Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 17/03/2015 da REDAZIONE REGIONALE

PDS MPA COMUNICATO - Si riapre la partita per le paventate trivellazioni petrolifere nel Canale di Sicilia.

PDS
Grazie a due voti dei giorni scorsi, lŽaula di Palazzo Madama ha
infatti posto una pesante ipoteca sulla prosecuzione dei progetti di
perforazione petrolifera nel Mediterraneo.

Il primo voto (che ha visto il parere negativo del Governo Renzi) è
stato quello con cui nella lista dei cosiddetti "ecoreati" sono state
inserite quelle tecniche esplosive e di "air gun" utilizzate per le
ricerche petrolifere.
Si tratta di tecniche che hanno infatti un gravissimo impatto
ambientale,
sia sulla struttura dei fondali che vengono "bombardati" a
ritmo incessante (una esplosione ogni 9-10 secondi per mesi interi),
sia per lŽecosistema marino in generale. Effetti ancora e maggiormente
più gravi in un contesto geo-tettonico come quello del Canale di
Sicilia a forte sismicità.
Queste attività saranno ora punibili, se non interverranno modifiche
al testo della legge durante il dibattito alla Camera, con la
reclusione fino a tre anni, grazie ad un emendamento del Gruppo "GAL -
Grandi autonomie e libertà" del Senato (Giuseppe Compagnone, Giuseppe
Ruvolo, Antonio Scavone) e del Senatore Antonio DŽAlì di Forza Italia.

Il secondo voto è quello con cui sempre il Senato ha approvato a larga
maggioranza (questa volta col parere favorevole del Governo e su
proposta degli stessi senatori che hanno proposto lŽemendamento alla
legge sugli ecoreati) un Ordine del Giorno con cui è stato disposto il
blocco delle concessioni che il Governo sta rilasciando in virtù
dellŽart. 38 del cosiddetto "Sblocca Italia". "Una norma, quella
dellŽart. 38 - afferma il capogruppo del MpA allŽARS Roberto Di Mauro
- che è una doppia truffa, perché sottrae alle regioni la possibilità
di intervenire a tutela del proprio territorio e perché aggira quanto
previsto dalla normativa comunitaria che entrerà in vigore a luglio e
che si basa sul principio di precauzione per la riduzione dellŽimpatto
ambientale, per la prevenzione dei rischi e dei disastri."

I due provvedimenti votati dal Senato sono stati illustrati stamattina
nel corso di una conferenza stampa allŽAssemblea Regionale, nel corso
della quale è stata più volte sottolineata "la grande differenza di
comportamento fra il governo regionale precedente, che per anni ha
tenuto testa agli interessi dei petrolieri, ed il governo attuale, che
si è invece appiattito sulle richieste e gli interessi delle grandi
lobby."

Il senatore di Forza Italia Antonio DŽAlì ha fornito alcune cifre che
chiariscono la misura degli interessi in atto: a fronte dei guadagni
miliardari derivanti dallŽestrazione, i canoni di concessione per le
strutture petrolifere sono incredibilmente bassi, di appena 0,025 Euro
per chilometro quadrato a mare e 0,2 euro per chilometro quadrato a
terra. A ciò si aggiunge lŽassenza di garanzie sulla capacità dei
concessionari sulla possibilità di intervento per la prevenzione dei
rischi.
Ad oggi ci sono richieste di interdizione di aree di pesca nelle acque
prospicienti le coste siciliane per oltre 30.000 chilometri quadrati.

Per il senatore Antonio Scavone, "stiamo vivendo una partita
fondamentale per lo sviluppo del nostro territorio e per il nostro
futuro. Il Governo nazionale, con lŽaccondiscendenza di quello
regionale ha trovato il modo di aggirare la legge che già esisteva e,
soprattutto, ha aperto una "finestra" temporale prima dellŽentrata in
vigore della stringente Direttiva comunitaria, dando ai petrolieri la
possibilità di presentare affrettate richieste di concessione che
avranno un impatto devastante per almeno 50 anni.
A questi comportamenti, il Gruppo GAL ha saputo opporsi coalizzando
attorno al proprio operato anche parlamentari di tutto lo schieramento
costituzionale, come testimoniato dalle firme apposte ai nostri
documenti e dal voto dŽaula, che ha visto parecchi parlamentari della
maggioranza votare contro lŽindicazione del Governo Renzi."

Infine per Giuseppe Compagnone "tutti i provvedimenti adottati dal
Governo nazionale e da quello regionale sono espressione di una
cultura vecchia, di una vecchia visione del mondo e dello sviluppo.
Mentre in tutto il mondo si investe, si fa ricerca e si sviluppano
politiche si sostegno alle energie alternative, Crocetta parla ancora
del petrolio come strumento di sviluppo. Sono parole frutto
dellŽignoranza e di un incredibile appiattimento sulle posizione delle
compagnie petrolifere."
"Crocetta - ha affermato Compagnone - si sta rendendo complice di un
vero e proprio crimine contro la Sicilia
, per altro con un
comportamento schizofrenico, perché da un lato impegna somme per il
sostegno al turismo costiero e dallŽaltro vuole disseminare proprie le
coste di veri e propri ecomostri
come le piattaforme petrolifere o
vuole interdire la pesca alla più grande marineria nazionale."

Pietro Galluccio







 

ALTRE NOTIZIE

Nomina responsabile per la Calabria dell’ Nazionale Antimafia
La direzione nazionale dell’Associazione Nazionale Antiracket e Antiusura “In Movimento per la Legalità”, che ha la sede legale in Sicilia, ha ...
Leggi tutto
MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA UN ARRESTO E UN DIVIETO DI AVVICINAMENTO ESEGUITI DAI CARABINIERI
Nei giorni appena trascorsi i Carabinieri della Stazione di Valderice hanno tratto in arresto in flagranza un giovane classe 97 per il reato di maltra...
Leggi tutto
GIBELLINA:ARRESTATO DAI CARABINIERI LEONARDO AGUECI. COINVOLTO NELL’OPERAZIONE ERMES PER FAVOREGGIAMENTO A COSA NOSTRA
I Carabinieri della Stazione di Gibellina, in esecuzione ad un provvedimento restrittivo emesso dallŽufficio esecuzioni penali della Procura della Rep...
Leggi tutto
Ultimissime Notizie sulla nuova variante Sudafricana C12, è allarme tra gli scienziati: “Molto più contagiosa, buca i vaccini”
Un’altra variante, dopo la Delta, fa paura agli scienziati. La mutazione, rilevata in Sudafrica per la prima volta, sarebbe del ceppo C.1.2. Questa sp...
Leggi tutto
SANTA NINFA. ARRESTATO DAI CARABINIERI PER ASSOCIAZIONE MAFIOSA DI LEONARDO. COINVOLTO NEL GIRO DEI PIZZINI PER IL LATITANTE MATTEO MESSINA DENARO
I Carabinieri della Stazione di Santa Ninfa, in esecuzione di un provvedimento dell’Autorità Giudiziaria, hanno arrestato Ugo DI LEONARDO, cl.4...
Leggi tutto
IL PREFETTO DI TRAPANI, FILIPPINA COCUZZA, RICEVUTA A PALAZZO MUNICIPALE DAL SINDACO MASSIMO GRILLO

Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ŽCampagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019Ž. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ŽCampagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019Ž. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ŽOrlando veloce a iscrivere migranti allŽanagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchiaŽ:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web