Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 11/03/2016 da REDAZIONE REGIONALE

CALATAFIMI SEGESTA -ESTATE IN RETE

CALATAFIMI
La città di Calatafimi Segesta si prepara alla nuova stagione estiva e vuole fare “rete” con gli operatori del turismo e del commercio e con le associazioni culturali presenti sul territorio.
“L’intenzione – sottolineano il Sindaco Vito Sciortino, l’Assessore al Turismo Aldo Marchingiglio e il Direttore Artistico Nicasio Anzelmo – è quella di condividere le potenzialità di Segesta e dunque delle Rappresentazioni che da giugno a settembre saranno messe in scena tra il Tempio e il Teatro e la città di Calatafimi. Una condivisione che deve vedere protagonisti i cittadini, operatori del turismo, commercio e associazioni culturali”.
Di accoglienza, valorizzazione del territorio e di come prepararsi alla prossima edizione del “Calatafimi Segesta Festival Dionisiache 2016” si è parlato nella sala della biblioteca comunale; una riunione a cui hanno partecipato operatori del turismo e del commercio e associazioni culturali di Calatafimi, presenti il Sindaco Vito Sciortino, l’Assessore al Turismo, Aldo Marchingiglio e il Direttore Artistico del Festival Nicasio Anzelmo.
L’idea è quella che da quest’anno la città di Calatafimi e i suoi cittadini assieme siano protagonisti delle manifestazioni di Segesta, da qui l’idea di fare “rete” per “intercettare” il flusso di turisti che normalmente visita il parco Archeologico e farli arrivare anche nel centro storico della città di Calatafimi.
Ovviamente la finalità è quella di mettere a disposizione della cittadinanza nuove risorse economiche che possano risollevare l’intero contesto sociale, imprenditoriale e commerciale.
“Certamente la Stagione di Segesta – ha detto il sindaco Sciortino – non può essere la panacea di tutti i mali. Ma se da questa riusciamo a trarre vantaggio, abbiamo sicuramente raggiunto un obiettivo importante per tutta la comunità. Da parte nostra stiamo lavorando per creare le condizioni necessarie per valorizzare tutti gli Eventi che nel corso dell’anno si svolgeranno a Calatafimi, da quelli religiosi (Calatafimi vanta sicuramente l’appellativo di città con il più alto numero di eventi religiosi nel corso dell’anno, dalla festa dei 4 Santi Coronati, alla Processione notturna dedicata all’Immacolata, al Presepe Vivente ed ancora quella dedicata al Santo Patrono, al Corpus Domini, a quella della Madonna dell’Assunta), per non parlare poi delle sagre, le fiere che si svolgono tra gli antichi quartieri oggi ritornati agli originari splendori”.
“Se tutti faranno la loro anche piccola parte – dice ancora il Sindaco – sicuramente riusciremo in breve a destagionalizzare il turismo e anche Calatafimi potrà essere presto meta di un flusso di turisti che potrebbero anche bene soggiornare in questa nostra piccola città che è grande per ciò che rappresenta nella storia, nella cultura e nell’arte. Per un turismo di qualità serve necessariamente una buona politica e questa vogliamo mettere a disposizione, ma serve, lo ripeto, la partecipazione di tutti, solo insieme possiamo davvero riuscire a raggiungere gli obiettivi di rilancio economico prefissati”.
Dello stesso avviso anche l’Assessore Aldo Marchingiglio: “nell’ottica di valorizzare il territorio e intercettare turisti già da tempo abbiamo lasciato aperti all’ora di pranzo, Chiese e Musei (gli orari di apertura sono 10,00-18.00) e questo per dar modo al turista che arriva a Calatafimi, di pranzare e poi, prima di andare via, visitare quanto di bello offre questa cittadina. Stiamo lavorando affinché altre meraviglie possano essere messe a rete, a partire dallo splendido Teatro Cavallotti, un gioiello che può sicuramente creare economia per la città. Così come il castello Eufemio e uno dei più antichi mulini ad acqua esistenti, oggi restaurato; per non parlare poi degli antichi quartieri della Circiara, Ficareddi e Borgo. Insomma non mancano le risorse a Calatafimi, manca solo la condivisione tra tutti, bisogna cambiare tendenza, capire che tutto quello che c’è, è nostro ci appartiene e quindi valorizzarlo e sfruttarlo economicamente per il bene della città”.
Ma l’assessore Marchingiglio fa anche una valutazione importante: “Da marzo ad ottobre a Segesta si ha una media di 40 mila presenze al mese (non considerando i mesi di massimo afflusso come luglio e agosto) se noi riusciamo ad intercettare questi turisti offrendo loro le condizioni perchè la città non resti solo una meta di passaggio ma un luogo dove si può anche abitare per più giorni, avremo davvero lavorato per il bene della città”.
E a questo proposito il sindaco Sciortino ha anticipato che presto ci sarà un bando di gara per la presenza a Segesta di uno o due mini pullman che dovranno fare la spola tra il parco e la città di Calatafimi e viceversa. L’amministrazione sta lavorando proprio per fare in modo che i turisti che vorranno, potranno visitare non solo il Parco ma anche Calatafimi nella stessa giornata.
Della prossima edizione del “Calatafimi Segesta Festival Dionisiache 2016” ha invece parlato il Direttore Artistico Nicasio Anzelmo, il quale ha innanzitutto ringraziato tutti i presenti, a nome degli artisti che la scorsa stagione hanno vissuto e preparato gli spettacoli di Segesta, a Calatafimi.
“Tutti gli artisti, giovani e meno giovani sono stati davvero bene – ha rimarcato Nicasio Anzelmo – tanto bene che quest’anno questa vostra ospitalità potrebbe, se non fosse perché non abbiamo dove alloggiarli, raddoppiare. Lo scorso anno abbiamo portato a Calatafimi circa 3 mila presenze, quest’anno ne potrebbero arrivare dai 5 ai 6mila. Segesta rappresenta per ogni artista un prestigio, potersi esibire in questo Teatro è per loro un punto di arrivo. Per questo chiediamo la collaborazione ancora una volta della Città tutta”.
“Abbiamo ancora presente quanto si è fatto la scorsa stagione per questi artisti. Ogni angolo della città è stato vissuto, financo i quartieri sono stati protagonisti delle perfomance teatrali e questo grazie alla collaborazione dei cittadini che si sono fatti trovare pronti. Quest’anno – sottolinea ancora il direttore artistico - vorremmo ancora più partecipazione, vorremmo che la Città fosse presente anche a Segesta, presenza viva, attiva. Vogliamo che la città si riappropri di qualcosa che è già suo. La nuova stagione vedrà diversi momenti”.
Poi un accenno al programma non ancora definitivo.
“La Prosa – dice Anzelmo - a partire dal 24 giugno e fino al 4 settembre, la Musica dal 2 giugno a settembre, ma ci saranno anche le conversazioni teatrali, con importanti relatori, ma ci sarà anche una serata dedicata al famoso ballo del “Gattopardo” per le vie di Calatafimi, Ospiti musicali, il Premio Cendic-Segesta dedicato alla drammaturgia italiana contemporanea. Il Premio è indetto dal Centro Nazionale di Drammaturgia Italiana Contemporanea – Cendic, in collaborazione con il Comune di Calatafimi Segesta, il “Calatafimi Segesta Festival - Dionisiache 2016”, il Centro Teatrale Meridionale di Locri, il Teatro Arcobaleno - Centro Stabile del Classico di Roma. Con la premiazione del vincitore e la messa in scena a Segesta dell’opera”.




