontro scientifico, che raccoglierà i maggiori studiosi di preistoria siciliana, si terrà domenica 22 maggio 2016 presso il Centro congressi in Contrada Craparella ad Alia, in provincia di Palermo, promosso da SiciliAntica e dal Comune di Alia e con il patrocino scientifico dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria e della Rivista “Archeologia Viva”. Ricercatori provenienti dalle Università siciliane, dalle dieci Soprintendenze dell’isola e da vari enti di ricerca, si confronteranno offrendo un quadro aggiornato sugli studi del secondo millennio a.C. Il convegno, coordinato da Massimo Cultraro, Primo Ricercatore e Archeologo Preistorico dell’Istituto per i Beni Archeologici e monumentali del CNR di Catania e componente del Direttivo dell’Istituto di Preistoria e Protostoria di Firenze, e presieduta da Sebastiano Tusa, Archeologo preistorico e Soprintendente del Mare, inizierà alle ore 9,30 con i saluti e le presentazioni di Carlo Vermiglio, Assessore regionale BB.CC. e dell’Identità Siciliana, Gaetano Pennino, Dirigente generale BB.CC. e dell’Identità Siciliana, Francesco Todaro, Sindaco di Alia, Matteo Cocchiera, Presidente del Consiglio comunale di Alia, Calogera Gattuso, Presidente SiciliAntica Sede di Alia, Alfonso Lo Cascio, della Presidenza Regionale SiciliAntica.
La Prima Sessione inizierà alle ore 10,00 con la relazione di Antonino Filippi, del Gruppo Archeologico Drepanon, che interverrà su “Materiali dell’età del Bronzo da Erice e Trapani”, a cui farà seguito quella di Francesca Spatafora, del Museo Salinas di Palermo che affronterà il tema
“La media età del Bronzo nella Sicilia occidentale: insediamenti e materiali”, di Filippo Ianni di Arkeos s.c. di Enna che affronterà il tema “Evoluzione del popolamento e analisi diacronica della cultura materiale nella Sicilia centro-meridionale nel corso dell’età del Bronzo” e di Maria Clara Martinelli, del Museo Archeologico Luigi Bernabò Brea di Lipari che parlerà su “Le isole Eolie nell’età del Bronzo”, inoltre Saverio Scerra, della Soprintendenza BB.CC.AA. di Ragusa che proporrà “Alcune riflessioni sul popolamento degli Iblei meridionali nell’Età del Bronzo Antico alla luce di vecchi e nuovi rinvenimenti nel tavolato tra Ragusa e il mare”. Le altre relazioni previste nella mattinata saranno: Davide Tanasi, dell’Arcadia University, di Siracusa che parlerà su “Relazioni tra Sicilia e Malta nell’età del Bronzo”, Anita Crispino, del Museo Paolo Orsi di Siracusa, che interverrà su “Nuovi dati sull’insediamento di Castelluccio, Noto” e infine Orazio Palio e Simona Todaro, entrambi dell’Università di Catania e Maria Turco, della Soprintendenza di Catania presenteranno il tema “L’insediamento dell’antica età del Bronzo di località Valcorrente di Belpasso” e Enrico Giannitrapani, di Arkeos s.c. di Enna che parlerà su “Le case dei vivi e le case dei morti. Architettura domestica e funeraria nella Sicilia centro-meridionale nel corso dell’età del Bronzo”. Dopo la pausa pranzo i lavori riprenderanno con l’intervento di Sebastiano Tusa della Soprintendenza del Mare che parlerà di Pantelleria, a cui farà seguito Pietro Militello dell’Università di Catania e Annamaria Sammito, della Soprintendenza di Ragusa che presenteranno le nuove scoperte nel sito di Calicantone, a Modica, mentre Vittoria Schimmenti, del Museo Salinas di Palermo parlerà di “Alimentazione e strategie di sussistenza nell’Età del Bronzo nella Sicilia occidentale”. Le altre relazioni del pomeriggio saranno: Giuseppina Battaglia della Soprintendenza di Palermo, che relazionerà su “Alcuni esempi di insediamento e frequentazione nel Palermitano nell’età del Bronzo”,Maurizio Di Rosa, Bioarcheologo, che interverrà su “I resti faunistici del sito del Bronzo Recente di via S. Caterina a Paternò”, Laura Maniscalco, del Museo di Aidone che presenterà l’ètà del Bronzo nel territorio di Paternò, Francesco Privitera della Soprintendenza di Catania, che parlerà di “Un pithos dell’età del Bronzo dal territorio di Randazzo” e infine Giovanni Distefano del Parco Archeologico Camarina che affronterà il tema “La transumanza negli Iblei dell’età del Bronzo: centri stanziali e stazi pastorali” e Massimo Cultraro dell’Università di Palermo e CNR di Catania che parlerà di un gruppo di manufatti in bronzo da Valledolmo. A seguire il dibattito finale. Ai partecipanti alla giornata di studi verrà rilasciato un attestato di partecipazione. Per informazioni: Tel. 388.3666810 - 346.8241076. Email: alia@siciliantica.it - studietadelbronzosicilia.virgilio.it
Massimo Cultraro, Primo Ricercatore – Archeologo Preistorico dell’Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali del CNR di Catania e coordinatore dell’incontro scientifico:
“La Sicilia prima dei Greci torna al centro dell’attenzione di una vasta platea scientifica grazie all’incontro di studi che si terrà ad Alia. La giornata raccoglie i maggiori specialisti di preistoria siciliana, provenienti dalle soprintendenze regionali, università ed enti di ricerca, i quali si confronteranno offrendo un quadro aggiornato sulle più recenti scoperte archeologiche. Il tema è quello dell’età del Bronzo, che copre l’intero secondo millennio a.C., periodo di grandi innovazioni e dinamiche culturali che porteranno all’assetto delle future popolazioni indigene di Elimi, Sicani e Siculi, come saranno descritte nelle più tardi fonti degli storici greci. Per la prima volta, dopo anni di oblio, sarà illustrato un gruppo di oggetti in bronzo trovati alla fine dell’Ottocento in territorio di Valledolmo, e ritenuti dispersi, oggetti di grande interesse non solo per la storia del territorio, ma soprattutto per ricostruire i contatti tra i primi esploratori egeo-micenei e le regioni interne dell’isola”.
Alfonso Lo Cascio, Presidenza regionale SiciliAntica:
L’Età del bronzo in Sicilia è considerata da molti uno dei più affascinanti momenti di tutta la preistoria dell’isola e forse il meno investigato. Con le diciotto relazioni previste che affronteranno tematiche che riguarderanno l’interno territorio siciliano, da Trapani a Messina da Palermo a Siracusa, e la presenza di più di venti tra i maggiori studiosi e ricercatori che si alterneranno nella prima giornata nazionale di studi sulla Sicilia nell’Età del Bronzo fa di Alia una sorta di piccola capitale degli studi del periodo. Il convegno scientifico, alla luce delle recenti scoperte che stanno riscrivendo la storia dell’isola in quel periodo, vuole diventare, attraverso appuntamenti annuali, il punto di riferimento delle ricerche e degli studi su quell’interessante momento della nostra Protostoria e un momento di conoscenza e divulgazione, anche attraverso la pubblicazione degli atti, di quello è che un periodo, sicuramente non secondario, del passato dell’isola.

