Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 13/11/2015 da Umberto Crispo

SCOPERTE NUOVU TIPO DI CELLULE STAMINALI

SCOPERTE
Il gruppo del Dipartimento di Medicina sperimentale dellŽUniversità di Genova, diretto da Ranieri Cancedda*, ha pubblicato sulla rivista Scientific Reports, rivista scientifica che si occupa di tutti i settori delle scienze naturali pubblicata da nature del gruppo npg, la scoperta di un tipo di cellule staminali che al primo malessere si concentrano sulla parte coinvolta, e cominciano a ripararne i danni; a scoprirlo sono state le ricercatrici Claudia Lo Sicco e Roberta Tasso. Queste cellule sono state rilevate nel sangue dei topi, ed è già stata verificata la loro efficienza; infatti sono state iniettate in topi che avevano fratture nella coda, e, nellŽarco di tre settimane, le cellule si sono moltiplicate sia nelle ossa che nella cartilagine che nei muscoli agevolando la guarigione. Il prossimo obbiettivo, secondo quanto affermato da Cancedda, sarà andarle a trovare nell’uomo; e dopo di ciò si potrebbe provare a isolarle e cercare di moltiplicarle, oppure (opzione un po più velleitaria), si potrebbero usare per riattivare meccanismi endogeni di riparazione perduti nel corso dellŽevoluzione. Meccanismi di riparazione del genere, comunque, sono già presenti in natura, come ad esempio nelle lucertole, quando viene tagliata la coda, grazie ad essi successivamente ricresce; ma anche nell’uomo meccanismi simili agiscono nel fegato e durante lo sviluppo fetale. Dopo questa strabiliante scoperta, adesso bisogna capire come sfruttare le enormi potenzialità di queste cellule.

*Ranieri Cancedda EŽ il presidente della European Tissue Engineering Society, la società scientifica che riunisce i ricercatori europei attivi nel campo dellŽIngegneria dei tessuti, e uno tra i più importanti ricercatori italiani di questa interessante branca della biotecnologia che, già adesso, sta rivoluzionando la chirurgia tradizionale rispetto a come siamo abituati a conoscerla. Il fatto che Ranieri Cancedda sia presidente della società scientifica che riunisce i ricercatori europei di questo settore non è un caso isolato. LŽItalia vanta infatti oltre a lui un numero significativo di ricercatori di alto livello nel campo dellŽingegneria dei tessuti e una realtà industriale impegnata nella produzione delle "impalcature" su cui far crescere i tessuti, riconosciuta come tra le più importanti in Europa. Alla ricostruzione di cartilagine e osso lavora proprio Cancedda a Genova dopo essersi per lungo tempo occupato della pelle umana. Attivo con il suo laboratorio allŽinterno di un centro per la cura dei tumori (lŽIST di Genova), da sempre Cancedda ha mostrato una spiccata sensibilità di clinico per il drammatico bisognio di tessuti da utilizzare nella chirurgia ricostruttiva su questi pazienti spesso "consumati" dalla malattia; facendo crescere le competenze del centro relativamente alla ricostruzione della pelle e di altri epiteli umani come quello del cavo orale, dellŽuretra e della cornea e offrendo un fondamentale supporto ai chirurghi impegnati in prima linea nella lotta al cancro. Oggi il suo lavoro è incentrato nello studio dei meccanismi cellulari e molecolari che controllano il differenziamento cellulare e la formazione dei tessuti delle ossa e delle cartilagini sia durante lo sviluppo embrionale, quando proprio i tessuti "nascono", sia quando a seguito di una lesione nuovi tessuti spontaneamente si formano andando a riparare quelli vecchi. La comprensione di questi processi è fondamentale per perfezionare le tecniche di coltura di questi tessuti e indirizzare la riproduzione delle cellule prelevate dal paziente, ma anche per favorire, una volta reimpiantati dal chirurgo, i processi del formarsi di nuovi vasi sanguinei che vadano a nutrirli. Cancedda ha messo a punto un sistema estremamente promettente per far riprodurre cellule del midollo osseo, che contengono i progenitori di tutti i tessuti connettivi, e a preservare la loro capacità di dare origine a osso e cartilagine, impiantandole su "impalcature" microporose di spugna e corallo che si disintegrano man mano che le cellule crescono e lo rimpiazzano. Sistema che, in parallelo con gli altri in fase di sviluppo nel mondo, sarà alla base della rinnovata chirurgia ossea dei prossimi anni. Inoltre, sulla base di queste stesse ricerche ha portato avanti anche studi sulla coltivazione in vitro dei tessuti per utilizzarli in sostituzione dei volontari umani negli studi farmacologici finalizzati ad esempio a verificare lŽefficacia o la tossicità di un nuovo farmaco. In parallelo con gli altri ricercatori di tutto il mondo impegnati nellŽIngegneria dei tessuti, gli sforzi di Cancedda e del suo gruppo sono volti a perfezionare la comprensione e la gestione del processo di coltivazione, e dellŽindividuazione dei materiali più adatti e riassorbibili dallŽorganismo per le impalcature, per fornire ai chirurghi unŽaltra tessera del grande mosaico che sta disegnando la rivoluzione delle tecniche operatorie di intervento. BIOGRAFIA: Ranieri Cancedda è nato a Genova nel 1945. Nella stessa città si è laureato in Medicina e Chirurgia nel 1969, dopo essere stato dal 1964 Studente interno del dipartimento di Biochimica. Dal 1969 al 1971 è stato Assitente sempre presso lo stesso dipartimento e dal 1970 al 1971 Visiting Research Yellow presso il Dipartimento di Ematologia dellŽUniversità nigeriana di Ibadan. Dal 1972 al 1974, negli Stati Uniti, presso il dipartimento di Microbiologia della facoltà di Medicina della Washington University, ha ricoperto il ruolo di Research Associate. A cavallo di questa esperienza, nel 1973, e sino al 1980 è stato Assistente al II Istituto di Biochimica della II Facoltà di Medicina dellŽUniversità di Napoli. Dal 1974 al 1980 è stato professore incaricato di Biologia Generale presso la stessa Università. In questo periodo, tra il 1977 e il 1978 è stato anche Visiting Scientist presso il Roche Institute of Molecular Biology, negli Stati Uniti (New Jersey). Divenuto Professore Associato di Biologia Generale pressola II facoltà di Medicina dellŽUniversità di Napoli nel 1980, è rimasto in questa sede sino al 1984, ricoprendovi anche negli anni 1983-1984 il ruolo di Direttore del Dipartimento di Biochimica Cellulare e Molecolare. Dal 1984 è rientrato nella sua città natale, Genova, in qualità di Direttore del Laboratorio di Differenziamento Cellulare dellŽIstituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro (IST), carica che tuttŽora ricopre. Presso lŽuniversità di Genova ha tenuto dal 1986 al 1994 come Ordinario la cattedra di Biologia Generale e dal 1994 ad oggi quella di Biologia Cellulare. Parallelamente, dal 1994 ad oggi è stato componente del Consiglio scientifico ristretto del Centro di Biotecnologie Avanzate (CBA) di Genova, Coordinatore del Dipartimento di Biotecnologie in Oncologia dellŽIstituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro (IST) di Genova, Istituto di cui dal gennaio 2001 è Vice direttore scientifico. E ancora, nellŽambito delle numerose società scientifiche di cui fa parte, dal 1990 al 1992 è stato Presidente della Associazione Italiana di Biologia cellulare e del differenziamento, e dal maggio 2000 ad oggi Presidente della European Tissue Engineering Society.
Foto e approfondimento su Ranieri Cancedda prese da www.biotecnologia.it


