Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 28/12/2015 da Umberto Crispo

AL TEATRO FRANCO ZAPPALA’, LA PIU’ BELLA COMMEDIA NOIR DI EDUARDO DE FILIPPO APRIRA’ IL 2016: “LE VOCI DI DENTRO”

AL
Un lavoro di prosa incredibilmente intenso, scritto dall’immenso Eduardo De Filippo, apre il 2016 al Teatro Franco Zappalà. “Le voci di dentro” in cartellone dal 15 al 17 gennaio 2016. Sospesa tra sogno e realtà, anzi, avviluppata e irretita tra il piano onirico e quello del reale, l’opera è tra le commedie di Eduardo più ricche di simboli e significati. Concepita nel 1948, “Le voci di dentro” si porta dietro gli echi tragici della guerra appena finita che ha lasciato nevrosi e disillusioni, difficoltà nel quotidiano "tirare a campare", e l´abbrutimento dell´uomo che ormai vede nell´altro un suo nemico. Di tutto questo sono testimoni i sogni inquieti che i protagonisti fanno e che ci raccontano fin dall’inizio dell’opera con scene che acuiscono il senso di mistero e di disorientamento che perdurerà durante tutta la rappresentazione. Infatti, quella che può sembrare una divertente commedia degli equivoci diventa un´acuta riflessione sull’uomo e le sue meschinità che invece di ammiccare al pubblico, lo turba. Il filo conduttore di questa commedia, forse la più amara scritta da Eduardo, è l´incomunicabilità simboleggiata dallo zi´ Nicola, l´enigmatico personaggio, che per disillusione delle cose umane ha rinunciato a parlare preferendo esprimersi con una sorta di "Codice Morse" dove i punti e le linee, sono lo scoppio di petardi. Questo personaggio è la metafora di chi, dolorosamente, vuole mantenersi estraneo e al di fuori dalle meschine vicende del mondo. Rifugiarsi quindi nel silenzio o nel sogno. E proprio un sogno, quello di Alberto Saporito sarà l´evento scatenante della vicenda che porterà progressivamente a galla le ipocrisie, le amarezze e le meschinità dei personaggi coinvolti. Ancora una volta la famiglia, come in molti lavori eduardiani, appare come tema centrale, ma qui della “famiglia rispettabile” emerge prepotentemente un forte ritratto al vetriolo. Alberto Saporito è un apparecchiatore di feste popolari, e vive col fratello Carlo e lo zio, Nicola. Una notte sogna che i vicini di palazzo, i Cimmaruta, uccidono l´amico Aniello Amitrano e fanno sparire il cadavere. Nel sogno, lucidissimo, Alberto vede dove sono nascosti i documenti che possono incastrare i vicini. L´indomani, fatta la denuncia in questura, fa arrestare i Cimmaruta e rimasto solo in casa con il portiere Michele, cerca i documenti. Solo allora, all´improvviso, si accorge di aver sognato il tutto e capisce il guaio che ha combinato. Ritrattata la denuncia dal commissariato di polizia, Alberto si trova ora nei guai: Il procuratore della Repubblica, insospettito, crede che egli abbia ritrattato per paura o altro. Inoltre, rischia una querela per calunnia da parte dei vicini. Quello che viene messo in moto però, in una rapida degenerazione, è un meccanismo che svelerà tutte le meschinità dei protagonisti. Carlo, il fratello, nell´evenienza dell´arresto, cerca immediatamente un compratore per tutto il materiale per l´allestimento delle feste popolari, e tenta di farne firmare ad Alberto la cessione (con pieni poteri), adducendo varie scuse. I Cimmaruta, che vengono a trovarlo uno per volta, si mostrano stranamente gentili e si accusano l´uno con l´altro cercando di salvare il resto della famiglia. Converranno, alla fine, di dover assassinare Alberto per salvarsi da un omicidio che, nel finale della commedia, si scopre, essere solamente un sogno, poiché Aniello è vivo e vegeto. Alberto, a questo punto finale, finge di aver trovato i documenti, chiamando assassini i vicini; e spiega a cosa si riferisce: assassini della stima e della fiducia reciproche, ammettendo un omicidio come potenziale prassi, sospettando degli stessi familiari. In fondo, ammette Alberto Saporito, è compreso anche lui fra loro, senza saperlo: infatti, con quel sogno, ha inconsciamente creduto i vicini capaci di un tale crimine. Il sogno che si confonde con la realtà a volte sembra dissolvere i confini tra il reale e l’immaginario rivelando così i torbidi pensieri di tutti i personaggi. Anche per questo "Le voci di dentro", commedia introspettiva e disperata merita di essere posta tra le più significative commedie di Eduardo De Filippo. Il folto cast di bravissimi attori è composto da Franco Zappalà, che riveste i panni, che furono di Eduardo nel ruolo di Alberto Saporito, il fratello Carlo Saporito è interpretato da un giovane ed eclettico Nicolò Prestigiacomo. Insieme a loro Paolo La Bruna è Pasquale Cimmaruta, Matilde sua moglie è Silvana Di Salvo e i loro figli sono Rosario Fortunato e Rosalinda la Franca. Rosa, ruolo che fu di Pupella Maggio è interpretata da una grandissima Grazia Zappalà, Maria, la cameriera di casa Cimmaruta è Claudia Bua. Completano il cast Paolo Tutone nel ruolo di Capa d’Angelo, Cinzia Zisa e Angelo La Franca sono i coniugi Amitrano, quest’ultimo raddoppia e interpreterà anche lo Zì Nicola, il brigadiere di polizia è Paride Cicirello. Cura la sapiente regia del lavoro Franco Zappalà. Gli allestimenti scenici sono di Giovanni Vallone, i costumi di Domenica Alaimo, Luci e Audio di Francesco Di Gesù e Giovanni Russo. 
Gli spettacoli seguiranno il seguente calendario: venerdì 15 gennaio ore 17,30 - sabato 16 gennaio ore 17,30 - sabato 16 gennaio ore 21,15 - domenica 17 gennaio ore 18,00. Il costo dei biglietti è: € 20,00 intero - € 16,00 ridotto cral - € 12,00 ridotto M/R. 
Per informazioni: Teatro Franco Zappalà – Via Autonomia siciliana 123/a – 90143 Palermo - Tel. 091 543380 - 091 362764


 

ALTRE NOTIZIE

Mazara del Vallo – La Polizia di Stato arresta quarantaduenne marsalese per una rapina a una attività commerciale del centro storico mazarese.
Non conosce soluzione di continuità l’attività di contrasto alla criminalità condotta dagli age...
Leggi tutto
Lezioni di teatro online con la drammaturga Lina Prosa
Lezioni di teatro online
con la drammaturg...
Leggi tutto
Coronavirus, parte il Corso di psicoprofilassi al parto Online del Consultorio familiare di Alcamo
Sono nove le future mamme che hanno partecipato al primo incontro del Corso di psicoprofilassi al parto Online o...
Leggi tutto
Dopo la pandemia solo il 6% delle imprese tornerà senza smart working Digitalizzazione prioritaria per il 67%
Ricerca “Future of Work 2020” di Osservatorio Imprese Lavoro Inaz e Business International
Leggi tutto
IL SINALP INVITA I SICILIANI A DENUNCIARE IL FEDERALISMO DEI RICCHI
Questo Governo Nazionale continua imperterrito nella distruzione del Sud facendo propria, al contrario, la famosa ma...
Leggi tutto
Giornata internazionale delle persone con disabilità 2020
Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della disciplina dei Diritti Umani vuole ricordare che il prossimo 3 dicem...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web