Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Economia il 12/06/2018 da Direttore

PALERMO TRA I CAPOLUOGHI PIÙ CONVENIENTI PER ANDARE IN AFFITTO

PALERMO
Secondo il Rapporto sulle locazioni 2017 di Solo Affitti, nel capoluogo siciliano un inquilino su due sceglie la casa in affitto come abitazione principale e il 40% lo fa per motivi di lavoro


Grazie alla diminuzione dei canoni di locazione registrata nel 2016 (-5,6%) e nel 2017 (-7,2%), Palermo è tra i cinque capoluoghi italiani dove è più conveniente andare in affitto, con un prezzo medio mensile delle case non arredate di 393 euro. Si paga meno solo a Catanzaro (327euro), Perugia (356 euro), Potenza (367 euro) e Campobasso (391 euro). È quanto emerge dal Rapporto sulle locazioni 2017 di Solo Affitti, rete immobiliare specializzata nella locazione con 300 agenzie, elaborato con il supporto scientifico di Nomisma.

I canoni di locazione. Per una casa arredata a Palermo si pagano in media 468 euro al mese (586 euro la media nazionale), mentre in presenza di un garage il costo mensile si attesta attorno ai 484 euro (597 euro in Italia). Per un monolocale non arredato nel capoluogo siciliano si pagano 285 euro (329 euro se arredato) e 345 euro sono richiesti per un bilocale (371 euro se arredato). A Palermo, fanno notare da Solo Affitti, i prezzi dei trilocali si attestano attorno ai 437 euro mensili (537 euro) e si arriva a 637 euro per i quadrilocali arredati. Nelle zone di pregio i canoni medi di affitto mensili oscillano dai 370 euro (monolocali) ai 700 euro (quadrilocali) mentre nelle periferie la forchetta di prezzo di queste tipologie di immobili varia dai 250 euro ai 450 euro. Dal Rapporto sulle locazioni di Solo Affitti si evince che Milano, dove il canone medio è di 938 euro, è la città più cara d’Italia e precede Roma, seconda, con 789 euro mensili. Seguono nell’ordine Firenze (652 euro) e Venezia (631 euro).

Perché si va in affitto. A Palermo un inquilino su due (50%) adibisce la casa in affitto ad abitazione principale, mentre per il 40% dei locatari la scelta è motivata da ragioni di lavoro, una delle percentuali più elevate in Italia dopo quelle di Bologna (56,7%), Trieste (55%) e Perugia (42%). Solo il 10% degli affittuari palermitani è rappresentato da studenti. Secondo il Rapporto sulle locazioni di Solo Affitti, si va in affitto per motivi di studio soprattutto a Trieste e Firenze (40% ciascuna), mentre gli inquilini scelgono l’affitto come abitazione principale soprattutto a Campobasso (80%), Potenza, Ancona e Napoli (70% ciascuna).

Chi vive in affitto. Il 70% degli inquilini palermitani sono coppie con (40%) o senza (30%) figli, contro una media nazionale del 62,4%. Solo il 15% dei locatari sceglie di condividere lo stesso appartamento con una o più persone per abbassare i costi dell’affitto, una percentuale leggermente più bassa della media nazionale (16,3%) e piuttosto distante dai picchi rilevati a Firenze e Catanzaro (35% ciascuna). Il restante 15% degli inquilini palermitani sono persone che vanno in affitto da sole, percentuale inferiore al dato italiano (21,3%). Solo Affitti ha rilevato percentuali più elevate di coppie che vanno in affitto ad Aosta (80% degli inquilini), Napoli (76,7%) e Campobasso (75%) mentre a Trieste è stata registrata la quota maggiore di affittuari che vanno a vivere da soli (60%).

I contratti d’affitto più utilizzati. Dal Rapporto sulle locazioni di Solo Affitti emerge che a Palermo è utilizzato prevalentemente il contratto a canone concordato (65%), nelle diverse formule “3+2” e “transitorio”. Questa tipologia di contratto viene utilizzata molto anche a Perugia (97% dei contratti), Trieste (95% dei contratti) e a Genova, Venezia e Cagliari (90% ciascuna). Nel capoluogo siciliano meno di un contratto su tre (30%) è stipulato secondo il modello “libero” (4+4) e solo il 5% è “completamente libero”

Quanto tempo per trovare casa. Per trovare casa in affitto a Palermo ci vogliono mediamente 2,1 mesi, in linea con il dato nazionale. Tempi più rapidi sono stati registrati a Cagliari (0,9 mesi), Bologna (1,3 mesi), Firenze (1,3 mesi), Ancona e Trento (1,5 mesi ciascuna). Secondo quanto rilevato da Solo Affitti, le città dove si impiega più tempo per arrivare alla firma del contratto sono Aosta (3,5 mesi), Napoli (3,4 mesi), Bari e Campobasso (3,3 mesi ciascuna).

