Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 19/04/2019 da Direttore

Soverato (CZ) – Gli alabardieri-bambini di Badolato?... Ricordano i giannizzeri turchi, dice il filosofo Salvatore Mongiardo

Soverato
Durante le interminabili processioni della Settimana Santa di Badolato, in provincia di Catanzaro, oltre ai più classici soldati romani, c’è un nutrito drappello di alabardieri-bambini (anche se da qualche anno è invalso l’inappropriato uso di affidare i loro vestimenti pure a giovanissimi barbuti). La caratteristica degli alabardieri è che hanno  un abbigliamento metà femminile (pizzi, sottane, mutandoni, nastri,  fiori anche sull’elmo e fazzolettini da cicisbeo settecentesco ad una mano) e metà militare (alabarda, corazza ed elmo anche se bene infiorato). Ovviamente tali alabardieri-impuberi hanno l’atteggiamento tenero dei bambini e non il ghigno guerriero dei soldati romani, ben rappresentato dai giovani badolatesi.

Domenico Lanciano (bibliotecario comunale di Badolato negli anni della vicenda del “paese in vendita” 1986-88 di cui è stato promotore) aveva scritto (31 anni fa) sul settimanale “il piccolissimo” (allora edito da Rubbettino e diretto da Vincenzo De Virgilio e Moisé Asta a Catanzaro) l’ipotesi che gli alabardieri-bambini fossero un retaggio del platonico “androgino” per simboleggiare religiosamente  l’equilibrio dell’anima umana (un po’ femminile e un po’ maschile come poi ha evidenziato la psicanalisi ottocentesca, specie freudiana).

Adesso, il filosofo di Soverato (CZ) Salvatore Mongiardo ipotizza il fatto che gli alabardieri badolatesi possano essere riferibili ai giannizzeri turco-ottomani. A tale proposito, ha rilasciato la seguente dichiarazione, che qui di seguito si trascrive ad ogni buon fine ma anche con la speranza che il dibattito (cui tutti possono partecipare) sugli alabardieri-impuberi di Badolato continui per cercarne le più attendibili e significative origini.

<
            La mia ipotesi, nella quale combaciano tutti gli elementi descritti, è che si tratti di giannizzeri. Verso il 1380 il sultano Orhan I infoltì le file dei giannizzeri, la sua guardia del corpo, raccogliendo nelle comunità cristiane i loro figli più robusti tra i 6 e i 9 anni per addestrarli alla vita militare  appunto come giannizzeri.

In rete ci sono molte immagini che rispecchiano fedelmente la foggia del vestire femminile e i pennacchi sugli elmi dei giannizzeri molto simili alle foto che Mimmo mi ha mandato.  Questa foggia e uso possono essere arrivati a Badolato perché Gaspare II Toraldo, barone di Badolato, finanziò l´armatura di tre navi e partecipò alla battaglia di Lepanto nel 1571. Prima ancora, egli aveva sbaragliato un´incursione di Turchi tra Badolato e Monasterace, come mi ha confermato Vincenzo Squillacioti. E´ probabile che alle sue orecchie fosse giunta notizia dei bimbi arruolati forzatamente per diventare giannizzeri. Essi, diventati islamici, erano nemici di Cristo e al pari dei romani suoi persecutori. Anche le due figure femminili con alabarde e orecchini nella chiesa del convento francescano potrebbero avere la stessa origine. >>


 

ALTRE NOTIZIE

Mazara calcio: Il mercato chiude con l’arrivo di Abbate, Fontana e Pizzo
La società Mazara calcio comunica che nell’ultimo giorno utile di mercato ha tesserato i seguenti calciatori: DANILO ABBATE, classe 98 di Alta...
Leggi tutto
Sanità. Ok della Ugl al progetto "training on the job" dell´assessore Razza.
"Prendiamo atto della recente iniziativa presa dall´Assessore regionale della salute Ruggero Razza e non possiamo che apprezzare l´ennesim...
Leggi tutto
Il Campionato Siciliano Montagna a Erice incrocia il CIVM
La classica trapanese per auto moderne e storiche in programma il 14 e il 15 settembre mette di fronte i big del Tricolore con i migliori piloti loca...
Leggi tutto
Valderice: “Diventerà Bellissima” da la disponibilità al Sindaco per potenziare l’azione amministrativa a beneficio della collettività.
Il gruppo politico “Diventerà Bellissima” creato dal Presidente della Regione Nello Musumeci”, ha incontrato nella sede municipale il Sindaco ...
Leggi tutto
Sapori & Aramo - basilico 100% naturale Biozon
La produzione di basilico della siciliana Sapori &amp; Aromi
Il gelatiere messinese Giuseppe Arena, dopo il secondo posto conquistato nella I edizione, ritorna a “Scirubetta” con Profumi di Sicilia
Il gelatiere messinese Giuseppe Arena, dopo il secondo posto conquistato nella I edizione, ritorna a “Scirubetta” co...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web