Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 22/01/2016 da Umberto Crispo

INQUINAMENTO LOC. RAGANZILI - ERICE CASA SANTA: RICHIESTA CONVOCAZIONE URGENTE TAVOLO TECNICO CON RAPPRESENTANTI GOVERNO REGIONALE

INQUINAMENTO
Egr. Sig. Prefetto,
come a Lei noto - anche in considerazione del prezioso supporto assicuratoci nel recente periodo con lŽausilio dei Vigili del Fuoco - rappresento che nel popoloso quartiere di Raganzile in Erice-Casa Santa, sin dallo scorso fine mese di ottobre 2015, permane una "preannunciata" grave emergenza igienico-sanitaria dovuta ad inquinamento dellŽacqua che giunge per il tramite della conduttura (mal) gestita, ed ormai assolutamente fatiscente, dallŽEAS per la distribuzione nelle case dei cittadini. Per tale ragione, visti gli infruttuosi primi tempestivi interventi/ricerche causa inquinamento, anche questi in via "sostitutiva" dellŽinerte EAS, mi ritrovavo costretto ad emanare ulteriore Ordinanza Sindacale, n. 399 del 25/11/2015 (all. 1), per vietare lŽutilizzo dellŽacqua per il consumo umano e, al contempo, continuare i lavori di sezionamento alla condotta idrica cittadina, sempre in via sostitutiva rispetto ad EAS che ne avrebbe invece la gestione e manutenzione, per delimitare lŽambito urbano onde individuare lŽinconveniente sostituendo il tratto di condotta interessato. Ad oggi però, nonostante il copioso investimento tecnico-finanziario non si è ancora addivenuti alla definitiva risoluzione/individuazione della scatenante e permanente concausa inquinante. A fronte di ciò, in data 28.12.2015 nei locali di Rigaletta-Milo, convocavo financo le ammininistrazioni condominiali interessate, il rappresentante della Protezione Civile regionale nonchè il rappresentante dellŽEAS Reparto di Trapani per oltremodo approfondire il merito della problematica (vedasi verbale all. 2), non potendo dunque non intervenire in via sostitutiva per lŽapprontamento idrico emergenziale, anche al fine di contenere gravi emergenti problematiche igienico-sanitarie e finanche prevenire possibili turbative allŽordine e sicurezza pubblica.
LŽIng DŽAsaro Roberto, delegato dal Commissario regle EAS, in quella sede, ribadiva lŽimpossibilità gestionale della manutenzione ordinaria della rete idrica comunale da parte dellŽEAS in
liquidazione, dichiarando di non poter assicurare alcun supporto economico e dunque operativo nella ricerca della causa dŽinquinamento, ancor meno la disponibilità di autobotti per servire lŽutenza contrattualizzata.
Il Rappresentante della PC si riservava dŽinformare per la bisogna il suo Dirigente reg.le, senza esito ad oggi. Al pari, nessun riscontro in merito da parte dei Presidente e delegato Assessore regionale, ne dai Dirigenti generali Dipartimento Acque e Rifiuti e Protezione Civile regionale.
Si sottolinea ancora che ad Erice esiste una condizione di gravità strutturale del sistema idrico ericino tale da aver fatto dichiarare al Governo regionale lo Stato di calamità naturale per la fatiscente rete cittadina, giuste apposite deliberazioni nn. 134 e 135 del lontano 23/04/2008 e nota di riscontro da parte del Dipartimento Protezione Civile Nazionale (prot DPC/CG/0035021 del 27/05/2008), pervenutami per il tramite di codesta Prefettura. Inoltre, con relazione tecnica acquisita nellŽambito di un procedimento per accertamento tecnico preventivo azionato dinanzi il Tribunale di Trapani (procedimento giudiziale n. R.G. 821/2013), il perito nominato dŽufficio rispondeva che, al fine di evitare le carenze strutturali, perdite e cause di inquinamento - causate dalla mala gestio EAS e dallŽacqua del dissalatore regionale di Nubia - sarebbe indefettibile il rifacimento almeno di quella parte della rete idrica maggiormente ammalorata che coincide con il quartiere di Casa Santa e frazione di Pizzolungo. Insomma, siamo davanti ad una emergenza intanto igienico-sanitaria annunciata e denunciata da tempo, certificata e datata; ma indicibilmente disattesa nella sua risoluzione dalla (ir)responsabile Regione.
Nonostante il progetto presentato dal Comune di Erice ai competenti uffici regionali, diversi incontri con i rappresnetnati del Governo Regione e del Dipartimento regionale Acque, ad oggi non è stato possibile ottenere alcun finanzimento, nè alcuna certezza o impegno che dir si voglia, ad intervenire definitivamente per il rifacimento della rete. Dal che lŽinevitabile ricorso financo al Tribunale delle Acque per lŽesecutività amministrativa e dunque per lŽingente riconoscimento finanziario indispensabile in danno dei responsabili. Ma i tempi di certo non appaiono congrui.
Il risultato è, che la situazione ormai è giunta davvero insostenibile, sia per i cittadini che devono affrontare ingenti spese per rifornirsi con le autobotti private, molti dei quali non sono più nelle condizioni di sostenere i relativi costi pro-quota condominiali, che per lŽamministrazione comunale - gravata dalle difficoltà di bilancio previsionale 2015, peraltro non ancora esitato - che deve sostituirsi quotidianamente ad EAS per i necessari e costanti interventi di manutenzione ordinaria oltre che per incombenze correlate in ragione di circa 500.000€ annui, oltre a quelli ulteriormente posti in essere per lŽesposta emergenza, tuttavia ancora non risolutori della causa di grave inquinamento.
Non vŽè dubbio che siamo difronte a irresponsabili e dolose inerzie, rispetto alle quali si procederà anche in separata sede invocando giustizia.
Ma il dramma igienico-sanitario "preannunciato" permane e potrebbe estendersi a macchia dŽolio su tutta Casa Santa nord (2/3 popolazione, strutture strategiche e commerciali) atteso il "cedimento" strutturale del sistema idrico distributivo, condutture in primis.
Per quanto sopra rappresentato, si chiede che la S.S., Voglia valutare la convocazione urgente delle parti, in particolare di un titolato rappresentante del Governo Regionale, oltre che del Dirigente regionale Dipartimento Acque e Rifiuti, del Dirigente regionale Protezione Civile, del Commissario regionale EAS, oltre allo scrivente ed i rappresentanti condominiali e delle Associazioni di tutela dei diritti dei Consumatori - utenti.
Nelle more, La invito ad assicurarci il continuo ma potenziato ausilio di rifornimento idrico per lŽesasperata utenza con i mezzi tutti rinvenibili.
Con lŽoccasione cordialmente saluto.