Ufficio Comunicazione
Comune di Calatafimi-Segesta

 

ALTRE NOTIZIE

OPERAZIONE DEI CARABINIERI: ESEGUITE 3 MISURE CAUTELARI. DIVIETO DI DIMORA PER IL SINDACO DI ERICE
I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Trapani, hanno notificato al Sindaco di Erice, TOSCANO PERCORELLA Daniela la misura ...
Leggi tutto
donne in Bikini nella villa imperiale di Piazza Armerina
Il costume da bagno è uno degli accessori più amato e ancor più temuto dalle donne: c’è un costume per assecondare le esig...
Leggi tutto
SELCIATO A ERICE E PERCORSI PER IPOVEDENTI. L’Amministrazione raccoglie le proposte alternative delle Associazioni.
A seguito di quanto occorso, raccogliendo il messaggio di apertura dell’Amministrazione, abbiamo chiesto un incontro....
Leggi tutto
AMERICAN EXPRESS LANCIA “VIAGGIO IN ITALIA”
UNA PIATTAFORMA DI GUIDE TEMATICHE PER ESPLORARE L’ITALIA E RISCOPRIRE LA BELLEZZA UNICA DEL NOSTRO PAESE Leggi tutto
COMUNICAZIONE URGENTE RINVIO CANTIERI DEL GUSTO _ PARCO ARCHEOLOGICO DI SELINUNTE
Si avvisano i signori visitatori che il previsto appuntamento per la Mietitura prevista per il 9 luglio alle ore 1...
Leggi tutto
Marsala Riparte!
Continua la campagna di promozione turistica per Marsala organizzata dalla task force Marsala Riparte. Le 4 assoc...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web