Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 29/11/2019 da Cinzia Testa

Il Rotaract Palermo Montepellegrino, il 5 dicembre, festeggia il suo 2° compleanno

Il
Proietti: «Il Rotaract è un’avventura fatta di amicizia, servizio, leadership e divertimento…perché non viverla?» ha commentato Daniele Proietti, lanciando un appello a quanti vogliono cercare un senso e trovarlo effettivamente, alla loro vita.

Tempo di grandi festeggiamenti per il Rotaract Club Palermo Montepellegrino, l’Associazione promossa e sostenuta dal Rotary International e formata da giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni, che quest’anno festeggia il suo secondo compleanno ed è lieta di invitare, i soci del Rotaract e del Rotary Club Palermo Montepellegrino, gli amici e gli aspiranti soci, all’evento celebrativo che avrà luogo giovedì 5 Dicembre, presso il White Club, in via Massaia Guglielmo Cardinale, 7 (zona Arenella), a partire dalle ore 20:00.
Per l´occasione, come l´anno scorso, verrà effettuato un sorteggio: il numero sorteggiato vincerà un soggiorno per due persone di due giorni e una notte in Sicilia. Il soggiorno sarà gentilmente offerto dal Tuareg Tour Operator.
Il Rotaract Palermo Montepellegrino è attivo dal 2017 e in questi anni ha promosso numerose iniziative per rispondere al meglio alle esigenze della comunità, trattando temi importanti per il territorio e dando risposte concrete ai tanti bisogni dei più deboli e dei meno fortunati del territorio. Un club che in linea con il nome che porta fa, costantemente, della sua presenza azione concreta.
«Il primo Club Rotaract nacque, a North Charlotte, nella Carolina del Nord, proprio 52 anni fa circa, il 13 marzo 1968. L’associazione deve il suo nome alle parole “Rotary” ed “Action”, combinazione che venne scelta in seguito ad un sondaggio tra gli studenti dell’Università di Houston, nel Texas» sottolinea il presidente del Club Daniele Proietti.
Ma cosa significa questo nome? È lo stesso Daniele Proietti a sintetizzare l’importanza di questo sodalizio di servizio.
«I valori del Rotary uniti allo slancio all’azione delle nuove generazioni! Da allora tanta strada è stata fatta, a oggi infatti sono attivi in tutto il mondo oltre 8700 Rotaract Club che contano circa 200000 soci in 170 paesi; solo in Italia sono presenti circa 448 Club, con circa 7200 soci, organizzati in 13 Distretti».
E continua Proietti «I Soci dei Rotaract Club, in generale, e quelli del club che presiedo, operano con volontà, impegno e spirito di servizio organizzando progetti attivi e di raccolta fondi finalizzati a soddisfare le esigenze della comunità locale e internazionale. Le varie iniziative hanno principalmente lo scopo di favorire la comprensione internazionale, portare l’attenzione su temi di pubblico interesse ed azioni di concreto supporto allo sviluppo lavorativo e professionale dei giovani, oltre ad attività culturali ed a campagne di sensibilizzazione nelle scuole e nelle piazze».
«Il Rotaract è un’avventura fatta di amicizia, servizio, leadership e divertimento…perché non viverla?» ha commentato Daniele Proietti, lanciando un appello a quanti vogliono cercare un senso e trovarlo effettivamente, alla loro vita.
Agenzia di comunicazione ed eventi per Sicilia



