Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 28/01/2016 da Umberto Crispo

SHOAH: A PANTELLERIA RICORDATI TRE PANTESCHI DEPORTATI NEI LAGER

SHOAH:
Nel corso del consiglio comunale, in occasione della giornata della memoria, il presidente del consiglio dott. Sandro Casano ha ricordato tre concittadini panteschi deportati nei lager nazisti.

Il testo dell´intervento:
il 27 gennaio 2016 ricorre la GIORNATA della MEMORIAdella SHOAH. Il 27 gennaio, infatti, di settantuno anni fa furono aperti i cancelli del lager di AUSCHWITZ e il mondo scoprì, in tutta la sua tragicità, i crimini compiuti dai nazisti contro il popolo ebraico. Nel nostro paese furono quasi 7mila i cittadini di origine ebraica arrestati e deportati e di questi, secondo alcune ricerche, furono solo 837 i sopravvissuti. Nei campi trovarono la morte anche Rom, Sinti, malati di mente, disabili e omosessuali.
In questi giorni, in questa settimana, si sta celebrando la GIORNATA della MEMORIA con testimonianze dei sopravvissuti, trasmissioni in TV, dibattiti e con iniziative nel nostro Parlamento e in tanti Consigli Comunali. Noi, oggi, vogliamo dare anche da qui il nostro piccolo contributo con questa nota, ricordando anche il contributo dato da alcuni nostri concittadini di cui molti sconoscono anche l’esistenza. Infatti tra i deportati nei campi di sterminio nazisti vi furono anche tre cittadini di Pantelleria che voglio ricordare brevemente riportando queste brevi note biografiche:
SPANO’ DONATO di Francesco e di Valenza Angela nato a Pantelleria il 5/1/1925 nella casa sita in via Dante. Studente in medicina. Arrestato a Padova il 23/12/1944. Deportato da Padova il 23/2/1945 nel lager di Bolzano. Questo campo si occupava di organizzare i convogli di italiani verso i campi di sterminio di Auschwitz, Mauthausen e Dachau. Matricola 9372 Blocco D. Liberato a Bolzano il 30/4/1945 dall’esercito statunitense. Morto a Padova il 2/1/2012.

TODROS ALBERTO di Orazio e di Bertolini Nicolina nato a Pantelleria il 21/07/1920 nella casa sita in via Corso Umberto I n° 23. Tecnico delle costruzioni. Espulso dalla scuola in seguito alle leggi razziali, partecipa alla resistenza a Imperia e viene arrestato dai tedeschi nell’ottobre del 1943 per la sua origine ebraica. Detenuto nel carcere locale, in quello di Genova, è quindi inviato nel lager di Fossili. Giunge nel lager nazista di Mauthausen in Austria il 27/6/1944 dove viene classificato come Schutz (detenuto) matricola 76603. Viene liberato dal campo di concentramento di Mauthausen il 5/5/1945 da parte dell’esercito americano. Tornato in Italia Alberto Todros riesce a terminare gli studi in ingegneria e nel 1951 viene eletto consigliere comunale a Torino, incarico che ricoprirà per 24 anni. Dal 1963 e per quattro legislature è deputato al Parlamento nelle file del PCI. E’ morto a Torino il 25/5/2005.

TODROS CARLO EDOARDO di Orazio e di Bertolini Nicolina nato a Pantelleria il 23/3/1923 nella casa sita in via Corso Umberto I n°23. Studente universitario costretto come il fratello ad abbandonare la scuola pubblica per motivi razziali, fa parte del gruppo di antifascisti di Imperia e viene arrestato nell’ottobre del 1943 per le sue origini ebraiche. Rilasciato, viene nuovamente messo in carcere nel dicembre dello stesso anno ad Imperia, Savona, Genova. Deportato con il fratello Alberto nel lager di Fossili. Giunge nel lager di Mauthausen, uno dei campi di sterminio dei nazisti, il 27/6/1944, dove viene classificato come Schutz (detenuto), numero di matricola 76604. Come il fratello Alberto sarà liberato dal lager di Mauthausen dall’esercito statunitense nel maggio del 1945. Morto a Castenodolo (Prov. Di Brescia) l’11/7/2002

In questa settimana – dicevo - celebriamo la memoria delle vittime per preservare il filo del ricordo che ci lega alla più tremenda delle pagine di storia dell’Occidente. E’ necessario ricordare, certo, ma soprattutto andare oltre quell’odio e quella barbarie e capire come sia possibile ricucirne le ferite ancora aperte. Il rischio che si possa ricadere nell’intolleranza e nella discriminazione razziale è, purtroppo, sempre presente e non possiamo abbassare la guardia. Domani è una giornata, quella della memoria, che l’Italia celebra in Parlamento, come avviene ogni anno, ma anche nelle scuole e qui mi piace ricordare una interessante iniziativa fatta alcuni anni fa dagli studenti di Pantelleria dell’Istituto Superiore che si sono recati ad AUSCHWITZ, nei luoghi della memoria, grazie anche all’impegno profuso dall’allora Presidente del Senato, Senatore Renato Schifani.
Ricordare oggi diventa un dovere. Ricordare quei terribili anni di morte e di persecuzione nell´ Europa di oggi segnata da profonde divisioni, scossa dagli attentanti terroristici da parte dello stato Islamico e ferita dalle morti dei migranti, che scappano per paura di morire o perché perseguitati, assume ancora più importanza. Soprattutto qui a Pantelleria, isola al centro del mediterraneo e ponte fra culture e mondi diversi. Il ricordo di allora dunque, nell´Europa di oggi serve da monito per ricordare a noi – istituzioni - di lavorare sempre per la pace e per l´Unione.


 

ALTRE NOTIZIE

Al via l’11 agosto la prima edizione del FESTIVAL EGADÀ: Musica, arte e cultura locale, tra le acque cristalline delle Isole Egadi
Al via l’11 agosto la prima edizione del “FESTVAL EGADÀ – Musica Arti e Isole”, ambientato nella straordinaria cornice delle Isole Egadi: Favignana, L...
Leggi tutto
La Città di Trapani aderisce alla
La Città di Trapani aderisce alla "Marcia per San Matteo", per una Sicilia libera dagli incendi, che si terr&...
Leggi tutto
Pantelleria, il Sindaco smentisce ancora una volta le notizie allarmanti che i media stanno diffondendo sui contagi nell’isola
Pantelleria, il Sindaco smentisce ancora una volta le notizie allarmanti che i media stanno diffondendo sui contagi nell’isola: “Diffido dunque gli or...
Leggi tutto
Il Festival Dionisiache di Segesta fa tappa a Salemi: giovedì 5 agosto ´Anfitrione´ di Plauto
Il Festival Dionisiache di Segesta fa tappa a Salemi. Grazie alla collaborazione con l´amministrazione comunale, guidata dal sindaco Domenico Ve...
Leggi tutto
Favignana: servizio coordinato di controllo dei carabinieri
Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Favignana, con l’ausilio di una Unità Cinofila del Nuc...
Leggi tutto
47° anniversario della strage dell´Italicus. CNDDU: le vittime aspettano ancora giustizia
Tra la notte del 3 e 4 agosto 1974 un ordigno esplose sul treno Italicus proveniente da Roma e diretto a Monaco di B...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web