Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Economia il 20/07/2013 da redazione

Confesercenti: gli stranieri ci promuovono ma il sud resta penalizzato

Confesercenti:
Il turismo straniero resta una risorsa per l´Italia con flussi dall´estero che hanno permesso di garantire al settore la tenuta, nonostante il forte calo della domanda interna.

Un risultato importante, sebbene si registrino profonde differenze territoriali: solo il 13% degli stranieri, infatti, ha scelto una meta del sud dell´Italia.

A rivelarlo è uno studio Confesercenti-Ref che fotografa lo stato del turismo estero in Italia, esaminandone aspettative e valutazioni. Nella percezione dei turisti stranieri - segnala lo studio - il gradimento dell´Italia resta altissimo: il voto medio complessivo assegnato al nostro Paese è 8,25.

Ma il Paese potrebbe reggere meglio alla competizione internazionale, sempre più agguerrita, se si dotasse di una politica del turismo in grado di sfruttare le grandi potenzialità del nostro territorio e del nostro patrimonio culturale ed artistico. I lusinghieri voti espressi dagli stranieri contrastano con il calo costante della quota di turismo estero che l´Italia intercetta sul piano mondiale.

Eravamo agli inizi del decennio oltre il 6% e siamo scesi ben sotto il 5%. Ragione di più, secondo Confesercenti, di «elaborare un progetto turismo Italia che veda un confronto aperto e concreto fra Governo, parti sociali e autonomie locali. Ma con tempi rapidi e obiettivi precisi».

«Serve - suggerisce l´associazione - una politica di promozione nazionale del turismo, che affianchi quelle messe in campo dalle singole regioni in maniera organica».

Per Confesercenti «bisogna soprattutto lavorare per risolvere la questione Sud: tematica cruciale per l´area, perchè il settore del turismo rappresenta un ambito di potenziale sviluppo di territori dove la presenza industriale è più modesta, e in grave sofferenza negli ultimi anni. Pertanto, la scarsa capacità di attrazione dei turisti stranieri risulta un elemento che non dobbiamo assolutamente trascurare».

Il dettaglio territoriale mostra forti disparità tra i territori. Gli stranieri tendono a privilegiare mete nel Centro-Nord: Roma mantiene la testa della classifica degli arrivi, seguita da Milano, Venezia e Firenze. Ma si fa valere anche la provincia italiana: subito dopo, in graduatoria, compaiono città come Varese, Imperia, Trieste, Como.

Solo il 13 per cento degli arrivi dall´estero, invece, è registrato nelle regioni del Mezzogiorno: le destinazioni delle regioni meridionali attraggono meno gli stranieri, o perlomeno, ne registrano una minore presenza.

Lusinghieri anche i voti assegnati dai turisti stranieri alle varie Regioni italiane. Nella classifica dei giudizi complessivi, troviamo in testa la Toscana (8,57) seguita da Valle D´Aosta (8,55) e Umbria (8,52). In generale, distinguendo per regioni visitate, si rileva come i giudizi complessivi tendono ad essere superiori per regioni ad elevato orientamento al turismo, e quindi dotate di servizi più efficienti e di migliore qualità, e con un patrimonio naturale o artistico maggiormente preservato. Restano indietro, invece, le regioni dove lo stato di preservazione del territorio o il complesso dei servizi necessitano miglioramenti.

Per quanto riguardo le valutazioni specifiche, la Sardegna svetta nella cortesia con un bel 8,71, ma è seguita da vicino da Basilicata (8,67) Abruzzo e Campania (8,61). Chiude la classifica il Lazio con un 7,78. Ma la regione centrale si rifà abbondantemente quando si tocca il tasto dell´arte: Colosseo e San Pietro sono imbattibili, come dimostra l´eloquente voto di 9,15 assegnato dagli stranieri. Toscana ed Umbria, invece, guadagnano il posto di damigelle d´onore, con valutazioni attorno al 9. Chiudono la fila - probabilmente a causa della scarsa promozione del patrimonio artistico -Calabria ed Abruzzo.

Per quanto riguarda l´ambiente, invece, è la Val d´Aosta in cima alla classifica con un giudizio di 9,28. Cenerentole, in questo caso sono, la Lombardia ed il Lazio. Per la qualità e disponibilità di informazioni, invece, gli stranieri si trovano più a loro agio nelle regioni del nord: queste occupano tutti i primi posti della classifica, capitanate ancora una volta dalla Val d´Aosta e dal Trentino. In coda, Sardegna, Abruzzo e Molise.