Il giorno lun 25 nov 2019 alle ore 21:59 Antonio Fundarò ha scritto:
“Insegnare ed apprendere per competenze”
Concluso il corso di formazione per i docenti dell’Ambito 22 dell’USR Sicilia ricadente nell’Area tematica “Didattica per competenze, innovazione metodologica e competenze di base”
***
di Filippo Nobile
***
Si conclude, all’Istituto Balsamo Pandolfini di Termini Imerese, scuola polo per l’Ambito 22 dell’ufficio Scolastico Regionale della Sicilia, il corso di formazione, per docenti di ogni ordine e grado, dal titolo “Insegnare ed apprendere per competenze” ricadente nell’Area tematica “Didattica per competenze, innovazione metodologica e competenze di base”. Relatore dei quattro incontri, il prof. Antonio Fundarò, docente al Corso di laurea in “Scienze e Tecniche Psicologiche” dell’Università degli Studi di Palermo e docente del MIUR; tutor, invece, la professoressa Nicasia Concialdi.
«Con l’introduzione della Certificazione per Competenze – sottolinea il prof. Antonio Fundarò - la scuola è chiamata a valutare non solo e non più le conoscenze (sapere) e le abilità (saper fare e applicare regole, sulla scorta di una guida) degli studenti, ma con più attenzione le loro competenze (sapersi orientare autonomamente e individuare strategie per la soluzione dei problemi) in contesti reali o verosimili. Proprio per questo è importante che gli istituti e gli insegnanti abbiano gli strumenti adatti per questo tipo di valutazione».
«Il corso ha l’ambizione di essere intervenuto, prioritariamente, sul fronte delle conoscenze: Normativa di riferimento: quadro nazionale ed europeo; Costrutti teorici e lessico: conoscenza, abilità, competenza, competenza chiave e di cittadinanza, valutazione degli apprendimenti e valutazione autentica, compito di realtà, rubrica valutativa; progettare e valutare per competenze in classi con alunni normodotati, BES, DSA, alunni in situazioni di handicap; approcci metodologici attivi e funzionali nella didattica per competenze; esempi di buone pratiche e modelli significativi applicabili in classe favorendo la correlazione tra attività curricolari e situazioni reali. Poi, sul fronte delle competenze: relazionali, organizzativo-gestionali, didattico-metodologiche; saper progettare un’unità didattica di apprendimento per competenze usando un format condiviso che coinvolga o la sola disciplina di insegnamento del docente in formazione o più discipline, in un’ottica interdisciplinare e trasversale; saper contestualizzare l’unità progettata all’interno di un percorso di curricolo verticale; rafforzare le competenze di base attraverso l’utilizzo di metodologie didattiche innovative; saper definire un compito di realtà; analizzare rubriche valutative; saper documentare percorsi didattici; prendere parte a momenti di condivisione/riflessione in gruppo, collaborando con colleghi della stessa disciplina e/o di discipline diverse; riuscire ad auto-valutare l’efficacia delle unità progettate e la ricaduta sulle classi in cui si effettua la “sperimentazione”».
Infine, continua il professore Fundarò, il corso ha fornito un serie importantissima di abilità operative. Tra queste «realizzare un lavoro di ricerca azione; progettare un’unità didattica di apprendimento per competenze, da realizzare attraverso una reale sperimentazione, usando un format condiviso; scegliere tra le metodologie didattiche innovative ed attive quelle più funzionali nell’unità didattica di apprendimento da sviluppare; progettare nello specifico un compito di realtà; utilizzare una rubrica valutativa».
Il tema delle competenze è ormai ineludibile per la scuola italiana: Indicazioni Nazionali, certificazione degli apprendimenti, prove INVALSI lo testimoniano. Il percorso formativo proposto ha messo a tema una progettazione didattica orientata verso lo sviluppo di competenza, attraverso la predisposizione di unità di apprendimento finalizzate al raggiungimento di traguardi formativi definiti a livello nazionale. Il corso ha rappresentato una occasione operativa per confrontarsi con queste sfide professionali.

Antonio Fundarò


 

ALTRE NOTIZIE

IL 15, 21 E 22 DICEMBRE ANCHE IN SICILIA I CUORI DI CIOCCOLATO PER SOSTENERE TELETHON
IL 15, 21 E 22 DICEMBRE ANCHE IN SICILIA
Leggi tutto
AL PALAPELLICONE LA ROMA WORLD CUP 2020 DI SOLLEVAMENTO PESI
AL PALAPELLICONE LA ROMA WORLD CUP 2020 DI SOLLEVAMENTO PESI
Agnone a 30 anni dalla festa del libro lancia il progetto "Un libro, un albero"
In questo mese di dicembre 2019 ricorre il trentesimo anniversario della prima “Festa del libro molisano e della comunicazione sociale” che si è...
Leggi tutto
Sicilia: il 13 dicembre Calenda a Palermo
L’ex ministro lancia il suo movimento nell’Isola, con lui amministratori locali e professionisti
Leggi tutto
Amato(Confintesa Sanità): Diminuisce la spesa sanitaria in Sicilia, Regione seconda in Italia per l‘avanzo di gestione, per molti un bene, ma sarà così…….
La Sicilia è la seconda Regione d’Italia per avanzo di amministrazione in sanità. Lo rileva il Rapporto Oasi 2019 del Cergas Sda Bocconi...
Leggi tutto
Giovanni Allevi in Sicilia: il maestro torna sul palco con “Hope Christmas Tour” Per approfondire
Torna ad incantare dal vivo il maestro Giovanni Allevi, compositore filosofo, pianista e direttore d’orchestra, che con “Hope Christmas Tour 2019” - u...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web