Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 21/12/2015 da Umberto Crispo

INAUGURAZIONE OGGI POMERIGGIO A CASTANEA DEL MUSEO ETNO ANTROPOLOGICO DELL´ARTE RURALE E CONTADINA DELL´AREA DEI PELORITANI

INAUGURAZIONE
Sarà inaugurato oggi 21 Dicembre alle 16.30 nei locali in Piazza Umberto nel villaggio di Castanea a Messina il "Museo etno antropologico dell´arte rurale contadina dell´area dei Peloritani - I ferri du misteri". Il museo è stato ampliato rinnovato rispetto agli anni precedenti e sono stati aggiunti numerosi reperti di grande valore scientifico. Realizzata anche una biblioteca e una sezione dedicata alla fotografia con le opere del maestro Aldo Pintaldi La cerimonia avrà inizio con la benedizione officiata da monsignor Antonino Isaja, seguiranno poi la presentazione del museo a cura dal presidente e direttore cavaliere dell´ordine al merito della repubblica geometra Domenico Gerbasi. Saranno presenti, tra gli altri, il prefetto di Messina Stefano Trotta, il rettore dell´Università di Messina Pietro Navarra, il commissario straordinario della Provincia Filippo Romano, il sindaco di Messina Renato Accorinti, il comandante della Marina Militare Santo Le Grottaglie l´assessore ai beni culturali di Messina, Tonino Perna. Previsti gli interventi del rettore del Seminario Arcivescovile S.Pio X di Messina monsignor Cesare Di Pietro, del Soprintendente ai Beni Culturali e Ambientali di Messina Rocco Scimone, del direttore della sezione Beni Bibliografici ed Archivistici della Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Messina Melina Prestipino, del coordinatore del collegio dei prorettori dell´Università Messina Giovanni Cupaiolo. Per il progetto c´è stata la collaborazione tecnico scientifica di Giuseppe Gagliano, Mirella Jannuzzi, Gabriella Mento, Fabrizio Quadarella, Felicetta Porrazzo, Maria Rabe, Giuseppe Sampino, Rosa Siciliano, Rina Stracuzzi, del dirigente sezione Beni Etno antropologici Anna Maria Picone, del funzionario esperto catalogatore Osvaldo Prestipino Giarritta, dell´istruttore Direttivo Catalogatore Antonella Intersimone. "La struttura originaria dove ora si trova il museo - spiega Domenico Gerbasi - risale presumibilmente al 1600 ed è stata danneggiata più volte da eventi sismici e dalla guerra mondiale, oggi dispone solo del piano terra mentre segni tangibili ci dicono che la struttura avesse qualche piano in più. Il Museo dei peloritani si avvale di un patrimonio etno antropologico di circa 2500 pezzi, molti altri sono conservati in depositi per mancanza di spazi utili. Sono stato per anni a stretto contatto con realtà artigianali, industriali e contadine, e questo mi ha reso consapevole del sacrifico, dell´impegno e della dignità delle classi artigiane più povere facendomi sempre più appassionare ai mestieri, attività, e modi di vivere delle comunità rurali e popolari". In occasione dell’Inaugurazione del Museo Melina Prestipino, direttore della Sezione per i Beni Bibliografici e Archivistici della Soprintendenza di Messina ha organizzato l’esposizione bibliografica "Nel labirinto delle stampe. Caratteri, torchi e … calamai", sottolineando: "A I ferri du Misteri è intitolato il Museo etno antropologico. Misteri, intesi come lavoro, attività artigianale, attività manuale. La stessa etimologia di Mistero. Quello che avvolge la vita in ogni sua manifestazione. Il Mistero della Natura, il Mistero dell’attività dell’Uomo, che si manifesta attraverso la sua creatività e il suo rapportarsi alla Natura. E i ferri sono gli arnesi, altresì sono l’arguzia, la capacità di concepire e di creare, di fare dell’uomo, come se fosse nato con quell’artifizio incorporato nel suo Dna, sin dalla nascita. Si troveranno anche libri interessanti come I Scinnenti e Muntanti di Maria Costa, I Prumessi spusi di Gianni Argurio. Gli studi di Giuseppe Pitrè e i capolavori della letteratura antica e moderna italiana e straniera della Biblioteca Universale Rizzoli. Nel locale che ospita la Biblioteca trova posto, accanto alle raccolte librarie, poi anche uno spaccato di quello che era l’arte della stampa fino alla seconda metà del secolo scorso. Ma oltre ai caratteri a stampa, ci sono i caratteri che troviamo ritratti nelle fotografie del Maestro Aldo Pintaldi. Li ritroviamo nelle fotografie della donazione che il Maestro fece al Museo in una sua visita nel luglio del 2012. Si tratta di una Collezione di circa 400 fotografie, da cui nacque una sezione fotografica a lui intitolata. Caratteri colti e ritratti nello scatto fotografico, per rappresentarne l’essenza. Il carattere di un bimbo ai suoi primi passi, di una timida adolescente, di una lieve brigata in vacanza, dei partecipanti ad un incontro congressuale, di un gruppo di invitate ad una cerimonia. Una fotografia che rivela, al di là delle distrazioni del quotidiano, l’attenzione per le cose essenziali, l’attenzione di chi sa leggere le cose segrete della vita. Possiamo chiamare il Maestro Aldo Pintaldi, il fotografo della Rinascita, il fotografo di quella Messina che dall’immediato secondo dopoguerra, sperimenta un periodo di vertiginosa e esplosiva voglia di vivere, di crescere, di ricostruire, di dimenticare le tristi vicende di un terremoto che ancora testimonia in alcuni agglomerati urbani la sua terribilità e quelle, ancora più tristi, del secondo conflitto mondiale. La mostra, è stata realizzata con la collaborazione di Maria Rabe, Mirella Jannuzzi, Rocco Burgio e Nino Cupitò".