La permanenza nello stesso appartamento. Gli inquilini palermitani restano nella stessa casa in media per 2 anni (24 mesi), in linea con il dato nazionale (23,4). Solo Affitti ha rilevato tempi di permanenza nello stesso appartamento più elevati a Napoli, Campobasso e Aosta (30 mesi ciascuna), mentre a Trieste risiedono i locatari che cambiano casa con maggiore frequenza (ogni 16 mesi), seguiti da quelli di Bari, Catanzaro e Trento (18 mesi).


 

ALTRE NOTIZIE

La Redazione di TrapaniOk a tutti i lettori
Siamo nuovamente tornati su Facebook, seguici su:
Leggi tutto
Salemi, inaugurato l´Ecomuseo del grano e del pane
Il sindaco Venuti ricorda Tusa: “Un amico della nostra città”
Calcio: chi vincerà il titolo di capo cannoniere?
La classifica dei cannonieri in serie A si preannuncia combattuta come mai era capitato negli ultimi anni: l´...
Leggi tutto
Tipicità Siciliane: colomba o uovo Pasquale? Ecco alcuni consigli su cosa regalare a dove acquistare
I regali di Pasqua sono sempre molto graditi, ma trovare il più adatto è sempre complicato. Quanti di ...
Leggi tutto
Università, TFA sostegno. Cracolici: ridistribuire posti fra Atenei siciliani
“Occorre ridistribuire fra le Università siciliane i posti TFA di sostegno (Tirocinio Formativo Attivo) della...
Leggi tutto
Migranti, Miccichè all’equipaggio del motopesca Pegaso: ´Salvini in mezzo al mare? Salvate anche lui´
Palermo – “Se vi dovesse capitare di vedere Salvini in mezzo al mare, salvate anche lui”. Così il presidente dell’Assemblea regionale siciliana...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


Gaspare su Paceco: per il Memorial Giuseppe Barraco, riapre il palazzetto:
Peppe sempre nel cuore mi manchi amico mio


giuseppe su Crisi della Cmc-Anas con le mani legate-Il governo nazionale anticipi i soldi ai creditori per la ripresa dei lavori in Sicilia e si rivalga sulla Cmc:
perche bloccare solo caltanissetta invece tappiamo tutto il tratto palermo agrigento passino solo ambulanze e carri funebri


Augusto Marinelli su Lettere a Tito n. 234. Shoah 2019 ed il libro del giovane Alberto Forte pensando alla Shoah nostra e degli altri.:
Caro Tito, ti interesserà forse sapere che nel libro di Molfese citato nell´articolo, la frase qui riferita semplicemente non c´è. Quanto al preteso lager di Fenestrelle, è stato ampiamente dimostrato che si tratta di una invenzione.


Giovanni VINCI su Marsala Calcio: Sancataldese - Marsala, i convocati da mister Giannusa:
Forza Marsala


Daniele su Marsala Calcio: Sancataldese - Marsala, i convocati da mister Giannusa:
Forza ragazzi tenete alto il nome Marsala a San Cataldo. Un abbraccio particolare al centrale difensivo Maurizio e il centrocampista centrale Lo Nigro


Daniele su Marsala Calcio: Sancataldese - Marsala, i convocati da mister Giannusa:
Forza ragazzi tenete alto il nome Marsala a San Cataldo. Un abbraccio particolare al centrale difensivo Maurizio e il centrocampista centrale Lo Nigro


mimmo su Domenico Lanciano: ´Una carezza per Riace":
ciao


Rosario Miccichè su Paceco, al via 6 cantieri di lavoro per la realizzazione di due opere:
Non sono molto contento di come l´amministrazione ha progettato i cantieri a Paceco sicuramente il bando gestito malissimo. Dobbiamo ringraziare la regione della proroga non certo gl´assessori di competenza. L´avviso 2 / 2018 dice che bisogna favorire il maggiore numero di lavoratori, quanti lavoratori impigherete nei cantieri. E perch´ tutti quei soldi spesi in materiali € 70.000 il bando parlava di piccole manutenzioni, lo scopo principale dei cantieri e la formazione, favorire la m


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web