Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 04/12/2015 da Giusy Modica

LE GUERRIERE PESHMERGA

LE
Il termine “peshmerga” letteralmente significa: “combattente che è pronto a fronteggiare la morte”. Questo nasce come un titolo di riconoscimento per gli uomini e le donne che hanno combattuto per uno Stato curdo libero tra Iran, Iraq, Siria, Turchia dopo la Prima Guerra Mondiale; in tempi più recenti il termine viene associato ai gruppi militari curdi, di cui le donne sono sempre più parte integrante.
Per la popolazione curda, i peshmerga non sono solo dei militari che combattono, ma rappresentano anche gli angeli che proteggono i loro confini e le loro libertà.
Il reggimento femminile dei peshmerga è uno dei punti di forza della difesa del Kurdistan iracheno dal 1996, quando venne creato con appena 11 reclute dall´Unione patriottica del Kurdistan di Jalal Talabani, per sottolineare la volontà di integrare le donne nel nascituro Stato.
Le donne del Kurdistan si percepiscono come le garanti di una società libera, e la loro dunque non è solo una lotta militare contro l´Isis, ma anche una vera e propria presa di posizione politica contro l’ordine sociale e la mentalità patriarcale.
Del resto non ci sono dubbi sul tipo di regime che costoro vorrebbero instaurare in tutta l’area: una sorta di nazismo in chiave islamica, secondo il quale agli “eletti” sarebbero riservati tutti i beni, mentre gli altri dovrebbero essere costretti ad una condizione di schiavitù.
Abbiamo un’immagine un po’ stereotipata della donna di quelle latitudini, ovvero una donna rigorosamente sottomessa e velata, pertanto una politica che le equipari agli uomini ci sembra un retaggio esclusivamente occidentale. Invece, le donne curde, sono considerate uguali agli uomini sia nella sfera privata che politica, lavorativa, sociale, da quando il PKK, il movimento curdo di liberazione, è emerso negli anni 70, rifacendosi ad una ideologia marxista che non lasciava spazio a differenze di genere. Più volte il loro leader, Ocalan, ha espresso chiaramente l’importanza della parità dei sessi e della lotta delle donne, per loro stesse e per i diritti del loro popolo.
L’esercito di donne Peshmerga sta avanzando rapidamente in Siria, riprendendosi le
città che prima erano state conquistate dalle milizie fedeli ad Al Baghdadi. Hanno già liberato 390 villaggi nel nord della Siria, raggiungendo la città di Til Hemis, polo strategico che ormai è sotto il loro controllo.
Ragazze giovanissime, tra i 18 e i 25 anni, con divise spesso improvvisate, scarpe da ginnastica al posto degli anfibi, sono pronte a combattere, tenendo il morale sempre alto. Il loro sesso, inoltre, pare essere un vantaggio dal punto di vista psicologico: è interessante notare come i miliziani dell´Iisis, sempre pronti a trucidare le donne indifese che trovano lungo il loro cammino, sono riluttanti quando si tratta di combattere contro delle donne. Secondo alcune credenze jihadiste, infatti, essere uccisi in battaglia da una donna impedisce di accedere al paradiso.
La guerra, per queste donne, significa un’ulteriore affermazione di indipendenza.
Forti, capaci, precise e coraggiose, le soldatesse curde non solo lottano per la libertà dal fanatismo dell´Isis, ma anche per la loro emancipazione, dimostrando al mondo intero una forza d’animo senza eguali.
Se ci sarà una vittoria contro l´Isis, avverrà anche e soprattutto per mano delle donne curde.

Fonte immagine: aciclico.com

Palermo
04 Dicembre 2015

Giusy Modica
Consulente per la salute con lo sport presso l’Associazione Anas zonale Oreto.
Per informazioni e appuntamenti chiamare al numero 091-336558 dalle ore 9:00 alle ore 13:00.


 

ALTRE NOTIZIE

ALCAMO. I CARABINIERI ARRESTANO UN 27ENNE: AVEVA DANNEGGIATO L’AUTO DEL SUO RIVALE IN AMORE
I Carabinieri della Stazione di Alcamo, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno arrestato nella flagranza dei reati di porto abusi...
Leggi tutto
TRAPANI. CONTROLLO DEL TERRITORIO: I CARABINIERI DENUNCIANO 6 SOGGETTI PER VARI REATI
Nella giornata di ieri, 19 ottobre 2020, i Carabinieri della Compagnia di Trapani, hanno condotto un servizio di controllo straordinario del territori...
Leggi tutto
BORSA DI STUDIO - SuperNews
Università, opportunità borsa di studio per un milione di studenti italia...
Leggi tutto
La Sicilia dell’innovazione a Smau
La Sicilia dell’innovazione a Smau
Quindici le...
Leggi tutto
Dan John apre un punto vendita a Trapani e cerca personale
Dan John apre un punto vendita a Trapani e cerca personale
Leggi tutto
Fondazione Nicola Trussardi, Milan | LAST WEEK: Ragnar Kjartansson – THE SKY IN A ROOM | on view until October 25, 2020
FONDAZIONE NICOLA
TRUSSARDI
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web