 

ALTRE NOTIZIE

Castroreale Jazz Festival XXI EDIZIONE
Venerdì 30 luglio si alza il sipario sulla ventunesima edizione del Castroreale Jazz Festival, che anche per questa stagione propone un cartell...
Leggi tutto
ORESTIADI / Omaggio a Franco Scaldati (venerdì 30 luglio) e a Leonardo Sciascia con Claudio Gioè (sabato 31 luglio)
Venerdì 30 luglio OMAGGIO A FRANCO SCALDATI #ilteatrodiscaldati ore 19,00 – Baglio di Stefano FRANCO SCALDATI e GIBELLINA - incontro incontro...
Leggi tutto
FLY VOLLEY MARSALA, ai nastri di partenza il nuovo campionato di Serie B2 Femminile di Pallavolo
Ai nastri di partenza il nuovo campionato di Serie B2 Femminile di Pallavolo, La Fly Volley comunica l’importantissima conferma al suo fianco dell’ A2...
Leggi tutto
Trapani, WWF: concluso corso per guardie venatorie ed ambientali
Si è concluso lo scorso 25 luglio il corso di formazione per aspiranti Guardie Volontarie Venatorie e Ambientali, organizzato dal WWF Italia ai...
Leggi tutto
Giorgia Butera chiude a Mazara il 30 luglio la seconda edizione della Rassegna
Terzo e ultimo appuntamento con “Un Mediterraneo di Letture” – la rassegna letteraria organizzata dalla Power Sound Service in collaborazione con l’As...
Leggi tutto
Trapani, WWF: concluso corso per guardie venatorie ed ambientali. “Diplomati” 16 nuovi volontari abilitati alla vigilanza antibracconaggio e contro gli illeciti ambientali
Si è concluso lo scorso 25 luglio il corso di formazione per aspiranti Guardie Volontarie Venatorie e Ambientali, organizzato dal WWF Italia ai...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web