 

ALTRE NOTIZIE

PANTELLERIA: STALKING, IN MANETTE UN 35ENNE ISOLANO
I Carabinieri della Stazione di Pantelleria hanno tratto in arresto, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione di misura cautelare degli arresti d...
Leggi tutto
MAZARA DEL VALLO: CONTROLLI AI CANTIERI EDILI. DENUNCE E SANZIONI DEI CARABINIERI
I Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Trapani, unitamente ai colleghi della Stazione di Mazara del Vallo, nell’ambito della campagna cong...
Leggi tutto
Partinico, nell’ambito dell’iniziativa il "Maggio dei libri" percorso letterario siciliano: da Verga a Danilo Dolci
Il "Maggio dei libri", è la campagna nazionale nata nel 2011 per avvicinare al mondo dei libri e della lettura, in quanto strumenti di crescita...
Leggi tutto
Al via la Fiera del Fumetto a Palermo, inaugurata Expo Comics & Games, giochi e divertimento fino a domenica
Un’esplosione di energia e colori a Palermo. E’ stata inaugurata la fiera del fumetto “Expo Comics & Games”. Grande affluenza da subito, tantissim...
Leggi tutto
FAVIGNANA: PENE DEFINITIVE DA SCONTARE. IN CARCERE 2 SOGGETTI
I Carabinieri della Stazione di Favignana hanno tratto in arresto due soggetti che devono scontare la pena in un istituto penitenziario per reati comm...
Leggi tutto
CASTELVETRANO: AUTO VA A FUOCO MA ERA SOTTO SEQUESTRO. DENUNCIATO IL PROPRIETARIO CHE CONTINUAVA AD USARLA
Nella giornata di ieri i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Castelvetrano sono intervenuti, unitamente a personale dei Vigili de...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web