Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Sport il 22/05/2016 da Gabriele Li Mandri

MILAN – JUVENTUS 0-1: LA COPPA ITALIA VA AI BIANCONERI

MILAN
Cala il sipario sulla Serie A: un sipario scontato come non mai, che ha visto la Juventus mettere a segno l’ennesimo record a scapito di un Milan che, invece, i record è sempre più spesso abituato a perderli. I bianconeri portano a casa la seconda Coppa Italia consecutiva con un gol di Morata messo a segno nei supplementari.

Ma la partita ha avuto un andazzo molto diverso dalle aspettative: i rossoneri hanno dominato durante la maggior parte della gara, sprecando l’impossibile e confermando due cose: la pochezza tecnica ti affossa anche quando corri e meriteresti di vincere, e la stagione l’hai giocata con l’80% della rosa in vacanza anticipata.

Perché non è possibile che sono una volta ogni due mesi il Milan sia in grado di giocare un calcio quasi decente. È una questione di logica, ed il risultato è impietoso: i giocatori milanisti credono che quello del calciatore sia un lavoro stagionale e non a tempo pieno. E la confusione portata da una società che cade a pezzi è l’ideale perché, tanto, la colpa è sempre dell’allenatore.

La Juve, dal canto suo, è scesa in campo quasi in vacanza e, nonostante questo, ha subito solo un paio di tiri in porta in quello che per lunghi tratti è sembrato un assedio. D´altronde te lo puoi permettere, se poi ti basta mandare in campo “riserve” del calibro di Morata, Cuadrado e Alex Sandro. E soprattutto se dall’altro lato Brocchi è costretto a far entrare un Niang che non giocava da mesi, e a fare la conta fra gli epurati (Boateng, Menez e Balotelli). Della serie “speriamo di beccare il meno peggio dei tre”.

I bianconeri riescono così a portarsi a casa un altro record: nessuno era stato ancora capace di vincere scudetto e Coppa Italia insieme per due anni di fila. Il Milan, invece, dà ufficialmente addio ad un posto in Europa League che non avrebbe comunque meritato, e si rituffa nella pia illusione di trovare un cinese disposto a comprare la società: d’altronde, con oltre un miliardo di abitanti, mai disperare.

Gabriele Li Mandri

 

ALTRE NOTIZIE

Il flop dell’Italia a colori: attività commerciali al collasso e contagi ancora molto elevati
Da ormai circa 14 mesi l’Italia e il mondo intero vivono l’incubo Coronavirus; fiumi di parole ci hanno inondato e tutti ci sentiamo sempre più...
Leggi tutto
Le Isole Egadi aderiscono all’iniziativa nazionale “Plastic Free” in programma domenica 18 aprile alle ore 9.30 a Favignana
​Anche le Isole Egadi aderiscono all’iniziativa nazionale “Plastic Free” in programma domenica 18 aprile. Per l’isola di Favignana sar&agra...
Leggi tutto
Acireale, Fidapa e BCsicilia presentano il libro di Simona Lo Iacono “L’albatro”
Nell’ambito delle iniziative “Rassegna giovani autrici” e “30 Libri in 30 Giorni” si terrà venerdì 16 Aprile 2021 alle ore 18, organizza...
Leggi tutto
Alla Salita Monti iblei anteprima di sfide Tricolori della Montagna
Diversi i protagonisti del Campionato Italiano che scaldano i motori in Sicilia in occasione della gara d’apertura ...
Leggi tutto
“Il paradosso della magistratura onoraria: tra diritto europeo e nazionale”, l’evento dell’Associazione ASSOGOT
Il paradosso della magistratura onoraria tra diritto europeo e nazionale
Muciara Short Film Festival a Valderice (TP)
MUCIARA SHORT FILM FESTIVAL A VALDERICE (TP)  
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web