Erice, 20.01.2016
Il Sindaco Giacomo Tranchida

 

ALTRE NOTIZIE

Castroreale Jazz Festival XXI EDIZIONE
Venerdì 30 luglio si alza il sipario sulla ventunesima edizione del Castroreale Jazz Festival, che anche per questa stagione propone un cartell...
Leggi tutto
ORESTIADI / Omaggio a Franco Scaldati (venerdì 30 luglio) e a Leonardo Sciascia con Claudio Gioè (sabato 31 luglio)
Venerdì 30 luglio OMAGGIO A FRANCO SCALDATI #ilteatrodiscaldati ore 19,00 – Baglio di Stefano FRANCO SCALDATI e GIBELLINA - incontro incontro...
Leggi tutto
FLY VOLLEY MARSALA, ai nastri di partenza il nuovo campionato di Serie B2 Femminile di Pallavolo
Ai nastri di partenza il nuovo campionato di Serie B2 Femminile di Pallavolo, La Fly Volley comunica l’importantissima conferma al suo fianco dell’ A2...
Leggi tutto
Trapani, WWF: concluso corso per guardie venatorie ed ambientali
Si è concluso lo scorso 25 luglio il corso di formazione per aspiranti Guardie Volontarie Venatorie e Ambientali, organizzato dal WWF Italia ai...
Leggi tutto
Giorgia Butera chiude a Mazara il 30 luglio la seconda edizione della Rassegna
Terzo e ultimo appuntamento con “Un Mediterraneo di Letture” – la rassegna letteraria organizzata dalla Power Sound Service in collaborazione con l’As...
Leggi tutto
Trapani, WWF: concluso corso per guardie venatorie ed ambientali. “Diplomati” 16 nuovi volontari abilitati alla vigilanza antibracconaggio e contro gli illeciti ambientali
Si è concluso lo scorso 25 luglio il corso di formazione per aspiranti Guardie Volontarie Venatorie e Ambientali, organizzato dal WWF Italia ai...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ŽCampagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019Ž. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ŽCampagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019Ž. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ŽOrlando veloce a iscrivere migranti allŽanagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchiaŽ:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web