 

ALTRE NOTIZIE

Al maestro gelatiere Pietro Di Noto il premio “Ricerca e innovazione” del Gal Nebrodi plus per il brevetto Ice Gelina
Un ambito riconoscimento per il maestro gelatiere tusano Pietro Di Noto, arriva stavolta dal Gal Nebrodi plus, di cui è presidente Francesco Ca...
Leggi tutto
Salemi, bus navetta gratuito per gli spettacoli estivi in piazza Alicia e al castello
SALEMI - Il Comune di Salemi ha istituito un servizio navetta gratuito in occasione di alcune delle manifestazioni estive previste dal cartellone &acu...
Leggi tutto
MARETTIMO ITALIAN FILM FEST, DOMANI LA CONSEGNA DEI PREMI STELLA MARIS MADRINA DELLA SERATA MARTINA SAMBUCINI
MARETTIMO (TRAPANI), 23 LUG. Si scaldano i motori per il gran finale del Marettimo Italian Film Fest, il festival dedicato al cinema italiano e al mar...
Leggi tutto
Castellammare del Golfo partecipa all´inziativa "Vele Spiegate per la Fibromialgia"
Il Comune di Castellammare del Golfo partecipa all´inziativa "Vele Spiegate per la Fibromialgia" una veleggiata di 2 giorni dal 24 e 25 Luglio 2...
Leggi tutto
VALDERICE. 41ENNE AGLI ARRESTI DOMICILIARI NON RISPETTA GLI OBBLIGHI : I CARABINIERI LO CONDUCONO IN CARCERE
I Carabinieri della Stazione di Valderice, hanno arrestato il pregiudicato C.G., cl.80 in ottemperanza al provvedimento emesso dalla Corte di Appello ...
Leggi tutto
lo dicono da sempre anche i maggiori esperti: ridere fa bene
Lo sappiamo bene è lo dicono da sempre anche i maggiori esperti: ridere fa bene. E non solo, essere di buon umore ci consente di affrontare al ...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ŽCampagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019Ž. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ŽCampagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019Ž. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ŽOrlando veloce a iscrivere migranti allŽanagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchiaŽ:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web