Sicurezza: la Sardegna sbaraglia il campo con un 8,95. Poi, ancora una volta, le regioni del nord e del centro: Trentino, Valle d´Aosta, Veneto, Toscana. Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna. Lombardia, Puglia, Campania e Calabria ottengono i voti più bassi. I voti più alti per gli alberghi sono invece appannaggio di Val d´Aosta, Trentino e, forse a sorpresa, Basilicata.

Ma sulla cucina è il Sud a sbancare: Abruzzo, Campania, Basilicata e Calabria si fanno preferire a tutte le altre regioni con voti che ruotano attorno al 9.

In materia di shopping arriva una nuova valanga del Nord con l´occupazione dei primi posti in classifica da parte di Friuli, l´onnipresente Val d´Aosta, Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte.



I dati sul turismo diffusi oggi da Confesercenti evidenziano per il Codacons un peggioramento dell´Italia a vantaggio di altri paesi. In base allo studio infatti - spiega l´associazione - la quota di turismo estero che il nostro paese intercetta sul piano mondiale è scesa dal 5,8% del 2000 al 4,1% del 2012.

La colpa del calo di turisti nelle città italiane - secondo l´associazione dei consumatori - va attribuito principalmente ai rincari registrati negli ultimi anni nel settore turistico.

Gli aumenti di prezzi e tariffe nel comparto alberghiero, della ristorazione, dei servizi, ecc., avviati con l´introduzione dell´euro e proseguiti negli anni seguenti, hanno contribuito ad allontanare i turisti stranieri dall´Italia, portandoli a scegliere mete più economiche come la Spagna. «Non a caso - conclude il Condacons - riceviamo continuamente segnalazioni dei turisti stranieri, che lamentano in particolare costi esorbitanti e servizi non sempre soddisfacenti».

Commenti
22/07/2013 - Anche io pensavo di fare le vacanze a Varese dove mare sole e spiagge bianchissime vi aspettano. Ma vorrei proprio sapere chi fa queste classifiche, fatevi un giro in città e se riuscite contate i turisti che ci sono. A Varese la città in questi periodi è deserta ma poi che si va a fare a Varese? Forse hanno contato i passeggeri dell´aeroporto di Milano Malpensa che ricade sul territorio di Varese, ma anche noi potremo contare gli immigrati che sbarcano sulle nostre coste. (Carmelo)

 

ALTRE NOTIZIE

Ac Life Style Erice vs Guerriere Malo 22-19
ERICE. Prima vittoria casalinga della stagione per l’Handball Erice, che ritrova il successo in campionato che mancava dallo scorso 16 ottobre. Una co...
Leggi tutto
Castellamare del Golfo: Scuole: sospese le attività didattiche in presenza al 17 al 22 gennaio
Sospese le attività in presenza in tutte le scuole di Castellammare del Golfo: il sindaco Nicolò Rizzo ha firmato stamattina l´ord...
Leggi tutto
Antonio Presti racconta la sua Fiumara d’Arte e la Valle delle cascate di Mistretta
La nuova serie di Gustare Sicilia, andata in onda per una settimana 𝘀𝘂 𝗔𝗻𝘁𝗲&am...
Leggi tutto
Sindaco di Trapani Giacomo Tranchida è salito a bordo della "Mare Jonio"
Stamani il Sindaco di Trapani Giacomo Tranchida è salito a bordo della "Mare Jonio" per ringraziare tutto il personale impegnato nel salvare vi...
Leggi tutto
Nuovo Allarme per la Peste suina: divieto di trekking, mountain bike, pesca e altre attività in 114 Comuni
Tra Piemonte e Liguria ci sono cinghiali infetti. Il governo prova a correre ai ripari con una ordinanza che vieta diversi tipi di attività (an...
Leggi tutto
Favignana e Marettimo dal 17 al 26 gennaio sospese dal Sindaco le attività didattiche in presenza e ha disposto l’attivazione della Dad
Il sindaco del Comune di Favignana – Isole Egadi Francesco Forgione ha firmato l’ordinanza con la quale dispone per 10 giorni la sospensione delle att...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web