Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 28/12/2015 da Giusy Modica

WIRIKUTA - A RISCHIO IL PARADISO DELLE BIODIVERSITÀ

WIRIKUTA
Wirikuta si trova nello stato di San Luis Potosì (Mexico), nella Sierra de Catorce. Ha un’estensione di 140.000 ettari e rappresenta una Riserva Ecologica Naturale e Culturale dal Governo Messicano. Nel 2004 è entrata a far parte dei siti Sacri Naturali dall´Unesco, in quanto Patrimonio mondiale dell’umanità.
In questo territorio si concentra la maggior biodiversità e ricchezza endemica cactacea per metro quadrato dell’intero pianeta terra.
Tra tutte le etnie viventi oggi in Messico, quella Wixarikà (Huichol), sembra essere l’unica ad aver mantenuto intatti profondamente i suoi credi, culti e tradizioni millenari. Parte essenziale dell’identità di tale popolazione è il pellegrinaggio, compiuto ogni anno attraverso decine di siti naturali sacri e che si sviluppa su oltre 800 km, attraverso la terra sacra di Wirikuta.
Per il popolo Wixarikà a Wirikuta ebbe origine la creazione ed è lì che si intesse e si regge l’essenza della vita del pianeta. Divinità e spiriti abitano i luoghi sacri di Wirikuta che i Wixarikà incontrano lungo il cammino, e dal momento che la loro lingua non ha una forma scritta, il pellegrinaggio svolge una funzione importante a tal punto da essere definito “università itinerante mesoamericana”. Esso rappresenta il mezzo attraverso il quale trasmettere alle nuove generazioni un sistema di conoscenze ancestrali basato sulla natura.
Secondo gli sciamani Huicol, prima che il sole sorgesse dalla collina sacra, Cerro del Quemado, tutto era ancora oscurità; solo allora il tempo degli dei si tramutò nel giorno e nella notte, affinché il popolo degli uomini potesse vivere.
Oggi, per il popolo Wixarikà, quell´oscurità pare essere ritornata; si ritrovano a combattere per i diritti umani ripetutamente violati, per le violenze e le molestie subite, per avere una vita degna.
L’intera zona è minacciata dall´attività estrattiva canadese che presuppone l’uso di inquinanti chimici, di cave a cielo aperto e di esplosivi; senza contare l’enorme utilizzo di acqua per la lavorazione del materiale che, in una regione arida come questa, sarebbe sottratta alle coltivazioni e all´ecosistema, con l’effetto di desertificare tutto.
Eppure non è la prima volta che tutto questo accade qui, nel deserto di Wirikuta. Già nel 1600 gli spagnoli, alla ricerca di miniere d’argento, causarono lo sterminio degli indigeni guachichiles. Oggi, allo stesso modo, la distruzione di Wirikuta firmerebbe la pena di morte del popolo Wixarikà e con loro, della loro tradizione culturale e religiosa.
Il territorio a rischio ospita il 50% della flora, l’85% degli uccelli e il 60% dei mammiferi della regione. Inoltre riconosce 453 specie floreali, alcune di queste a rischio di estinzione, come il peyote. Nonostante ciò, lo Stato non prende coscienza del fatto che aprire le porte dell’estrazione mineraria in una zona sacra come questa significa non solo autorizzare un atto genocida, ma anche distruggere uno scenario naturalistico tra i più preziosi al mondo.
Nel Wirikuta la battaglia per l’ambiente rappresenta la battaglia per la democrazia. Il governo messicano non può e non deve prendersi il lusso di mettere all´asta una terra che non è sua!
Tracce di antiche civiltà, e non solo, tentano qualcosa e in un contesto totalitario sperano, attraverso manifestazioni, iniziative culturali, proteste pacifiche, campagne informative, di smuovere la coscienza di qualcuno e ottenere la cancellazione delle concessioni minerarie.
Gli alti livelli del potere federale non potranno mai decidere quello che conviene al popolo, e nello specifico, gli Huicol devono essere gli architetti del loro futuro e devono avere l’inviolabile diritto di conservare la propria tradizione.
Wirikuta non è solo un pezzo di deserto nello Stato messicano di San Luis Potosí, ma l’essenza stessa, la ragione di esistere del popolo Huicol.


Palermo
28 Dicembre 2015

Giusy Modica
Consulente per la salute con lo sport presso l’Associazione Anas zonale Oreto.
Per informazioni e appuntamenti chiamare al numero 091-336558 dalle ore 9:00 alle ore 13:00.

 

ALTRE NOTIZIE

Economia, da Palermo a Milano: quando dal Sud …
Economia, da Palermo a Milano: quando dal Sud …
Leggi tutto
Economia, da Palermo a Milano: quando dal Sud …
Economia, da Palermo a Milano: quando dal Sud le aziende arrivano anche al Nord Esistono realtà in Sicilia e in particolare a Palermo che sono ...
Leggi tutto
La cultura deprezzata: le grosse pecche dello stato italiano
Nel nostro paese, come ben sappiamo, i concorsi arrivano di rado con il risultato che i concorrenti sono sempre più spesso un numero esorbitant...
Leggi tutto
Una mostra fotografica di Tiziana Catania per narrare i profondissimi silenzi di Poggioreale e Salaparuta
Leggi tutto
XXX Giro di Sicilia: il percorso 2020 dedicato ai siti unesco
Il Giro di Sicilia è uno degli eventi di punta del mondo ASI. A confermarlo lo stesso presidente di Auto Moto Club Storico Italiano, Alberto Sc...
Leggi tutto
Marsala, rincaro del pane Cisl “, che fine hanno fatto ispettori e tecnici del settore, abilitati alla vigilanza, agli accertamenti e alla verifica della fondatezza e congruità di rincari così netti”
“I cittadini di Marsala meno tutelati, e sempre più al di sotto della soglia di povertà, attendevano un intervento delle Autorità...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web